mercoledì 25 giugno 2014

Petizione internazionale: “Papa Francesco, La preghiamo, incontri i Fondatori”

Partecipiamo anche noi alla Petizione internazionale al Papa per i Francescani dell'Immacolata. Richiamo l'attenzione sulla lettera del novizio pubblicata di seguito all'appello rilanciato anche da Antonio Socci dalla sua pagina Facebook [qui]

Supplica al santo Padre affinché voglia incontrare i Fondatori FI

Cari fratelli in Cristo, ecco a seguire una nuova petizione internazionale indirizzata direttamente al nostro amato papa Francesco. Domando a tutti voi di attivarvi numerosi per questa iniziativa.

Caro papa Francesco, siamo cattolici provenienti da diversi continenti, con eredità differenti, come anche differenti sono i cammini spirituali. Siamo accomunati dall'obbedienza all'autorità religiosa, dalla passione per la Madonna, l'imitazione di san Francesco e l'amore per Nostro Signore Gesù Cristo.

Abbiamo ricevuto larghe benedizioni dal carisma e dall'esperienza dei frati Francescani dell'Immacolata. Le nostre vite sono cambiate, i nostri cuori battono quando vedono quegli abiti celesti, il nostro desiderio ardente è la santità e la diffusione del sovrabbondante amore del Misericordiosissimo Cuore di Gesù. Sappiamo che è stato Lei a permettere e sovrintendere al commissariamento dei FFI.

Noi vogliamo obbedirle ma le nostre anime sono come strette tra spine di confusione e tristezza perché un fiorente Ordine religioso si sta sgretolando, i suoi Fondatori vengono trattati come la parte colpevole senza che vi sia nessuna accusa chiaramente dimostrata. Per questo noi Le scriviamo come alla nostra unica speranza. Sappiamo che Lei è stato informato del fatto che l'Istituto ha preso una deriva cripto-scismatica e che, all'interno di questo, vi è stata un cattivo governo (amministrazione) e cattivi comportamenti. Crediamo fermamente che queste accuse sono imprecise e che le fonti che Le stanno fornendo queste informazioni non sanno descrivendo i fatti in modo imparziale.

Con questa lettera noi La preghiamo, come figli davanti al loro padre, di incontrare personalmente padre Stefano M. Manelli e padre Gabriele M. Pellettieri, i fondatori dei Francescani dell'Immacolata. La supplichiamo almeno di offrire a questi due uomini un'ora del Suo prezioso e tempo e se si renderà conto che si tratta di due ostinati peccatori e non veri uomini di Dio, non meriteranno per questo ancor più la Sua misericordia?

Ma se troverà che hanno agito in buona fede e si renderà conto che le informazioni che ha ricevuto non erano vere, restaurerà la loro famiglia religiosa? Si preoccuperà anche di quello che sta succedendo alle Suore Francescane dell'Immacolata?

Caro Papa Francesco, stiamo imparando a sentirci felicemente sorpresi e commossi dalle Sue azioni. Speriamo che Lei ci possa sorprendere ancora. Offriamo per Lei tutte le nostre preghiere, sofferenze e buone opere. In Corde Matris.

PS: il responsabile del sito ha proposto di scrivere all'inizio, prima di proporre la supplica al Papa, che quella che segue è una petizione rivolta al santo Padre e si tratta di un'iniziativa lanciata dal sito anglofono http://pray4thefriars.wordpress.com/ tradotta in italiano in modo da permette un'adesione anche trai fedeli in Italia.

L'adesione consiste nell'invio del testo firmato o all'indirizzo email della Segreteria di Stato: vati023@genaff-segstat.va oppure a quello della Sala Stampa vaticana: lombardi@pressva.va.

LETTERA DI UN NOVIZIO

Sono il novizio che ha partecipato all'incontro del pontefice con i F.I.
A seguito di alcune ricostruzioni false passate alla stampa da una fonte "interessata" ad accreditare una certa visione dei fatti (una mia uscita dai F.I. stessi dovuta a una presunta contrarietà al Concilio Vaticano II), voglio solo testimoniare la verità:
- al Santo Padre, rimanendo in ginocchio e con molta emozione, ho detto: “Santità, come un figlio al padre: la prego il mio cuore è lacerato, abbiamo bisogno di pace, parli con padre Stefano Manelli.”. Poi mi sono alzato e ho detto: “Prego e soffro per Lei”. Il Santo Padre ha annuito ma non ha detto nulla;
- al padre maestro ho motivato la mia uscita, parlandogli in coscienza e con cuore aperto, di un forte malessere fisico e mentale e di preoccupazioni di ordine spirituale per la drammatica situazione conflittuale nell'Istituto, e la mia sfiducia in una risoluzione positiva di questa vicenda. Ho parlato chiaramente con il padre maestro in questi mesi difficili, e ci siamo lasciati con un abbraccio di pace, con un augurio di ritrovarci in tempi migliori, e con promesse reciproche di preghiere.
In fede Matteo Momi

65 commenti:

Anonimo ha detto...

Dopo tutto il veleno che sputate ogni giorno contro il Papa ora lo pregate. Ma andate a quel paese!

mic ha detto...

Se definisce "veleno" le critiche, motivate e dolenti e che 'costano' e molto a dei credenti quali siamo, quale lessico sta usando?

Rr ha detto...

OT in parte: pare che ai legionari di Cristo Braz de Aviv mandi un consultore o consulente. Guai in vista anche li ?
Sbaglio o, a parte gli orrori del fondatore, i Legionari erano un bel gruppo, piu' " tradizionalista" che progressista?
Rr

AICI ha detto...

Lo sposto io =)
-
Agli iniziatori de la petizione: questo è forse il primo papà che incontra i più lontani da la fede e che la mattina non legge come i precedenti papi la rassegna stampa tagliata degli articoli "spiacevoli". Quindi io penserei che se fino ad ora ha voluto incontrare due volte il fondatore di Repubblica e zero i FI sia per volontà sua e credo anche che se anche informato erroneamente su i FI, Francesco per ammissione di Lombardi ha preteso e legge tutti gli articoli che gli riguardano quindi dubito che non sappia cosa dice chi difende i francescani.
Detto tutto questo, se fino ad ora ha preso posizione chiudendo il seminario interno e commissariando pure le suore; mi verrebbe da dire che mi pare uno tutt'altro che dubbioso sul da farsi....altro che tornare indietro!

AICI ha detto...

Padre Lombardi oggi su i FI
http://www.korazym.org/15853/legionari-cristo-francescani-dell-immacolata-risposta-vaticano/

AICI ha detto...

l'avete letto?
http://www.lastampa.it/2014/06/25/blogs/san-pietro-e-dintorni/chiesa-aperta-la-caccia-ai-conservatori-Uuct7sxzUCTXicmRcGwLlJ/pagina.html

Anonimo ha detto...

Questo novizio, mi pare, non ha ricevuto buon consiglio... non si lacia noviziato perche la preoccupazione per il bene essere degli altri...tale sofferenza è segno di carità e di vocazione...

Mi pare che il Padre Maestro ha deciso di iniziare la riforma di Pd. Volpi, inveche di lasciarsi inspirato dal Vero Spirito della Chiesa..

Non si fa mai una tale decisione in fretta....

Non si distrugge un vocazione veramente inspirata dalla grazia con consiglio così leggero...

Forse il padre maestro pensa che tale carità significa pazzia...

Ci sono qualche frate uscito dai FFI che sta per fondare una communita dedicato alla messa tradizionale e all'osservanza della regola di san francesco con dedicazione

all'Immacolata... basta che le vocazione giovani e vecchie li cercano...

Viene un punto in cui un fidele deve riconoscere gli eretici e gli modernisti e per distinguirli dai cattolici

Romano

Anonimo ha detto...

Questa petizione mi sembra ingenua oltre che assurda, quando doveva premere dall'inizio il Papa l'incontro con i fondatori invece mandati in soffitta, e chi a destra e chi a sinistra,mica gli ha voluto vicino, anzi lontano, un non vedere ne sentire? una 'gstione' aggressiva tanto ha generato malessere tra i frati, suore e fedeli che ancora chiedono il perchè. Ora a che pro questo incontro? in più quando l'evidenza è tale che ciò non è voluta?

Sine Timore ha detto...

STATE SBAGLIANDO DI GROSSO. Il più grande favore che potete fare a Bergoglio e ai suoi compari nemici di Cristo e della Chiesa Cattolica, è quello di rivolgervi a lui chiamandolo ancora "Papa".... dopo tutte le prove che ha dato di non essere nemmeno cattolico! E' come se l'organismo di un individuo, per difendersi da antigeni esterni ed aggressivi penetrati all'interno di esso, non li riconoscesse come estranei e quindi non producesse anticorpi diretti contro di loro... Sarebbe la morte, per setticemia! Svegliatevi dalle vostre favole! La realtà è terribile, ma è avendo ben chiara questa triste realtà che dobbiamo combattere, non illudendoci ancora che il lupo sia alleato di cappuccetto rosso...!!!

Anonimo ha detto...

Concordo! 
Un ossessivo-compulsivo dei media stara` leggendo anche questo piccolo commento che lo riguarda!
Indi se ne deduce che e` una sua precisa volonta` dare una sterzata progressista all'ordine di padre Manelli e padre Pellettieri.
Prego don Dolindo Ruotolo che protegga i due fondatori che furono suoi amici e ai quali prima di morire affido` il suo Apostolato Stampa.
Si scorge una smodata alacrita` nel lavorare alla rieducazione degli osservanti della tradizione.
Direi un preciso impegno preso anzitempo...
Vorrei sbagliarmi...ma ogni santo giorno che passa ci tocca come minimo uno strale!
Buona notte!

mic ha detto...

La petizione ha il pregio di essere promossa al di fuori dei soliti noti e in ambito internazionale.
Lo scandalo, ché tale è, colpisce chiunque sia semplicemente onesto intellettualmente ed è stato da subito evidente che oltrepassa il caso dei FI e riguarda la Chiesa universale con implicazioni di ordine soprannaturale.
La supplica è doverosa. Purtroppo temo che subirà la sorte di altre: la tradizione, quando non è disprezzata è ignorata in attesa che si esaurisca perché vista come una "moda" (siamo a questi livelli...).
C'è poco da sperare. Ma costoro non amano il chiasso mediatico e, se non li muove la buona volontà, le continue sollecitazioni, allargate all'intero Orbe cattolico, forse potrebbero indurli a maggior prudenza.
Ora non si chiede più per sapere, ma per ottenere...

Luisa ha detto...

Ormai sono sempre più chiari i SOLI e VERI motivi del commissariamento dei FFI.
Il nemico da abbattere, la pietra di inciampo da togliere assolutamente, era la sedicente "deriva tradizionalista" (!) dell`Ordine, era "il cripto-lefebvrismo" (!) che stavano inquinando il carisma originale...
Chi ancora dubitasse che questi e questi soli siano stati e siano i motivi del commissariamento, è cieco, rifiuta di vedere la realtà in faccia, una realtà più che mai lampante.
L`immediata sospensione = soppressione della Messa Antica, la chiusura del seminario e l`obbligo di seguire l`insegnamento negli atenei pontifici, l`allontanamento degli insegnanti, dei formatori, la messa in libertà vigilata di Padre Manelli, i corsi di "formazione" sul "vero" francescanesimo, last but not least, l`incontro con il Papa per garantire la legittimità del lavoro di rieducazione compiuto da Volpi e dei frati dissidenti, sono i fatti concreti che provano in modo inequivocabile in che direzione chi ha il potere in mano vuole portare quel che era l`Ordine dei FFI.

Direzione e motivi confermati anche da uno dei frati dissidenti, molto attivo sul web nel suo blog americano, frate Angelo Geiger, che non ha trovato niente di meglio che accusare RORATE CAELI di ..."cripto-lefebvrismo"!

Ormai, amici cari, dobbiamo saperlo, se non sposiamo il pensiero unico dominante, se non cantiamo con il coro assordante e belante, saremo bollati con l`etichetta di "cripto-lefebvristi", sia ben chiaro, un`etichetta assurda, idiota, che non vuol dir niente se non nelle menti di quei manipolatori della verità.

Come nelle peggiori dittature, come nei campi di rieducazione, come chi non teme di usare la menzogna, l`inganno e la crudeltà per raggiungere i propri fini, l`accusa di "cripto-lefebvrismo" è diventata per taluni l`argomento clava che basterebbe a chiudere le bocche, zittire le coscienze, spegnere i cervelli e far paura a chi vorrebbe esprimere il proprio dissenso.

Abbiamo avuto l`ultima prova con la subdola e menzognera soffiata a Tornielli sui motivi per cui il seminarista, che ringrazio per la sua testimonianza e il suo coraggio, avrebbe deciso di lasciare l`ordine.
O ti allinei, o ti sottometti in silenzio, o ti distruggo.
E osano parlare di Misericordia.

un granello di fedeltà ...a CHI? ha detto...

concordo con Sine Timore, assurdo supplicare i perversi poteri, occulti e palesi. Inoltre questo inginocchiarsi al tiranno per ottenere una goccia di concessione e magari predisponendosi a NEGOZIARE* sulla Verità, mi fa ripensare:

1-Lucia che supplica l'Innominato, ma costui era GIA' pronto a conversione, si badi bene!
2- a Paolo VI che "supplicava" le BR di liberare Moro, inginocchiandosi moralmente ai terroristi che tenevano in scacco una nazione intera con i loro RICATTI....figurarsi! si scenderebbe a patti con i lupi.

*già è visibile un calo di dignità nel novizio che dice "presunta contrarietà al concilio...." come dire "...stia sicuro che sono pronto ad inchinarmi all'idolocv2, per obbedienza al Papa! e gli giurerò fedeltà se me lo chiede...." e non vedete la trappola, simile al famigerato art. 19 delle disposizioni ED per la Messa antica?
e questa sarebbe fedele testimonianza alla Verità?
ci si prepara a nuovi odiosi RICATTI, come quello che spuntò verso la FSSPX nel giugno 2012: lo ricordate ?

e in tutto ciò mi sovviene di quei martiri che non volevano bruciare neppure UN granello d'incenso all'imperatore, pronti a qualunque tortura e alla morte per non tradire Cristo!
qui da un grano di timore reverenziale di fronte al pastore-lupo (tale è il vdr) si perde facilmente il Santo Timore di Dio....
un granello alla volta, come i soldini di un faticoso risparmio scivolano fuori da una tasca bucata!

mic ha detto...

Premesso che la fedeltà è al Papa quando agisce da Pietro, la supplica non è rivolta a poteri perversi, ma a colui che, per istituzione divina, dovrebbe salvaguardare la retta fede.
Non si dà per scontato nulla anche se i prodromi non sono rassicuranti.
È ovvio che i passi da farsi debbano seguire una procedura formale.
Il resto lo affidiamo all'Immacolata.

mic ha detto...

Sine timore,
se lo si chiama papa è perché il fatto di manifestarsi per molti versi come un cattivo papa non lo fa essere meno papa. E non è nemmeno il primo della storia.

Turiferario ha detto...

In precedenza ho detto che i gesti di Bergoglio sono chiari e obbediscono a una logica, e che messi tutti insieme sono come tessere di un puzzle che combaciano fra di loro. La persecuzione dei FFI però è una tessera che non combacia e di cui non riesco a capire il senso. Perché tanto accanimento contro un ordine che oltretutto, anche se fiorente di vocazioni, è comunque nuovo e piccolo? Davvero può rappresentare una minaccia? Qualcuno dice che è un monito al mondo tradizionale, "colpirne uno per educarne cento" come dicevano le brigate rosse. Ma perché appannare l'immagine costruita con tanta cura di Papa Francesco buono e misericordioso che non giudica, che lascia seguire a ciascuno la sua strada e se ha una critica ce l'ha per chi è troppo rigoroso? Il commissariamento dei FFI ci restituisce un'immagine opposta di Papa severo, duro, intransigente e nemmeno trasparente in questa intransigenza. Immagine che sta filtrando dalle cerchie ristrette e ora trova eco anche sui media nazionali (tanto da spingere qualcuno a cercare un patetico rimedio nella sceneggiata dell'incontro con i FFI in Santa Marta, che alla fine ha ottenuto solo di aumentare i dubbi). Non capisco i motivi di una scelta che comporta rischi sul piano mediatico, considerato fondamentale da questo pontificato, e apparentemente assicura benefici minimi (distruggere un piccolo ordine che sosteneva la tradizione ma comunque non si era certo distinto per zelo antipapale). Papa Francesco qui sembra illogico e incomprensibile. L'unica cosa che posso supporre è l'esistenza di altre motivazioni segrete.

Anonimo ha detto...

il fatto di manifestarsi per molti versi come un cattivo papa non lo fa essere meno papa.

i "cattivi papi" erano di altri tempi, in cui l'INIMICA VIS non era ancora penetrata alle sommità della Chiesa, come è accaduto lentamente nell'ultimo secolo, con acuta preveggenza dei santi papi Leone XIII e Pio X.

Erano, per così dire, fenomeni transitori e REVERSIBILI, ma ora il guaio immane, e inedito a confronto di quelli antichi, risiede nell'installarsi inamovibile di certo potere nella stessa cabina di comando, (come da avviso della Madonna 1917, ed altri reiterati) da cui si diramano ordini perentori da eseguire, senza ripensamenti.

Il potere modernista-massonico, che tiene la Chiesa soggiogata col cv2 usato come instrumentum regni, vuole sottomettere tutti con quella minaccia su citata d aLuisa:

O TI ALLINEI O TI DISTRUGGO.

che è un sistema permanente di DOMINIO, con giri di vite usati dal regime fin dal 2005, pontificato di BXVI e spec. dopo il MPSP con la guerra dei vescovi contro di lui e la Tradizione (cfr. il papa sta a Roma, qui comando io), ora ben sostenuta dal vdr, che NON AGISCE da vicario di Cristo, infatti mic dice

"DOVREBBE salvaguardare la fede", dovrebbe....ma dov'è che lo FA ?

Non vi accorgete che dall'alto si è installato quel sistema perverso che i NC usano da più di 40 anni: "o ti adegui o te ne vai ?"
e non vi ricordate il ricatto giugno 2012 imposto alla FSSPX:
"O accetti il cv2 in blocco o resti canonicamente FUORI DALLA CHIESA ?"
e che di questo ricatto si fece strumento e portavoce il docile BXVI ?

tanto più la stessa cosa accadrà con Bergoglio, lanciato totalmente verso l'imposizione del "magistero conciliare" urbi et orbi!

mic, rilegga ciò che dice il novizio "la mia presunta contrarietà al concilio...." e le mie considerazioni al riguardo: sono da scartare ?

i fedelissimi di Cristo diventano così ricattabili, perchè il potere vuole proprio metterli in ginocchio ai SUOI voleri, non a quelli di Dio!

jn

Sine Timore ha detto...

Sì, ma voi non potete rivolgervi al "ladro" e "brigante", cioè a colui che NON entra nel recinto delle pecore dalla Porta (Gesù Cristo) - ma vi sale da un’altra parte (la dottrina eterodossa della nuova Religione mondiale), così come vi rivolgereste al "pastore" delle pecore. Dice Nostro Signore: "Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere" (cfr. Gv 10,1-10). NON ILLUDIAMOCI!

mic ha detto...

È quel che lei dice che rende la nostra crisi più grave di altre.
Ma finché non ci sarà imposto formalmente quel che si teme continuiamo a pregare e a "resistere" promuovendo la Santa Messa Antica e ciò che rappresenta e opera, senza trascurare l'insegnamento della retta teologia ed ecclesiologia che veicola.
Facciamo quel che possiamo e il resto lo poniamo in cordibus Iesu et Mariae.
Ad impossibilia nemo tenetur, né posdiamo arrogarci compiti che spettano ad altri.
E non è una resa, perché il nostro impegno anche oltre questo blog è evidente. È realismo e consapevolezza del limite insito nella situazione personale e comunitaria in cui siamo.

mic ha detto...

Aggiungo che a fare proclami si fa presto. Ma quando si riscontra la possibilità di scandalizzare oltre che di trascinare molte persone, emerge proprio la responsabilità di non travalicare i propri limiti e di procedere cum grano salis.
Semplice prudenza, che è equilibrio ma non impedisce chiarezza e fermezza quanto basta ad una semplice fedele che non riesce a tacere ciò che sfigura il suo Signore.

RIC ha detto...

"Ma perché appannare l'immagine costruita con tanta cura di Papa Francesco buono e misericordioso che non giudica, che lascia seguire a ciascuno la sua strada e se ha una critica ce l'ha per chi è troppo rigoroso?"

Perche' l'immagine che interessa e' quella presso CERTI ambienti (oggettivamente maggioritari) e non verso TUTTI.
Esemplare l'articolo di Tosatti citato da AICI e riportato anche da Messa In Latino

mic ha detto...

Sine timore,
nessuno finora ha autorevolmente documentato quel che lei afferma e che esprimiamo come timore suffragato da indizi plurimi.
Questa supplica è stata ripresa per ciò che rappresenta e nella speranza di allargare i confini della richiesta del riconoscimento di esigenze spirituali violate.
In altra circostanza, credo di esser stata più "virile". Ma risultati zero. Anzi cancelli chiusi in faccia, in casa nostra (una Basilica papale) proprio da quei dissidenti che l'hanno occupata e che -Tornielli ce ne ha dato le prove - sono gli unici ad essere ascoltati dal papa...

http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2014/01/lettera-aperta-al-papa-ripristino-messa.html?m=1

Anonimo ha detto...

Quello che abbiamo percepito e' che i Padri Fondatori non siano mai stati convocati ! Boh ! Da che mondo e' mondo prima si convocano i capi e poi si convocano i sottoposti , dopodiche' SE i frutti sono buoni si mettono in atto le manovre correttive per appianare le controversie . Salomone avrebbe fatto così .
Domanda : " Interessa alla Gerarchia portare anime a
Cristo oppure no ? Questi FFII lo hanno fatto oppure no ? Hanno diviso la Chiesa ? Hanno disubbidito ? In cosa ? Si sono rivelati ladri delle pecore ? Le hanno deviate con le loro private dottrine ? Le hanno strette con lacci di peccato e di morte ? "
Chi danneggiavano curando la Liturgia ( servizio da parte del popolo e in favore del popolo )?
Dio e' tutto e il Sacerdote viene subito dopo (S.Curato d'Ars) ! Abbiamo bisogno di Santi Sacerdoti e Consacrati !
" Coltiviamo il timore di Dio, il timore di privare per nostra negligenza o colpa le anime che ci sono affidate , o di poterle , Dio non voglia, danneggiare " !! BXVI Anno Sacerdotale
Preghiamo fortemente la ALMA AEQUILIBRII MATER
affinche' vegli sugli attori di questa vicenda dolorosa e ci ottenga dall'Altissimo che tutto si ricomponga !!

AICI ha detto...

Da la rassegna stampa di oggi ho preso articoli che possono interessare a noi cattolici e che possono alimentare questa come altre discussioni: http://dropcanvas.com/wwgpi

Mazzarino ha detto...

Sapete bene che concordo con sine Timore. Non ho mai chiamato Papa Bergoglio. Sia perché fin dal primo momento sul balcone l'ho "percepito" come un attore vanesio ed arrogante, ma questa potrebbe essere una mia personalissima ed errata sensazione. Sia soprattutto perché lui ha detto di non esserlo né di volerlo essere. E' questione di "logos". Andreste da un colonnello chiamandolo generale? Un bravo ed onesto colonnello si schermirebbe dicendo: mi chiami colonnello... Se qualcuno si fa chiamare generale ed è colonnello ha qualcosa che non va. Ad ogni modo per rispetto alla verità ed anche alla sua persona l'ho chiamato vdr fin da quella infausta sera del 13 marzo.
Figuriamoci dunque se metto la mia firma ad una richiesta che lo chiama Santo Padre... anzi temo addirittura che questo possa irritarlo nel profondo, visto come ha apostrofato tutti i papi che hanno preceduto GVXXIII. E poi..... una supplica a chi si mette il naso da clown ed aizza le piazze sudamericane a palmi all'insù come una dissacrante rockstar?? Non ho lo stomaco per farlo, eppure se qualcuno ce l'ha non lo biasimo. Non vedo male queste iniziative, perché sono forse l'unico modo utile a far aprire gli occhi dei tanti che in buona fede si fanno "gabbare" dall'attore misericordioso. E' grazie alle squinternate ma oneste iniziative mediatiche che stanno fiorendo che per molti cattolici italiani i veli sono caduti. Per la maggior parte di quelli romani invece stanno cadendo da quando si sono trovati a dover scegliere se seguire il Corpus Domini o Bergoglio. Da allora non riesco più nemmeno a chiamarlo vdr come vuole lui, ma solo presidente. Al pari di Marino e Zingaretti.

Anonimo ha detto...

Questo e' un altro esempio di come i Sacerdoti siano lasciati soli !
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-se-il-vescovoconsegna-un-prete-alla-pubblica-gogna-9550.htm

bernardino ha detto...

Carissimi amici, Gentile Dr.ssa Mic.,
voglio ribattere sempre, come dice un vecchio proverbio (e si dice che i proverbi sono l'esperienza delle generazioni passate, dei vecchi, qui non ci son dubbi) la lingua batte dove il dente duole:
nelle nazioni a guida dittatoriale, dove il popolo o il cittadino ha solo doveri e non diritti, (basta guardare la superata Unione Sovietica o la Cina di Mao o le nazioni di una volta chiamate di oltre cortina o le nazioni comuniste come Vietnam, laos, Cambogia ecc.
i metodi sono sempre gli stessi: prima di ogni cosa ti prende la polizia segreta poi ti sottopone a torture, quindi devi rinnegare te stesso, devi abiurare tutto ciò che non fà parte della loro ideologia; quando sei sfinito ti mandano nei campi di rieducazione.
Le petizioni delle grandi diplomazie non hanno mai sopraffatto quei regimi, anzi li hanno peggiorati; che senso ha inginocchiarsi a Hitler o Stalin per farsi riconoscere quello che è già un tuo diritto? quando poi questi sanguinari ti chiedono in cambio di rinnegare te stesso e rieducarti secondo i loro regimi.
Ma le Sante Leggi divine, le ha fatte il Padre eterno o questi sanguinari? quindi perchè tradire Dio e le Sue Leggi per essere libero come Dio ti ha fatto ed ha voluto che tu fossi?
Vedi se uno ha commesso errori tali verso le Leggi Divine, potrei capire la sottomissione; ma se hai sempre obbedito a Dio ed
alle Sue Sante Leggi, perchè inginocchiarsi davanti a chi non si inginocchia davanti a Cristo Signore? (perchè non ci crede)
I testi Sacri ci narrano che i romani dell'impero chiedevano ai Cristiani di offrire doni e incensi ai falsi dei, ma i Cristiani preferivano farsi uccidere, essere martirizzati piuttosto che tradire e rinnegare Dio. Pietro stesso ha rinnegato Cristo per tre volte, poi ha pianto amaramente ed alla fine ha dato la vita per Cristo,e quanti altri come Lui, il martirologio è pieno di martiri per Cristo.
Oggi manca un Paolo di Tarso che pur essendo inferiore non ha avuto dubbi o paure nel riprendere Pietro quando sbagliava, e Paolo sapeva bene chi era Pietro.
Francesco d'Assisi con i Suoi fratelli dal momento che ha avuto il benestare dal Papa sulla regola e la vita da condurre, non è stato più ripreso dal Papa e non ha avuto commissariamenti nel Suo ordine,e guarda caso è arrivato fino ai giorni nostri; possibile che in ottocento anni non hanno mai commesso un errore?
o è il caso di dire che quella è stata la Chiesa di Cristo? e questa che veramente dovrebbe commissariare davvero ordini e diocesi per motivi molto più seri, cosa fà? commissaria e porta verso la deriva uno degli ordini più fiorenti quando tutta la chiesa due è alla deriva.

una sola fede ha detto...

riprendo le parole di jn nel suo commento delle 8.59: "cattivi papi" erano di altri tempi, in cui l'INIMICA VIS non era ancora penetrata alle sommità della Chiesa, come è accaduto lentamente nell'ultimo secolo...
Erano, per così dire, fenomeni transitori e REVERSIBILI, ma ora il guaio immane, e inedito a confronto di quelli antichi, risiede nell'installarsi inamovibile di certo potere nella stessa cabina di comando"


...per dire che concordo pienamente, tanto è vero che la Madre Santissima a "La Salette" (lo ricordo, per i pochi che non lo sapessero, è una apparizione mariana approvata dalla Chiesa) ha detto testualmente che "ROMA PERDERA' LA FEDE", il che non era stato mai detto prima di allora, almeno in modo così esplicito, facendo appunto pensare che sarebbe stata più o meno l'intero corpus che ha i bottoni del comando della Chiesa a rendere quasi estranea a se stesso la fede...

Si può quindi vedere - dato che la Mater ecclesiae non è che intervenga a casaccio e in ogni epoca - che la situazione è ben diversa dai tempi di qualche "cattivo" papa, ed è ben più grave ed estesa. Ma questo l'ha anche detto più volte la stessa mic e con lei molte altre autorevoli voci.

confortiamoci con queste altre parole tratte sempre dall'apparizione de La Salette

"Dio avrà cura dei suoi fedeli servitori e degli uomini di buona volontà; il Vangelo sarà predicato dappertutto, tutti i popoli e tutte le nazioni conosceranno la verità".

...e un suo appello accorato con cuore di Madre:

"Io rivolgo un appello urgente alla terra; Io chiamo i VERI IMITATORI DI CRISTO fatto uomo, il SOLO E VERO SALVATORE degli uomini; Io chiamo i miei figli , i miei veri devoti, quelli che si sono dati a Me perché io li conduca dal Mio divin Figlio, quelli che Io porto, per cosí dire, nelle mie braccia, quelli che sono vissuti del Mio Spirito; infine Io chiamo gli Apostoli degli ultimi tempi, i discepoli di Gesú Cristo che sono vissuti nel DISPREZZO DEL MONDO e di loro stessi, nella POVERTA' E nell'UMILTA', nel disprezzo e nel SILENZIO, nella preghiera e nella mortificazione, nella CASTITA' e nell'unione con Dio, NELLA SOFFERENZA E SCONOSCIUTI AL MONDO.

È tempo che escano e vengano ad illuminare la terra".

..quindi vengono chiamati per i tempi (i nostri? forse sì...) cui si riferisce la Madre Santissima, proprio coloro che sono l'anti-mondo per pensieri, azioni, atteggiamenti, e soprattutto spirito, per uscire finalmente nel mondo e portare la luce di Dio ("è tempo che escano e vengano ad illuminare la terra"), NON LA PROPRIA, come invece - al contrario - il mondano sa e vuole fare!

AVE MARIA!

AICI ha detto...

Anonimo de le 10.20
Don Tarcisio ieri ha fatto dietrofront perchè dopo le dichiarazioni si è sentito lasciato solo: http://www.ilvenerdiditribuna.it/cronaca/don-tarcisio-le-parole-scelte-state-inopportune-sbagliate/

Io comunque l'ho sentito per paventargli la mia vicinanza, vi invito a fare anche voi così!

mic ha detto...

trascrivo l'incipit di ciò che scrive uno dei soliti Anonimi, cui seguono accuse - sempre sul vago - a padre Manelli:

Ancora una volta, falsamente, si vuole accreditare l'idea che tutto il materiale in possesso della Santa Sede, sarebbe falso; ...

Lei già esordisce male, non so se con cecità o con mala fede.
Infatti qui non si è dichiarato che tutto il materiale in possesso della Santa Sede sia falso.
Sta di fatto che non si può nemmeno definire falso ciò che non è stato, come si sarebbe dovuto, addotto come motivazione dei gravi provvedimenti presi, tutti basati su vaghe (e false) indicazioni di cripto-lefebvrismo et similia...

Si è invece dichiarato FALSO - e lo è davanti a tutti - il presupposto su cui il papa ha confermato la proibizione del Rito Antico, dal momento che è noto a tutti che i FI erano rigorosamente biritualisti.

Così come si è dichiarato - e ciò corrisponde a verità - che il papa ascolta UNA SOLA campana. Qualunque sia il motivo, ciò non depone a favore né della verità né della correttezza né della saggezza.

una sola fede ha detto...

"il papa ascolta UNA SOLA campana"

sai, mic, quando ripenso a tutta questa vicenda... al Padre fondatore ridotto al silenzio e impedito a muoversi liberamente... al commissario...al vdr...allora mi vengono in mente - chissà perché - queste parole di Gesù davanti a Pilato, ovviamente con le debite proporzioni - lo dico solo per i "normalizzatori" che lo sono solo però di solito nella misura in cui non sono toccati loro da tali dolori, sia chiaro -

Rispose Gesù [a Pilato]: «Tu non avresti nessun potere su di me, se non ti fosse stato dato dall'alto. Per questo chi mi ha consegnato nelle tue mani ha una colpa più grande».
(Gv 19,1)

AICI ha detto...

A proposito di biritualisti, nel mio navigare in cerca di 1 mondo che potesse darmi pienezza, alcuni giorni fa sono arrivato al sito di una realtà che conoscevo già anche se poco.
Benedettini di norcia:
http://osbnorcia.org/it/carisma/aposotolato
http://osbnorcia.org/it/chi-siamo/basilica
Si definiscono biritualisti-primo link- per mandato del Papa Benedetto anche se nel secondo link danno gli orari giornalieri solo per la messa VO.
Sto riflettendo se fare con loro il mio percorso di discernimento, che ne pensi Mic?

Anonimo ha detto...

E' come se l'organismo di un individuo, per difendersi da antigeni esterni ed aggressivi penetrati all'interno di esso, non li riconoscesse come estranei e quindi non producesse anticorpi diretti contro di loro... Sarebbe la morte, per setticemia!

ottimo Sine Timore. Penso che Rosa sarà d'accordo nel verificare questa similitudine.
Quando non ci si difende più dal male, non lo si combatte più, si è pronti per accoglierlo dentro di sè, "adeguandosi ad esso" e lasciandosene DIVORARE. Bella prospettiva, in vista di una sincera professione di Fede.
ma molti non si rendon oc onto che siamo in situazione simile a quella dei primi secoli, dove oggi al posto dell'impero romano col suo strapotere abbiamo falsa chiesa poli-eretica cv2ista, calderone mondialNWO, ed essa è molto più feroce di quell'impero, e più determinato ad ESTIRPARE i martyroi di Cristo dalla faccia della terra, iniziando dai consacrati, nel seno stesso di Madre Chiesa, e da quelli che trova più santi nella vita concreta.
O li rieduca -sovieticamente modernizzandoli- O li elimina, tertium non datur.

Cattolico ha detto...

Per Una sola fede 10:51
Caro amico e fratello (o sorella?) io vorrei ricordare anche altre parole di Maria SS.ma, riferite alle lotte tra cardinali e tra vescovi, ai quelli che Lei ha chiamato apertamente "partigiani del diavolo"; e chi altri avrebbe potuto eleggere Bergoglio, se non loro? Inutile quindi inviargli suppliche, come pure inutile è stato inviarle a Papa Benedetto XVI, ad es. per la proclamazione del 5° dogma mariano (Maria SS.ma Corredentrice, Mediatrice ed Avvocata) da parte di alcuni cardinali. Da Roncalli in poi i papi sono stati tutti modernisti (anche se Wojtyla ha avuto il grandissimo merito di cooperare alla caduta del comunismo reale) e quindi sordi alle richieste dei devoti della Madonna e dei fedeli alla Tradizione ed al Magistero bimillenari della Chiesa Cattolica. Ad Jesum per Mariam

Anonimo ha detto...

mic: Sine timore,
se lo si chiama papa è perché il fatto di manifestarsi per molti versi come un cattivo papa non lo fa essere meno papa. E non è nemmeno il primo della storia.


Purtroppo lei sbaglia di grosso. Amplificare questa iniziativa è un grandissimo errore. Nel suo blog, in verità, lei non ha mai preso una posizione chiara e netta su chi sia quest'uomo, e l'ambiguità non è mai cosa buona.
Concordo pienamente con tutti i commentatori che, con le loro parole, hanno tolto la maschera a Bergoglio.

AICI ha detto...

Ansa appena battuta
instrumentum laboris sinodo famiglia: "va battezzato il figlio delle coppie gay che lo richiedono"
-
E siamo solo ai lavori preliminari; figuratevi a la fine!

Luisa ha detto...

Per chi legge il francese e l` inglese riporto qui il link alla discussione sul Forum catholique dove New Catholic di RORATE CAELI ha "scoperto" che un blogger che scrive sul Forum teneva informato fra Angelo Geiger dei suoi contributi.
Leggete i commenti di Fra Angelo Geiger sul suo blog, più chiaro di così!

Fra Geiger, uno dei 5 frati dissidenti, molto attivo nella sua battaglia contro il "tradizionalismo", e senza nascondersene, era presente a Santa Marta con i studenti e i frati convocati dal Papa, ma avendolo saputo solo all`ultimo momento, studenti e giovani frati "efficacemente" circondati e inquadrati dalla nuova dirigenza, apparentemente fra Geiger ha traversato l`Oceano.

http://www.leforumcatholique.org/message.php?num=753613

Anonimo Pisano ha detto...

Sentite,
dopo che la benedizione (ed i consigli sportivi) de vdr hanno fatto perdere pure la nazionale, perchè volete che Padre Manelli lo incontri?
Il Padre è già anziano e malato.
L'incontro con il VdR potrebbe portarlo dritto alla tomba.
Forse questo è lo scopo?
Quando sarà in Cielo, le sue preci faranno piovere sui suoi frati benedizioni sufficienti a far comprendere loro che debbono compiere il salto, di fronte al quale lui ha sempre esitato. Ovvero li si accusa, a torto, di voler dare il posto d'onore ala liturgia di sempre; di voler celebrare esclusivamente quella? LO FACCIANo.

Anonimo ha detto...

A questo punto credo proprio che la Sig.ra Luisa abbia colto nel segno ! I prodromi ci sono tutti !
La parola d'ordine e' : " Allineamento " ! I Padri Fondatori sono agli arresti domiciliari , tutto e' sotto controllo ( P.Volpi et similia ) , avanti con l'operazione Arcipelago Gulag : obbligatoria rieducazione nelle Pontificie Universita' da loro indicate ! Cosa significa
Braz de Aviz , forse Braccio potente della legge ?
E' vero che Bergoglio ha fatto il buttafuori ? Se sì , si comprende che e' un macho , l'uomo che non deve chiedere mai , a cui non piace essere contraddetto .
Questo piacera' a chi voleva l'uomo " forte " !
Anch'io manifestero' la mia solidarieta' al Sacerdote lasciato solo .

mic ha detto...

Per AICI 11:31
Non ho una conoscenza diretta di quella comunità. Credo che però puoi provare.
Penso, da quanto anche mi hai scritto, che non ti manchino gli strumenti per discernere e mi chiedo se hai un padre spirituale con cui confrontarli e afginarli.

AICI ha detto...

Sin da quando sono piccino ho il mio parroco come confessore; poi per conoscenza assunta negli anni e mia difficoltà ad aprirmi su certe cose con chi non conosco bene ho assunto lui come mio padre spirituale. Forse potevo impegnarmi di più a cercarne uno raggiunta l'età adulta ma visto il mio girare tanto per lavoro, l'avere una figura fissa che ti conosce quando torni mi ha portato a non cambiarlo. Certo, se oggi son quel che sono è perchè cerco e frequento persone fervorose al di fuori de la mia parrocchia; come dire...il mio padre spirituale è stato un 'prete operaio' quindi non è il massimo farsi prescrivere un cammino tradizionalista da questa persona;)

Dqante Pastorelli su MiL ha detto...

Non mi risulta che i FFI attacchino quotidianamente il Papa.
E' loro che dovrebbe ricevere, per aver esatta contezza della situazione, ed a loro dovrebbe rivolger i suoi moniti dopo aver evidenziato le loro magagne, che non si sa in cosa consistano, se non nell'amore dell'antica liturgia, in qualche critica ad alcuni aspetti del Vaticano II (molto sfumati peraltro).
Se poi è irato per le critiche che gli vengon rivolte dai laici se la prenda con questi. I più noti sostenitori hanno nome e cognome, non sono anonimi.

RIC ha detto...

I benedettini di Norcia sono dei santi uomini che celebrano giornalmente la messa conventuale nel Rito Extraordinario. Assistervi e' un privilegio unico. Sono qusi tutti stranieri ed in particolar modo statunitensi. Ho un enorme rispetto per loro. Al contempo temo per loro in questa nuova chiesa di lupi travestiti da agnelli.

Luisa ha detto...

Con tono beffardo, i vari frati felici insistono sui 40 frati che sono usciti, vorrebbero farci credere che la stragrande maggioranza dei frati vive felice e contenta la rieducazione, la soppressione della Messa Antica, l`allontanamento di Padre Manelli e dei formatori, la chiusura del loro seminario, l`obbligo di studiare altrove, i frati felici si guardano bene dal dire che se sono 40 ad essersene andati, son ben più numerosi coloro che sia sono impediti di uscire, sia pazientano sperando ancora in una soluzione che non sia quella della dissoluzione dell`Ordine e del suo carisma , quel carisma che li aveva attirati e non un altro, sia che altri, giovani e spesso stranieri, non saprebbeero dove andare se dovessero uscire.

Mazzarino ha detto...

Benedettini di Norcia. Mi hanno contattato da ALMA PREX e con amici ci sono stato. Anche a me sono sembrate ottime persone.

AICI ha detto...

Grazie Ric e Mazzarino per le dritte=)
Mazzarino:Alma Prex è un modo per dire: alunni della preghiera?
X Ric: loro da un lato mi verrebbe da dire che dovrebbero star più tranquilli dato che scrivono sul loro sito"Inoltre, la Santa Sede ci ha affidato l’apostolato speciale per celebrare l’Eucaristia in entrambe le forme (in utroque usu), ovvero nella Forma Ordinaria e nella Forma Straordinaria del Rito Romano." ma dall'altro mi dico:<>.
Vi posto magari per interesse, se ve li siete persi e non li conoscete i cugini de i Francescani dell'Immacolata che sono i Benedettini dell'Immacolata, dicono messa solo in VO stanno a Genova e derivano da un ramo francese...Messa in Latino li descrive così(comunità monastica tradizionale in Italia, fondata da un pugno di monaci francesi provenienti da Le Barroux che, in spirito fraterno con i Francescani dell’Immacolata (il primo Ordine ad avere adottato quale modalità ordinaria di celebrazione quella... straordinaria) hanno aggiunto la medaglia della Vergine all’abito glorioso di S. Benedetto.)Sito:[http://www.benedictins-de-immaculee.com/?lang=it]

Anonimo ha detto...

Confermo quanto RIC 16.45.
Conoscere i Beneettini di Norcia è una esperienza che rimane nel cuore.

murmex ha detto...

I Benedettini dell'Immacolata stanno a Villatalla , piccolissimo borgo nell'entroterra di Imperia , e sono venuti qui (credo) su richiesta di mons Oliveri . Sono esemplari per umiltà e devozione , celebrano esclusivamente la S Messa di sempre , hanno già nuove vocazioni , e la loro presenza mi pare cominci a dare frutti nel popolo . non tutta la liguria , grazie al Cielo , è rossa . Penso che loro sarà difficile "bastonarli ". Il loro blog ,con tutte le notizie , è Benedettini-Immacolata.blogspot ,

Anonimo ha detto...

Non parlate troppo di questi bravi Benedettini a qualcuno potrebbe venire in mente di affidarli alle cure amorose di un qualche p Volpi.Di questi tempi essere cattolici è pericoloso.Bobo

AICI ha detto...

Su Rai Storia ora stanno dando la prima de le 4 puntate de le Crociate. Quelli si che erano tempi dove sapevamo farci valere; ora se diamo una spada ad un prete rischiamo che non la riponga nel fodero a la cintola....

Anonimo ha detto...

Signora, riguardo alla salvaguardia del Carisma e alla certezza della vita dell'istituto se n'è fatto garante il Papa -vedi incontro S. MARTA-.
Lei parla di numerosi frati che avrebbero l'intenzione di uscire:
bé io le intenzioni dei cuori ancora non sono in grado di appurarle ma i numeri e le lettere si e allo stato di oggi i frati usciti sono quelli dichiarati -che guarda caso rispecchiano un po la percentuale di quelli che nel questionario famoso dichiaravano che tutto era a posto e che vivevamo felici e contenti.
Infine riguardo agli stranieri costretti a star dentro per necessità. ... è qualcosa di veramente offensivo -per loro intendo-. I nostri frati studenti stranieri non sono clandestini senza garanzie, sono tutti in regola con la loro posizione e verso la Chiesa che lo pretende a tutela di entrambi e verso lo Stato per la Residenza, assistenza sanitaria ecc. Ma in più hanno la garanzia di sostegno economico da parte dell'istituto-lo vuole lo stato- anche nel caso dovessero uscire -compreso il biglietto aereo se fosse loro intenzione tornare a casa-.
Ma questo è al riguardo del freddo aspetto burocratico.
Per quanto riguarda lo Spirito un frate straniero, come del resto è sempre stato e per tutti, può fsre domanda in altro istituto religioso, puo chiedere sostegno al Nunzio, al proprio Vescovo ecc.. mi creda, la Chiesa si prende molta cura dei suoi figli che sono lontani dalla loro casa come nessun Stato fa.
La sua conclusione che questi confratelli stanno dentro perché costretti da una prospettiva di paura e solitudine è davvero di uno squallore unico
ff

murmex ha detto...

pewr i benedettini dell'Immacolata penso non ci possano essere appigli per la "rieducazione" ,se non erro è proprio nei loro statuti la celebrazione esclusiva della S Messa di sempre.Risulterebbe nel loro caso troppo evidente l'atteggiamento tirannico , si aprirebbe qualche crepa in più nel monolite "misericordia "; e qui si vede anche che l'attaccamento alla Tradizione senza tentennamenti è più fecondo di protezione divina che un atteggiamento più sfumato (senza per questo dare addosso ai buoni Francescani ). Ci avviamo rapidamente , mi pare , verso un tempo in cui occorrerà più Fortezza che Prudenza (o , per lo meno , bisognerà stare attenti a non confondere la Prudenza con la umana prudenza )

murmex ha detto...

Parlo dei Benedettini dell'Immacolata , gli altri penso siano in alcuni casi biritualisti ,e in alcuni casi (c'è qui vicino a me un convento medievale molto bello )mi pare celebrino solo NO

murmex ha detto...

pewr i benedettini dell'Immacolata penso non ci possano essere appigli per la "rieducazione" ,se non erro è proprio nei loro statuti la celebrazione esclusiva della S Messa di sempre.Risulterebbe nel loro caso troppo evidente l'atteggiamento tirannico , si aprirebbe qualche crepa in più nel monolite "misericordia "; e qui si vede anche che l'attaccamento alla Tradizione senza tentennamenti è più fecondo di protezione divina che un atteggiamento più sfumato (senza per questo dare addosso ai buoni Francescani ). Ci avviamo rapidamente , mi pare , verso un tempo in cui occorrerà più Fortezza che Prudenza (o , per lo meno , bisognerà stare attenti a non confondere la Prudenza con la umana prudenza )

Anonimo ha detto...

ff delle 9.48, lei mente sapendo di mentire. Non mi soffermo sui punti da lei citati, ma lei mente sapendo di mentire sia sui numeri che sulle opportunità offerte, tranne sulla garanzia del biglietto di ritorno, che alle strette offrite.
fr

murmex ha detto...

Chi viene in vacanza in Riviera li vada a trovare :si sale su per la valle Prino alle spalle di Porto Maurizio(città posta sotto la protezione del glorioso martire S Maurizio e patria del grande S Leonardo ,che ,uomo senza remore nel parlar chiaro , potremmo invocare perchè ci aiuti a non essere timidi nella difesa della Verità ).L'orario delle funzioni è sul loro sito .

murmex ha detto...

mic si sa sicuramente difendere da sola , ma mi pare , anonimo , che chi fa della misericordia la sua bandiera dovrebbe capire che abbandonare una realtà che si è amata è comunque difficile , richiede tempi di maturazione dolorosa .Poi non eravate voi ,per quanto riguarda l'aspetto materiale , a dire che "nessun vescovo li voleva accogliere "?. E con larvata soddisfazione , fra l'altro . Lo squallore è tutto vostro ,esimi modernisti .

Luisa ha detto...

Lo squallido unico, ff=frate felice, è che lei continui qui ed altrove a occultare la realtà, a travestirla, a farla diventare addirittura fonte di felicità, questo basterebbe a qualificare i suoi contributi.
Negare il malessere, la sofferenza, di chi sta subendo quella che difficilmente si può definire altrimenti che "rieducazione" ,
tentare di screditare, calunniandolo, un frate uscito soffiando a Tornielli quella subdola menzogna,
sorvolare sui gravi provvedimenti e sull`ancora assenza di quel che li giustifica,
osare dire che i frati che vorrebbero uscire troverebbero accoglienza altrove, addirittura presso i vescovi, mentre quel che sappiamo è che è piuttosto un tentativo di terra bruciata attorno a loro che è in corso, le pressioni sui vescovi ne sono un esempio,
negare che gli studenti, e i giovani frati, lontani dalla loro famiglia e dal loro Paese siano particolarmente vulnerabili, questo sì, frate felice, è, per riprendere la sua espressione, di uno squallore unico.

Anonimo ha detto...

Come sempre :ottima Luisa, 11,24, ha detto quello che avrei voluto dire, sapendo, direttamente e costantemente quanta sofferenza nei fratini soprattutto stranieri e che ff mente sapendo di mentire.
fr

Anonimo ha detto...


Piuttosto, perchè il frate così felice, e così bene informato, non ci dice quali crimini orrendi avrebbero commesso Padre Manelli e i formatori dell`Ordine?
Non si decapita un Ordine, esautorando uno dei suoi fondatori, e confinandolo in libertà vigilata, se non per gravissimi motivi, non si chiude un seminario se non perchè l`insegnamento contrastava con la Dottrina della Chiesa, non si sospende una Messa in una delle due forme del Rito Romano, bypassando una legge universale della Chiesa, il Summorum Pontificum.
Ora appare evidente che niente di tutto ciò resiste ad un confronto con la realtà testimoniata da chi conosce i FFI.
Quali sono dunque i motivi che hanno provocato il commissariamento con quei durissimi provvedimenti?
Può chi accusa esplicitarli in modo chiaro e trasparente, con nomi, fatti e date e non con illazioni infamanti e sottintesi diffamatori?
P.

Anonimo ha detto...

Frate o Padre, sei molto bene informato su dati sensibili dell'Istituto. Tuttavia le confidenze pubbliche di ex frati, vedi lettera di Mazzieri, vedi manipolazioni sui motivi dell'uscita del novizio, smentiscono tutto il tuo discorso. Terrorismo puro, persecuzione e plagio ora regnano nel lager da voi creato. Un ex frate.

Silente ha detto...

L'espressione, peraltro pagana e non cristiana: "quod deus perdere vult, dementat" è applicabilissima ai vari anonimi e "frati felici" che infestano il sito, caritatevolmente pubblicati da Mic per nostra edificazione e sano divertimento.
Costoro applicano la tattica guerrigliera del "mordi e fuggi": entrano, distribuiscono insulti e falsità, poi scompaiono. Non rispondono alle pacate argomentazioni degli altri partecipanti al blog. Quanti di noi hanno ricordato loro le persecuzioni inflitte a un santo e fiorente Ordine, le antigiuridiche proibizioni della S. Messa di sempre, l'imposizione delle sciatterie dottrinarie e liturgiche del cosiddetto Novus Ordo (ma è veramente "ordo"?), le minacce, i domicili coatti e gli arresti domiciliari, le dispersioni, le deportazioni, i "questionari" falsificanti e umilianti (simili a quelli che gli Alleati imposero a tutti tedeschi dopo la fine della guerra), le proibizioni a scrivere e testimoniare, la chiusura dei seminari, le accuse di essere "cripto-lefebvriani" (so what? magari lo fossero veramente!), il miserabile impedimento a Padre Manelli a dir Messa sulla tomba dei genitori?
I vari anonimi e frati felici non rispondono, tacciono per un po', poi continuano nella loro guerriglia.
Alludono, senza provarle, ad accuse di "malagestione". Insinuano di "dossier" vaticani mai visti né letti. E noi, come gonzi, (ma sappiamo che i cattolici tradizionalisti sono in-genui nel senso etimologico del termine, per fortuna) cadiamo nella rete e torniamo ad argomentare, a dimostrare, a cercare di convincere. Me le vedo le espressioni onanisticamente e stolidamente soddisfatte di costoro alle nostre reazioni.
Ma il gioco sta diventando stucchevole. Chiedo a Mic: dobbiamo continuare?

Anonimo ha detto...

Posso testimoniare un episodio accaduto a Roma .
Due giovani FFII stranieri capitati in una ASL di Roma
per due visite della specialista broncopneumologa ,
non avendo un centesimo per pagare il corrispettivo delle visite ,stavano andando via quando qualcuno ci informo' che anche la specialista , avvisata , si rifiutava di effettuare la visita gratis et amore Dei per cui prontamente la nostra persona pago' di tasca propria il costo di due visite specialistiche . Fummo subito ringraziati e dopo una settimana i due fraticelli ci portarono in regalo " IL ROSARIO MEDITATO " di Padre Manelli e la medaglietta della IMMACOLATA che noi conserviamo gelosamente . Sacri Cuori di Gesu' e Maria vi ringraziamo per questa occasione di carita' che ci avete dato !

M. Prodigal ha detto...

Grazie a tutti coloro che difendono Padre Manelli e il vero Francescani dell'Immacolata. Sono personalmente grato. Se qualcuno è in contatto con i santi fondatori, si prega di far loro sapere che ci sono persone che pregano per loro provenienti da tutto il mondo.

I dissidenti hanno il sopravvento in questo momento e continuare con la segretezza, l'intimidazione, false accuse, e altro ancora. Ma i loro sforzi non riuscirà, alla fine, perché la verità sarà conosciuta. Padre Manelli è un sacerdote santo e la persecuzione contro di lui e il santo Istituto saranno ripristinati un'estremità giorno e le cose.

Grazie ancora a tutti coloro che difendere la verità e non sono ingannati da insulti e false accuse.

Luisa ha detto...

Vi segnalo un articolo del Prof. De Mattei che fa il punto sul cosidetto "cripto-lefebvrismo":

http://www.corrispondenzaromana.it/christianus-mihi-nomen-est-catholicus-cognomen/