lunedì 30 dicembre 2013

Chi è padre Manelli

Padre Stefano Maria Manelli nasce a Fiume, in Istria, il 1° maggio 1933: sesto di ventuno figli (sì, ventuno).


Dei suoi genitori, figli spirituali di padre Pio, è attualmente in corso il processo di beatificazione (sì, di entrambi).

Padre Manelli riceve la Prima Comunione nel 1938 (sì, all'età di cinque anni), da padre Pio (sì, da san Pio da Pietrelcina).

Entra nei Frati Minori Conventuali l'8 dicembre 1945 (sì, all'età di dodici anni).


Completerà il percorso di formazione con la professione definitiva dei voti a maggio 1954 (sì, appena compiuti i ventun anni).


Viene ordinato sacerdote nel 1955 (sì, a ventidue anni).



Biografia completa

19 commenti:

Luisa ha detto...

Qui il video dell`intervento di Padre Cavalcoli al secondo convegno sul Summorum Pontificum.
Ascoltate anche le parole di presentazione di Padre Nuara, riferendosi a Mons. Gherardini e Padre Manelli parla della grazia di ascoltare quelle figure meravigliose in confronto alle quali si sentiva piccolo, descrive in seguito quel che ha percepito nella comunità dei FFI con l`apporto del Summorum Pontificum.

http://www.youtube.com/watch?v=pLTVKHWtjtM

Luisa ha detto...

Scusate, mi correggo, si tratta evidentemente dell`intervento di Padre Manelli!

rosa ha detto...

Segnalo a EP che Fiume, all' epoca della nascita di P. Manelli, era Italia, non Croazia, stato che all' epoca NON esisteva, essendovi allora il Regno di Iugoslavia, del quale Fiume NON faceva parte.
Cio' in onore e memoria degli Italiani uccisi dai comunisti titini mentre difendevano quelle terre e di coloro infoibati SOLO perche' Italiani.
Conoscendo molto bene il carattere ed il modo di pensare dei Fiumani, penso che lo stesso P. Manelli, pur tra tutto i suoi pensieri, non apprezzerebbe il (Croazia).
Rosa

Anonimo ha detto...

Nsce a Fiume,Italia nel 1933!

Anonimo ha detto...

Una sola correzione: Fiume ora è in Croazia.

Silente ha detto...

Sì, sì, lo so: "de minimis...". Però attribuire Fiume alla Croazia è, purtroppo, vero oggi, ma non nel 1933, quando nacque p. Manelli. Fiume era gloriosamente, gioiosamente e orgogliosamente italiana. Non credo che le centinaia di migliaia di profughi giuliano-dalmati, scampati alle foibe rosse, e tra questi, evidentemente, p. Manelli, siano contenti di questa attribuzione geo-politica.
D'accordo, non era perfettamente cattolico, ma ci siamo già dimenticati dell' "impresa fiumana" di D'Annunzio?

Radio Vobiscum - [Germania] ha detto...

+

Laudetur Iesus Christus ! Semper laudetur !

Carissimi Amici, carissimi Ascoltatori di Radio Vobiscum,

Vendendo il percorso spirituale di quel uomo e dei suoi genitori, si puo ben capire perchè Satana se la prende con il suo operato e specialmente quel ordine francescano fondato da Lui.

A mani giunte ! Preghiamo l'Immacolata.

Radio Vobiscum - [Germania}

http://radio-vobiscum.tumblr.com/

+

Brutte notizie.... ha detto...

Buona fine....d'anno, anno tristissimo

http://opportuneimportune.blogspot.it/2013/12/aggiornamento-sui-ffi.html?m=1

Brutte notizie.... ha detto...

La richiesta presentata da 230 (su 350) Frati Francescani dell'Immacolata alla Pontificia Commissione Ecclesia Dei per riconoscere l'Ordine come istituto regolato dal Motu proprioSummorum Pontificum è stata respinta. 

(Via card.......baronio)

Anonimo ha detto...

Si può verificare la notizia?

hpoirot ha detto...

a mic (che non pubblica) faccio presente che qualla frase "È stato l’errore dell’età confessionale ..." é un' esplicita condanna di tutto il Concilio di Trento, in blocco.

Anonimo ha detto...

A "Brutte notizie" ore 21:40
notizia infondata.
Attenti alla disinformazione che semina disfattismo psicologico. Sono giochi sottili.

mic ha detto...

Hpoirot, non ho pubblicato perché non é un discorso da affrontare qui.
Ma ho salvato il commento.
Ne riparleremo.

mic ha detto...

La notizia nuda e cruda delle 21:40 manca delle motivazioni oltre che di una fonte certa.

Esistenzialmente Periferico ha detto...

La vita di padre Manelli contraddice le Strategie Pastorali attualmente in vigore.

Prima Comunione a cinque anni. Erano tempi in cui si seguiva il consiglio di san Pio X: se sanno distinguere tra pane e Pane, allora sono pronti per la Comunione. Immaginatevi i tuoni e fulmini qualora un parroco oggi trovi dei casi in cui è giusto concedere la Prima Comunione ai sei o sette anni di età...

Non parliamo dell'età minima per entrare in un ordine religioso o in seminario, fra tempi propedeutici, anni previ, prepostulandati, anni pastorali e quantaltro...

L'ordinazione sacerdotale oggi si fa non prima dei 25 anni compiuti. Con sei mesi di anticipo a discrezione del vescovo e altri sei mesi a discrezione della Santa Sede: minimo 24 compiuti, dunque. Altri tempi, quando si ordinava ancohe a 22-23 anni, sia per evidente maturità, sia per problemi di salute.

Il beato Schuster ordinava in anticipo i candidati con seri problemi di salute ("se sta per rendere l'anima al Creatore, gliela renda da sacerdote"). I vescovi oggi in caso di problemi di salute del candidato, rinviano l'ordinazione ("non sia mai che gli muore un prete appena ordinato!").

Anonimo ha detto...


Sì, sì, lo so: "de minimis...". Però attribuire Fiume alla Croazia è, purtroppo, vero oggi, ma non nel 1933, quando nacque p. Manelli. Fiume era gloriosamente, gioiosamente e orgogliosamente italiana.
SI può risolvere salomonicamente il dilemma scrivendo semplicemente FIUME in ISTRIA.

RIC ha detto...

FInalmente qualcuno che parla chiaro. Era ora!!!

http://www.radicatinellafede.blogspot.it

Anonimo ha detto...

http://it.gloria.tv/?media=27749

qui al min 12:10 è possibile ascoltare p. Manelli e poi p. Pellettieri.
Così parlano i santi...
Che strano, dicono che tutto, la loro storia..., è nato dal concilio e poi in nome del concilio li disperdono...
Mah!

Anonimo ha detto...

Padre Stefano è personaggio di estrema levatura e il suo carisma è decisamente indigesto all'attuale "establishement" del Vaticano, a cominciare dal suo Capo supremo. Lui rappresenta il vero Cattolicesimo, quello dei tantissimi Santi che onorano la Santa Chiesa, e che ora si vuole stravolgere. Basta ascoltare attentamente le parole del Papa nell'omelia odierna, almeno per quanto ho sentito nello stralcio del TG2 delle 18.30
Il tempo di Caino è arrivato ... (profezie di Teresa Neumann)
Silvano