lunedì 9 ottobre 2017

Il 13 ottobre un muro di persone reciterà il Santo Rosario anche in Italia

Riprendo da MiL, condividendo. Il Rosario è una potente arma contro il male e con esso si possono fermare anche le guerre e gli eventi naturali. Quindi, nel centenario dalle Apparizioni di Fatima, venerdì 13 ottobre 2017 alle ore 17.30, uniti, eleviamo al cielo le nostre preghiere. Così scrive un lettore: Quella della Polonia è stata una grande preghiera popolare sui confini spirituali, culturali e materiali della nazione. Il confine spirituale è quello della lotta contro il male per raccogliere l’invito alla conversione della Madonna di Fatima a cento anni da quelle apparizioni. Altrettanto vuole essere questa iniziativa italiana alla quale aderiamo con generosa speranza.

Diffondiamo una partecipazione intensa e massiccia perché anche in Italia “Un muro di persone reciti il Rosario (e offra digiuno e sacrifici) su tutto il territorio della nostra Nazione”
La proposta parte dall'AIASM (Associazione Italiana Accompagnatori Santuari Mariani) seguendo il bellissimo esempio dei fratelli polacchi (qui): il 13 ottobre alle ore 17.30 è indetta la più potente iniziativa per la pace: “la preghiera del Santo Rosario accompagnata, per chi può, da digiuno e sacrifici”.
Su tutto il territorio Nazionale ogni uomo/donna di buona volontà si rechi quindi nella propria Parrocchia e/o crei gruppi di preghiera con la stessa intenzione dei fratelli Polacchi: “Chiedere alla Madonna di salvare l'Italia e l’Europa dal nichilismo islamista e dal rinnegamento della fede cristiana”. Chi è impossibilitato ad aderire ad iniziative comunitarie, si può unire spiritualmente a livello individuale.
La Recita del Rosario comincerà alle ore 17.30. Digiuno e rinunce secondo le possibilità di ognuno. Meglio se in stato di grazia (previa confessione sacramentale).

27 commenti:

irina ha detto...

Il Giornale,"Don Minniti" ora apre alla Chiesa. L'ultima mossa per salire a Palazzo Chigi
Il sì allo ius soli lo ha riavvicinato ai cattolici. E il Pd trema
Angelo Amante - Lun, 09/10/2017 -

Anonimo ha detto...

Sarebbe opportuno elencare le parrocchie che aderiscono all' iniziativa.

Anonimo ha detto...

Solo e soltanto per una spinta ulteriore per progredire nella santificazione personale
https://gloria.tv/article/e8d6phbjXb7t1xQLtyrf8Yr7B

Ave Maria ! ha detto...

Atto di consacrazione SOLENNE all'Immacolata (composto da S. Massimiliano Maria Kolbe):
( si ripete ogni giorno )

O Immacolata, Regina del Cielo e della terra,
Rifugio dei peccatori e Madre nostra amorosissima,cui Dio volle affidare l’intera economia della Misericordia , io (… dire il proprio nome…), indegno peccatore, mi prostro ai Tuoi piedi,supplicandoTi umilmente di volermi accettare tutto e completamente come cosa e proprietà Tua, e di fare ciò che Ti piace di me e di tutte le facoltà della mia anima e del mio corpo, di tutta la mia vita, morte ed eternità.
Disponi pure, se vuoi, di tutto me stesso, senza alcuna riserva, per compiere ciò che è stato detto di Te:
“Ella Ti schiaccerà il Capo” (Gn 3,15), come pure:
“Tu sola hai distrutto tutte le eresie nel mondo intero” (Lit.),
affinché nelle Tue mani immacolate e misericordiosissime io divenga uno strumento utile per innestare e incrementare il più fortemente possibile la Tua Gloria in tante anime smarrite e indifferenti e per estendere in tal modo, quanto più è possibile,il benedetto Regno del SS. Cuore di Gesù.
Dove Tu entri, infatti ottieni la Grazia della conversione e santificazione,poiché ogni Grazia scorre, attraverso le Tue mani, dal Cuore dolcissimo di Gesù fino a noi. Amen!

V. Concedimi di lodarTi, o Vergine Santissima.
R. Dammi forza contro i Tuoi nemici. (SK. 1331)

Anonimo ha detto...

L'importante e' annaffiare le nostre radici cristiane allo scopo di rinverdirle , l'importante e' non rinnegare Gesu' Cristo , l'importante e' pregare per noi e per tutti !
Grazie Polonia per averci dato il "La".
https://gloria.tv/article/28CsEWGhzUWL1gihuScHT46Sr

Anonimo ha detto...

Immagini per meditare
http://www.scuolaecclesiamater.org/2017/10/immagini-per-meditare-operazione-mare.html

Anonimo ha detto...

LUX AB ORIENTE
"Amo la Polonia in modo particolare; da essa susciterò una scintilla che preparerà il mondo alla mia seconda venuta" (Gesù a Santa Faustina Kowalska - maggio 1938 – Q. VI, n.1732). ) - "Ecco faccio una cosa nuova: proprio ora germoglia. Non ve ne accorgete?" (Isaia 43,19).
Una corona di Rosario vivente di milioni di polacchi abbraccia la Polonia pregando per il paese e per il mondo intero.
ANCHE L'ITALIA IN PREGHIERA IL 13 OTTOBRE COME LA POLONIA

Anonimo ha detto...

Oggi la Chiesa ricorda il Beato John Henry Newman, che "appartiene ai grandi dottori della Chiesa, perché egli nello stesso tempo tocca il nostro cuore e illumina il nostro pensiero"
J. Ratzinger-1990 (Benedetto XVI)

Concetta ha detto...

Ci saremo ci saremo. Come in Polonia

Gianni B. ha detto...

Qualcuno si chiedeva perché i media di regime non dessero informazioni sul Santo Rosario recitato in Polonia. Ecco la risposta nelle note al servizio fotografico pubblicato da Repubblica col seguente commento:

""(ap)
Polonia, integralisti cattolici manifestano alle frontiere contro "l'invasione dell'Islam"
"Il rosario alla frontiera". Si chiama cosí la controversa, enorme azione collettiva dei movimenti cattolici polacchi: lungo le frontiere terrestri e marittime del paese, oltre un milione di fedeli guidati da vescovi e incitati da conferenza episcopale e governo hanno pregato contro l'Islamizzazione dell'Europa in quello che appare come una sorta di esorcismo di massa. In un'atmosfera quasi medievale e in un paese che di fatto non ospita profughi, appare singolare che i cristiani diventino antimigranti e messaggeri di odio. Ma la chiesa polacca conferma così di essere in rotta con papa Francesco che attraverso i media vaticani censura ogni giorno la potente emittente iperclericale Radio Maryja, spina dorsale dei mega-raduni degli ultrà cattolici
di ANDREA TARQUINI - 09 ottobre 2017""
http://www.repubblica.it/esteri/2017/10/08/foto/polonia_integralisti_cattolici_manifestano_a_frontiere_contro_invasione_islam_-177696734/1/

Hanno atteso un giorno, fatto verifica in Vaticano del gradimento o meno, e sparato ad alzo zero sui cattolici, sulla Polonia, sulla Chiesa. Con le solite menzogne e mistificazioni. Da Santa Marta si plaude ?

Luisa ha detto...

Da Santa Marta si plaude?
Domanda retorica suppongo.
Il silenzio di Bergoglio all`Angelus ha parlato per lui.
Ci sommergono con le loro passerelle, lottano contro i muri, hanno inventato slogan come "islamofobia" ma siamo arrivati oggi, compreso nella chiesa, all`islamofilia.
Non puoi più descrivere una realtà che è sotto i nostri occhi, anche se i media complici e collaboratori tentano di nasconderla, senza subito essere zittito e bollato come islamofobo, razzista, reazionario, duro di cuore...
Mi ha ""consolato"" sentire il Ministro degli interni francese dire ieri che è urgente ricuperare i territori persi della Repubblica, non osano ancora ammettere che molti quartieri, comuni, sono diventati una contro-società musulmana, dove vige la sharia, e dove la polizia non entra, lasciando gli abitanti in mano a quella polizia del pensiero e del costume (musulmani), conoscono perfettamente il problema ma, impotenti, continuano, a ricoprirlo con un manto di velluto, parlando di amalgame da rifiutare, di un islam di pace...e in modo vile continuando a non nominare quel terrorismo che è islamico e solo islamico.

Anonimo ha detto...

Piccoli riflessi della Chiesa in un giorno benedetto
Leggo su alcuni post che Repubblica ha definito il milione di polacchi che ha recitato il rosario "fomentatori di odio" (Martino Mora) e che TVSat 2000 non ha neanche dato la notizia (Lorena Poloni), come ovvio, essendo per loro una ferale notizia (così come del resto hanno fatto tutti i media nazionali).
Conclusione: al di là delle giuste riserve che si possono avere anche sul mondo cattolico polacco... quale riprova più infallibilmente cogente di questa si può dare del fatto che si è trattato di un evento epocale e in sé irresistibilmente positivo?
Nessuna.
Quando si hanno 10 fortezze, e se ne sono perse 9, inutile accusare i colpevoli della perdita delle 9, se questi, almeno, ora stanno difendendo la decima. Intanto aiutiamoli a difendere la decima. Poi si faranno i conti di tutto.
Sabato, è stata un'epocale vittoria. Di resistenza, ma vittoria.
E il lato più profondo di questa vittoria risiede nel coraggio di un popolo. E, almeno questa volta, pure del suo clero. Che ha dimostrato, almeno questa volta, di avere ancora nell'anima il riflesso della vera unica Chiesa.
Quando c'è un raggio di luce, va colto e celebrato. Perché... Portae inferi non praevalebunt. E questo vorrà pur dir qualcosa, specie nella notte immensamente nera che stiamo vivendo.
Ed era il 7 ottobre.
(Massimo Viglione)

Alex da roma ha detto...

Segnalo questo interessante articolo
https://cronicasdepapafrancisco.com/2017/10/07/per-il-cardinale-koch-la-riforma-protestante-fu-cosa-positiva/

irina ha detto...

Se si potesse anche noi star fuori, grani di un lungo rosario italiano.

Anonimo ha detto...

L'Italia non è la Polonia, qui la CEI non combatte l'islamizzazione bensi organizza crapule in basilica pro migranti e pregiudicati, sponsor della magnata, Bergoglio...

Luisa ha detto...

Lo sapete che abbiamo un papa POP?
Lo dice don Viganò che, rispondendo ad una domanda, afferma anche che il papa è il primo che sta compiendo la desacralizzazione della figura del papa, e in questo gli diamo ragione, ma dove ci scappa un sorriso è quando aggiunge che Bergoglio sta smontando l`apparato delle corti!!
Ma se il papa argentino è circondato da una corte in ginocchio, da una serie di cloni, di minibergoglio!
Quanto poi a chi si avvicinerebbe al Vangelo grazie al papa supereroe e pop , in assenza di prove concrete e in presenza di una realtà che prova il contrario, possiamo solo constatare che la bergogliomania fa perdere anche il senso del ridicolo.

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/17_ottobre_08/don-vigano-papa-murales-maupal-si-pop-sta-la-gente-b862659e-ac0a-11e7-b229-0974b7f57cc3.shtml

PS: a meno che per Vangelo don Viganò intenda la lettura fatta da Jorge Bergoglio alla luce della cultura contemporanea e della sua ideologia.

mic ha detto...

Il 9 ottobre del 1958 moriva Papa Pacelli. Chiediamo la sua intercessione e ricordiamo queste sue fulgide parole:

"...Non esitiamo quindi ad affermare di nuovo pubblicamente che grande è la speranza da Noi riposta nel santo rosario, per risanare i mali che affliggono i nostri tempi. Non con la forza, non con le armi, non con la umana potenza, ma con l'aiuto divino ottenuto per mezzo di questa preghiera, forte come Davide con la sua fionda, la chiesa potrà affrontare impavida il nemico infernale, ripetendo contro di lui le parole del pastore adolescente: «Tu vieni a me con la spada, con la lancia e con lo scudo: ma io vengo a te nel nome del Signore degli eserciti ... e tutta questa moltitudine conoscerà che il Signore non salva con la spada, né con la lancia» (1 Re 17, 44.49).
Per la qual cosa vivamente desideriamo, venerabili fratelli, che tutti i fedeli, dietro il vostro esempio e il vostro incitamento, corrispondano con sollecitudine alle Nostre paterne esortazioni, unendo insieme i loro cuori e le loro voci, nello stesso ardore di carità. Se aumentano i mali e gli assalti dei cattivi, deve parimenti crescere e diventare sempre più vigoroso lo zelo di tutti i buoni; si sforzino costoro di ottenere dalla nostra amorosissima Madre, specialmente per mezzo di questa preghiera, senza dubbio a lei graditissima, che possano ritornare al più presto tempi migliori per la chiesa e per la società.
PIO XII LETTERA ENCICLICA INGRUENTIUM MALORUM
LA RECITA DEL ROSARIO MARIANO 1951

Caterina63 ha detto...

Grazie Mic ^__^ anche noi ci siamo uniti a voi e a MIL ^__^ https://cooperatores-veritatis.org/
prendiamo il Rosario e Avanti con Maria. Grazie per questa opportunità.
(ci vediamo il 28 all'Angelicum? se non incontrerò problemi ci sarò, a Dio piacendo)

mic ha detto...

Spero anch'io di esserci. Sarò felicissima di rivederti!

Anonimo ha detto...

http://lanuovabq.it/it/la-mensa-si-e-fatta-chiesa-e-non-viceversa

Marisa ha detto...

Verso il baratro a rotta di collo:

https://apostatisidiventa.blogspot.it/2017/10/il-modo-di-impillolarlo-ai-fedeli.html

https://anonimidellacroceblog.wordpress.com/2017/10/09/spifferi-parte-xlviii-nuove-precisazioni-sulla-commissione-per-lintercomunione-e-il-lavorio-dietro-le-nostre-spalle-dormienti-di-fra-cristoforo/

Anonimo ha detto...

"REPUBBLICA" E IL DISPREZZO DEI CATTOLICI
.
Da decenni i veri cattolici sanno che "Repubblica" è il giornale più anticristiano che ci sia in Italia. E' emblematico che Bergoglio lo abbia eletto a suo pulpito. Infatti questo giornale è rimasto lo stesso e stamani - parlando dei cattolici polacchi che si sono riuniti in più di un milione per recitare il Rosario - li definisce sul suo sito "MESSAGGERI DI ODIO". Avete letto bene: ODIO. Questi cattolici, che semplicemente si sono riuniti a pregare, nel XX secolo sono stati perseguitati e sterminati dai nazisti e dai comunisti. A questo popolo che inerme ha affrontato il martirio il giornale di Scalfari oggi riserva questo trattamento...E' Repubblica che insegna l'amore o sono i martiri come il polacco p. Kolbe?
Dedicato a Bergoglio: dimmi con chi vai...
(Antnio Socci)

Luigi Rmv ha detto...

Grazie s Gianni B per l'articolo di Repubblica
Nuovi insulti vengono coniati per i cattolici che pregano quell'insopportabile Rosario:
"integralista cattolico" (vecchio, ma il più utilizzato)
"messaggero di odio",
"iperclericale"
"cristianista"
"ultrà cattolico"
"talebano cattolico" (capolavoro di contraddizione)
... Oltre ai soliti
"oscurantista medioevale"
"rigido attaccato alla legge"
"gente che ha qualcosa che non va"
"islamofobo"
"omofobo"

... Tutti facenti parte di "gruppetti", "circoletti", ecc.la cui colpa è non voler seguire chi vuole falsificare il Vangelo e piegare la Chiesa di nostro Signore Gesù Cristo al potere del Nuovo Ordine Mondiale, e dell'Anticristo che esso partorira' tra non tanto tempo.

Il bello e' che la gravità di questo atto sovversivo, pregare il Rosario, deriva dall'aver voluto impedire - riunendosi in preghiera naturalmente "medioevale" - l'islamizzazione dell'Europa.
Come se questa fosse una cosa auspicabile, fonte di fratellanza, liberta, dignità, aumento di lavoro, benessere, garanzia di rispetto delle religioni non islamiche, speranza di salvezza.....

Tutto ciò, scritto da un giornale di sinistra che si scopre più clericale degli "iperclericali" polacchi, al punto da lodare la censura

".....Ma la chiesa polacca conferma così di essere in rotta con papa Francesco che attraverso i media vaticani CENSURA OGNI GIORNO la potente emittente iperclericale Radio Maryja, spina dorsale dei mega-raduni degli ultrà cattolici.

Quale sarà il prossimo passo?
Vedo nubi nere, vento e terremoto


Unica ricchezza in vita e in morte . ha detto...

10° giorno: Il Santo Rosario; Preziosità della Corona
FONTE: Ottobre, Il mese del Rosario, P.Stefano M. Manelli, settembre 2010, © Casa Mariana Editrice.

http://www.stellamatutina.eu/10-giorno-santo-rosario-preziosita-corona/

Anonimo ha detto...

Fuori tema: L'Associazione Amici di Padre Bernard comunica che sul suo sito www.amicidipadrebernard.org sono disponibili on-line e scaricabili le seguenti opere del p. Bernard: Teologia simbolica (1981), Teologia affettiva (1985), La spiritualità del Cuore di Cristo (1989), Sofferenza, malattia, morte e vita cristiana (1990), Beata Maria dell'Incarnazione, Autobiografia mistica (Ch. A. Bernard, Introduzione e commento) (1987), L'antropologia dei maestri spirituali Atti (1991), La spiritualità come teologia Atti (1993), Il Cuore di Cristo luce e forza. In onore di san Claudio La Colombière Atti (1995)
Antonio (Roma)

Anonimo ha detto...

http://www.beatoalano.it/

Marisa ha detto...

Io ovviamente aderisco all'iniziativa.