sabato 26 agosto 2017

Non grideremo e pregheremo mai abbastanza per fronteggiare l'islam-pride!

Aggiornamento 29 agosto: La Questura nega il Colosseo alla manifestazione islamica [qui]

Amici miei, speriamo che anche nella Questura di Roma non si siano bevuti il cervello. E, se così fosse, nei giorni che restano fino al primo settembre, preghiamo perché rinsaviscano e non si consumi quest'ennesimo scempio della nostra città, del nostro Paese, della nostra Fede, della nostra cultura, della nostra civiltà. Vi ricordo, da romana doc (tra l'altro sono nata e cresciuta in quelle strade), che il luogo prescelto è altamente simbolico per vari motivi:
1. quella che oggi si chiama Via di San Gregorio, una volta si chiamava Via dei Trionfi, perché segnava il percorso trionfante del ritorno vittorioso degli imperatori; in anni recenti la memoria storica evidentemente è venuta meno, sappiamo in base a quale ideologia. Vogliamo parlare di reazioni improvvide, di pancia più che di ragione?
2. il Colosseo - che domina da presso lo scenario che alla sinistra è racchiuso dal Colle Palatino, ricco delle più antiche vestigia della Città eterna -, è sacro alla memoria cristiana per il sangue di innumerevoli martiri.
Se non vogliamo dimenticarci chi siamo e da dove veniamo... Spero che questa volta siano in molti a riprendere e diffondere questo appello e quel che resta della nostra dignità. Di fatto non siamo "contro" nessuno; ma reagiamo all'Islam-pride e a quanto attenta alla nostra identità.

Inquietante immagine dell'ottobre 2016
L'appuntamento è il primo settembre. Quel giorno i musulmani invaderanno il Colosseo per trasformare la zona in una moschea a cielo aperto. Sotto l'Anfiteatro Flavio si riuniranno i fedeli del'islam romano, riferisce Il Tempo, come è accaduto a ottobre scorso.
L'occasione per gli islamici è ghiotta: è l'Eid Al Adha, la festa del sacrificio di Abramo. Organizza l'associazione bengalese Dhuumcatu, che ha deciso di trasformare via San Gregorio, sotto l'Arco di Costantino, in moschea. "In questa ricorrenza i musulmani ricordano il Sacrificio di Profeta Abramo", si legge sulla loro pagina Facebook, "su di lui la pace, e sarà anche l'occasione per ribadire la nostra indignazione nei confronti di attentati come quello a Barcellona di pochi giorni fa in cui hanno perso la vita 15 persone, tra cui 3 italiani". Prosegue l'associazione: "Questi criminali devono sapere che non potranno mai considerarsi musulmani coloro i quali costituiscono un pericolo per gli altri, anche con le parole pronunciate".
La manifestazione è in attesa della autorizzazione da parte della Questura di Roma. A ottobre scorso oltre 500 musulmani si sono riuniti sotto l'Arco di Costantino per pregare e per chiedere al Campidoglio di includere i luoghi di culto islamici nel piano urbanistico. "Chiudere un luogo di preghiera è un atto contro la fede", avano urlato. Aggiungendo l'ovvio: "Allah Akbar significa Dio è grande, e questo non è terrorismo". Resta però un'immagine, più che simbolica: il Colosseo in mano all'islam. [Fonte]
Noi aggiungiamo l'altrettanto ovvio che "Allah non è il nostro Dio" Che, invece di incitarci all'odio e alla conquista anche armata, è morto su una Croce per salvarci ed è risorto per rigenerarci a vita nuova, da vivere e diffondere per tutti i popoli, ma attraverso la Sua Grazia, non con la violenza. La nostra vera violenza è solo fedeltà ad oltranza al Signore e al Suo Vangelo, che non può in alcun modo essere paragonato al Corano, come abbiamo dovuto ascoltare persino dalle Gerarchie più alte... Vi invito ad approfondire: qui - qui - qui. (Maria Guarini)

62 commenti:

La verità che non dicono ha detto...

Ci vanno sempre di mezzo i vecchi, sfruttati da tutti, specialmente da chi dovrebbe proteggerli, prendersi cura di loro. La notizia di oggi è raggelante. A Roma un edificio acquistato con i soldi dei pensionati, i loro contributi previdenziali male amministrati, è stato occupato indovinate da chi? Dai soliti migranti accolti su pressione della sinistra e mantenuti dallo Stato. 
La Polizia ha cercato di sgomberarlo e si è trovata di fronte ad un esercito di esagitati che non avevano alcuna intenzione di abbandonare i locali di cui si erano abusivamente impossessati, senza essere ostacolati. Gli agenti, impegnati a fare il proprio dovere, sono stati presi d' assalto, colpiti addirittura da bombole di gas scagliate ovviamente con violenza. Essi hanno risposto con idranti e altre "armi". Risultato, le forze dell' ordine sono state accusate dai progressisti di aver ecceduto, come se fosse un gioco da bambini liberare un palazzo da gentaglia che ruba alloggi e li difende menando le mani. In pratica i signorini che predicano accoglienza se la prendono con i derubati anzichécoi ladri. Brutta cosa.
Per completezza d' informazione, come si diceva una volta, occorre specificare che i migranti abusivi sono stati invitati a recarsi a Rieti (dove esistono quartierini idonei) quindi non potevano essere considerati dei senza tetto. Essi però pretendevano di rimanere a Roma. Questione di gusti. Quelli dei profughi sono raffinati e andrebbero soddisfatti.
Vittorio Feltri
http://www.liberoquotidiano.it/news/opinioni/13223141/vittorio-feltri-eritrei-roma-rubano-soldi-ai-pensionati-.html

Anonimo ha detto...

Brutta cosa definire diritto il furto.

Luisa ha detto...

"'associazione bengalese Dhuumcatu, che ha deciso di trasformare via San Gregorio, sotto l'Arco di Costantino, in moschea. "In questa ricorrenza i musulmani ricordano il Sacrificio di Profeta Abramo"


L`associazione DECIDE come se fosse un loro diritto, ma le autoritzà romane si son bevute il cervello?
L`ipocrisia tipica di quei comunicati che purtroppo contano sulla pavidità di chi è tetanizzato all` idea di essere accusato di islamofobia, sull`ignoranza colpevole di chi crede agli slogan menzogneri che fanno dell`islam una religione di pace, senza violenza, di chi crede alla sincerità di coloro che pretendono che quei criminali non sono musulmani mentre sanno perfettamente che non fanno che obbedire alla lettera del Corano.

Anonimo ha detto...

Tutta la classe cosiddetta politica ha svenduto l'intero paese , compreso il novantenne che non demorde e ancora tira le fila .
Quindi : autorizzandoli a riunirsi lì equivale a ceder loro tutta la piazza che diventera' propria dei mussulmani ?

mic ha detto...

autorizzandoli a riunirsi lì equivale a ceder loro tutta la piazza che diventera' propria dei mussulmani ?

Questi ancora non capiscono o fingono di capire o ancora ignorano (ma è grave per quanto lo si è detto) che i musulmani non concepiscono la "territorialità" nel senso nostro, ma considerano islam tutti i luoghi in cui si riunisce la umma, la loro comunità... Continuare a non tenerne conto è suicida oltre che irresponsabile.
Inoltre non ci sono ragioni per tanta condiscendenza nei confronti di chi non ammette nessuna reciprocità. Atteggiamento e comportamento da incoscienti oltre che spregevole.

Anonimo ha detto...

P.S. : La Questura da quando non e' piu' militarizzata non conta piu' un'acca .
Così com'e' viene utilizzata come una" mappina " (straccio) ai fini della politica . Piu' chiaro del caso degli occupanti di Roma , utilizzati e gestiti dai centri sociali , dopo 4 anni , leggasi 4 anni , si sono accorti che c'era stata una occupazione ? La polizia viene chiamata ad intervenire per lo sgombero e politici , giornali , opinione pubblica si scaricano tutti contro la polizia , la quale , non essendo piu' gestita da militari ma da strumenti della politica viene utilizzata come un punching ball , giusto giusto per stornare l'attenzione dallo ius soli o da altre porcate che ci ritroveremo approvate alla chetichella ?
Avanti , c'e' posto , venite tutti , potete fare il vostro comodo , troverete sempre qualche organizzazione di estrema sinistra che vi supportera' . Trasite , trasite .

Anonimo ha detto...

A questi apprendisti della politica interessano solo 2 cose : potere e soldi : purche' li riempiano di lauti guadagni, non gli interessa essere iscritti a questo o a quel libropaga .

Antonio ha detto...

Da diversi anni, coll'aggravarsi della crisi, migliaia di italiani hanno perso il lavoro, si sono rovinati con le banche, si sono uccisi, sono stati sfrattati, sono finiti in strada. Il silenzio è calato su di essi, fatta eccezione per coraggiosi movimenti di minoranza che si sono schierati dalla loro parte. Adesso per gli sgomberi di Roma, si mobiliteranno buonisti e cattocomunisti con -leggo- una apposita manifestazione. Solo perché gli sgomberati erano extracomunitari. Se non è razzismo questo...

Anonimo ha detto...

REGISTRAZIONE INTEGRALE SUI FATTI DI ROMA:

" Dottore, questi ci stendono, vede quanti sono? Noi siamo solo in dieci e loro hanno bombole di gas e sampietrini.."
" Ragazzi lo dobbiamo fare, ce lo hanno ordinato e non possiamo tirarci indietro. Quando saremo lì in mezzo, saremo soli, noi dieci contro loro cento.
Il primo obiettivo è portare a casa la nostra pelle e quella del nostro fratello casco accanto.
Allora, se iniziano a lanciare di tutto spezzategli le braccia ma portate la pelle a casa..."

Unam Sanctam ha detto...

Dal "Breve Catehismo Dogmatico", compendio redatto da un Sacerdote Cattolico

DOMANDA: Abbiamo noi lo stesso Dio degli aderenti alle altre religioni monoteiste, ad esempio gli ebrei ed i musulmani?
RISPOSTA: Abbiamo lo stesso Dio in quanto oggetto della ragione, quella stessa che, seguendo le cinque vie di Tommaso Aquinate, ci porta a dimostrare inequivocabilmente l'esistenza di un essere superiore chiamato Dio; non in quanto oggetto della Fede, dacché essi non credono le verità che Dio medesimo ha rivelato su di sé.

DOMANDA: Una persona fuori della Chiesa (come un ebreo, buddhista, mussulmano, qualcuno che non professa alcuna religione, o che non ha mai sentito parlare della Chiesa) si può salvare?
RISPOSTA: Dio vuole che tutti siano salvati, dunque sarà possibile, ma solo tramite la Fede e il Battesimo. Si può argomentare che se qualcuno segue la sua coscienza, Dio lo illuminerà col minimo di Fede necessario per la salvezza, a cui conseguirà il Battesimo, almeno in desiderio. In tal caso, egli si salva non grazie alla falsa religione, ma nonostante la falsa religione che ha professato.

Anonimo ha detto...

Tra l'altro, ricordiamoci che per i musulmani il luogo dove più di uno di loro prega diventa ipso facto "dar-al-islam" ossia "casa dell'islam" e loro si sentono, da allora in poi, in dovere di far proprio quel luogo per sempre.

mic ha detto...

E' così. E' esattamente quello che dicevo alle 16:31.

Anonimo ha detto...

Il Segretario di Stato Vaticano, ospite del Meeting di Rimini, interviene sullo sgombero dei rifugiati da Roma e ripete che "i migranti sono nostri fratelli".
http://www.famigliacristiana.it/articolo/parolin_20491/403693.aspx

Qualcuno dovrebbe ricordare al cardinale che i migranti saranno nostri fratelli e e quando saranno convertiti.

Anonimo ha detto...

http://m.ilgiornale.it/news/2017/08/26/io-islamica-ditalia-vi-dico-lo-ius-soli-e-una-sciocchezza/1434052/

Japhet ha detto...

Salus populi romani, ora pro nobis!

Anonimo ha detto...

Mi associo allo sdegno. Noto tuttavia che molti primi cristiani non sono stati martirizzati nel Colosseo, come un tempo si credeva, ma nel Circo Massimo, secondo i migliori storici attuali.

Anonimo ha detto...

Il Rabbino di Barcellona, dopo gli attentati del terrorismo islamico, ha detto:
"Questo posto è finito, possiamo solo andare via". Ecco cosa si dirà ben presto di TUTTA l'Europa.

Senza Cristo e senza la libertà che la fede cristiana porta, anche l'Europa sarà presto finita.
grazie

Anonimo ha detto...

Giorgia Meloni si sfoga sui social contro il governo. Lo accusa di mollezza sul caso di Roma e degli sgomberi. "Il governo Pd", scrive l'onorevole su Facebook, "sospende tutti gli sgomberi delle occupazioni abusive perché prima di 'intervenite servono soluzioni alternative. Tradotto: se occupi illegalmente lo stato ti garantisce una casa; se invece rispetti la legge poi continuare a dormire sotto i ponti". Prosegue, in un'escalation di rabbia: "La sinistra al governo si arrende ancora una volta alla mafia delle occupazioni abusive. E lascia le nostre città in balia di zone franche, prepotenti e illegalità diffusa". Qual è la ricetta della Meloni al problema? "La posizione di Fratelli d'Italia è opposta: se hai diritto a una casa popolare, ti metti in fila come tutti gli altri e aspetti il tuo turno; se occupi illegalmente, ti sgombero con la forza e ti sbatto in galera e, se sei straniero, ti caccio dall'Italia".
Sempre sul tema, la Meloni aveva scritto un altro post: "Gli occupanti di piazza Indipendenza avrebbero rifiutato gli alloggi offerti. Pare non fossero di loro gradimento. Gli immigrati che hanno vissuto per anni nell'illegalità e che fanno gli schizzinosi, si possono cortesememente rispedire a casa loro? E quei quattro scemi dei centri sociali, che manifestano con gli africani, si possono mandare in Africa con loro? Grazie".
http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13223369/sgomberi-profughi-roma-giorgia-meloni-contro-il-governo-pd---cede-alla-mafia-delle-occupazioni-abusive--.html

RR ha detto...

Anonimo 6.56:
loro sono abituati ad andar via, da un paese non loro ad un altro non loro, ed ora hanno pure Israele (courtesy of USA and USSR).
Noi Europei, dove ce ne andiamo ?

RR ha detto...

Non tutta l'opinione pubblica è contro la polizia e lo sgombero di un palazzo di cui le cronache, di Roma, ma anche nazionali, si erano già occupate. Ma la memoria latita in molti...Vien da chiedersi perchè oggi, perchè ora, abbiano deciso di fare quello che per 4 anni non s'era fatto. Volevano crare il precedente ? La proprietà è riuscita finalmente a smuovere le leve giuste ? Cosa bolle in pentola nel settore immobiliare di Roma ? O bisognava far nuovamente lacrimare gli Italiani sui poveri immigrati che scappano da una guerra che in Africa non finisce mai,a nche se i Bianchi se ne sono andati decenni fa ?
Basta far un giro su FB, e si scopre che in realtà la maggior parte della gente, eccezion fatta per i rossi, i cattocomunisti, gli agit-prop in servizio continuo ed effettivo, i radical-chic, ecc., sono tutti CONTRO l'occupazione ed A FAVORE della polizia.
E' l'ennesimo regalo di un governon non eletto, di un'amminsitrazione statale, regionale, provinciale, cittadina in mano alla Sinistra più becera ed ignorante ed ai 5Stelle più stupidi ed incapaci di sempre.
E' la conseguenza di scelte politiche, ideologiche, elettorali, suicide, commesse da una popolazione che si è venduta l'anima ed il cervello per un po' di benessere, e non ha capito nulla di quello che era successo, e succedeva, nei corso dei decenni.
Ora è forse troppo tardi per lamentarsi.

Anonimo ha detto...

Come volevasi dimostrare : i primi artefici della loro situazione sono loro stessi .
https://www.riscossacristiana.it/lafrica-agli-africani-di-irma-trombetta-marzuoli/
Montanelli : " Sono culturalmente ancorati al tribalismo " .
Pe cui se nel 2017 sono ancora a "carissimo amico ", sarebbe ora che si trovassero il tipo di "democrazia" che piu' gli si confa'....come ogni popolo .

Anonimo ha detto...

Schifiltosi ? O e' solo il titolo di questo giornale per vendere piu' copie ?
http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/alloggi_pronti_sfollati_dicono_no_vogliamo_vedere_fotografie-3204642.html

Anonimo ha detto...

IL PAPA DEI MUSULMANI
.
Oggi all'Angelus Bergoglio ha parlato delle "tristi notizie sulla persecuzione della minoranza religiosa dei nostri fratelli Rohingya", gruppo musulmano del Myanmar, Paese guidato dal premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi.
Bergoglio ha proseguito: "Vorrei esprimere loro tutta la mia vicinanza. Tutti noi chiediamo al Signore di salvarli e di ispirare gli uomini e le donne di buona volontà perché li aiutino e perché tutti i loro diritti siano rispettati".
Bene. Nel frattempo stiamo ancora aspettando, dopo anni, una sola parola di conforto e di sostegno per Asia Bibi e tutti i cristiani del Pakistan che si trovano nelle sue condizioni, perseguitati e violati in ogni diritto, così come per i cristiani vittime della repressione negli altri paesi musulmani e infine i cristiani perseguitati sotto i regimi comunisti (come la Cina).
Antonio Socci

Anonimo ha detto...

Il libro preferito da S.Filippo Benizi : la Croce .
Nel 1285 Filippo sentendosi ormai prossimo alla morte si ritirò nel convento di Todi. Appena arrivato tutta la città lo accolse con gioia: Filippo immediatamente si recò all’altare della Madonna e prostratosi a terra esclamò: “ Questo è il mio riposo per l’eternità”. Alle 3 del pomeriggio fece chiamare la comunità e raccomandò loro. “ Amatevi a vicenda, rispettatevi a vicenda, sopportatevi a vicenda”. Poi chiese che gli fosse portato il libro da cui aveva imparato di più. Allora i frati gli portarono, uno dopo l’altro, tutti i libri sacri, ma egli li rifiutava.
Infine, indicando il Crocifisso, che poi sarà il suo simbolo nella sua iconografia, disse: “ quello è il mio libro”. Proprio lui, che per tutta la vita aveva fatto dello studio e dello sviluppo della mente i suoi punti forti, si era reso conto, prima di morire, che l’esperienza della croce ci dà l’insegnamento più prezioso che tutti i libri messi insieme. Filippo morì contemplando il crocifisso il 22 agosto 1285 .

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/politica/noi-dieci-contro-cento-agenti-chiedono-solidariet-1434302.html

Anonimo ha detto...

Eccolo la' : fatto !
https://www.magdicristianoallam.it/editoriale/se-l-imam-inaugura-il-consiglio-comunale-significa-che-l-europa-ha-scelto-di-sottomettersi-all-islam-pacificamente.html

Anonimo ha detto...

Per Anonimo h. 16,31:
non ho ancora letto l'articolo di Socci, ma ho notato la grande risonanza data dai media e dal papa, alla "persecuzione" della minoranza mussulmana in Birmania, che stride con le omissioni sugli attentati e crimini islamici.

Stranamente, però, la presidentessa premio Nobel Aung San Suu Kyi, 'ha negato persecuzioni e genocidi', come da TG1.
Sul presupposto, qundi, che ci siano stati (finezze da TG: la Kyi, fino a ieri eroina, ora che e' al potere nega 'l'evidenza'...).
Tutto da verificare e prendere con le molle.

Coerentemente, silenziatori e prudenza sul massima sugli ultimi attentati, "sui quali si sta indagando, ancge se 'pare', 'sembra', che l'attentatore abbia forse detto 'Allah akbar'

Risultato:
anche i mussulmani sono vittime, siamo tutti colpevoli, se reagiscono col terrorismo hanno i loro motivi, dalle crociate alla crudele Aung San Suu Kyi.
Finestra di Overton alla grande.

E chi difende i poveri mussulmani, anch'essi vittime del 'cieco' e anonimo terrorismo?
Il papa "cattolico", ovviamente, ormai leader politico di tutti.

Poteva mai farsi sfuggire un'occasione per fare da 'leccacalzini' - per usare il suo gentile epiteto - al mondo, alle sue logiche perverse e al suo adorato islam?

I mussulmani sì che sono degni di rispetto, mica come quei cristiani umili che 'guardano in basso come "maiali", o che si fanno perseguitare per la loro fede.
Evidentemente non hanno saputo "dialogare" con gli islamici, che naturalmente, essendo gia' duramente provati dalle angherie dei crociati, li hanno arrestati.

Sorpresa dello Spirito Santo!!
Ora il modello è il fariseo ai primi posti, in piedi, tronfio, sguardo in alto e ben vestito, non il pubblicano in ginocchio e a sguardo basso in fondo al tempio.

Anche il papa cattolico sta in piedi e a sguardo alto davanti all'Eucarestia: mica come quei cristiani in fondo alla Chiesa, che guardano in basso, e magari si inginocchiano pure, "COME I MAIALI", (sue testuali parole).

Intanto Asia Bibi, e le migliaia di cattolici nelle sue condizioni nel mondo islamico, marciscono nelle carceri tra sevizie e maltrattamenti, in attesa della morte, nel totale abbandono del loro papa traditore, che ha scelto di stare dalla parte dei loro carnefici.

E intanto il turco mussulmano Erdogan inneggia alla vittoria su Bisanzio cristiana...

Si attende il mea culpa del papa per le reazioni violente dei bizantini, che combatterono per resistere alle legittime pretese del califfo...

LUIGI.rmv


fabriziogiudici ha detto...

A proposito dei mussulmani di Birmania, vi invito ad approfondire la questione - per sommi capi - perché è istruttiva. Al netto di certi punti mai risolti relativamente alla loro origine, due cose sono chiare. La prima: la presenza di islamici nella regione fu favorita ed incrementata dagli inglesi, che avevano bisogno di manodopera a basso costo (ricorda qualcosa?). La seconda: quando gli inglesi si resero conto del casino delle due etnie in conflitto, da loro stessi amplificato, non riuscirono ad intervenire a causa dello scoppio della II GM. Dovettero lasciare quei luoghi perché non furono in grado di contrastare l'invasione giapponese. Rifornirono di armi i mussulmani perché combattessero contro i giapponesi; peccato però che quelli usarono quelle armi piuttosto per attaccare i buddisti. Il solco tra le due etnie si acuì e poi, in tempi recenti, si entrò in una fase in cui i mussulmani si ritrovarono in minoranza e iniziarono a subire. Per cui, se è vero che oggi sono perseguitati, è però vero che questo è il risultato di un processo in cui pure loro hanno storicamente delle gravi colpe. Ma questo non si dice mai; suppongo anche perché alla fine sono conflitti che saltano fuori dalla violazione del principio "ognuno a casa sua", che contrasta gravemente con l'ideologia "migrante" e dei "ponti".

Anonimo ha detto...

Commento choc di un collaboratore islamico di una coop bolognese.

http://m.ilgiornale.it/news/2017/08/28/rimini-il-lavoratore-della-coop-alle-donne-lo-stupro-piace/1434596/

Anonimo ha detto...

"I demoni sono tutti fuori dall'inferno. Maria Santissima, proteggi e guida i tuoi figli. Ave Maria Purissima"

Anonimo ha detto...

Testimonianza e valutazioni di un missionario (mons. Lefbvre) sul tema:

“Io sono stato per quindici anni a Dakar con te milioni di musulmani, ventimila cattolici e quattrocentomila animisti, e se in quei quindici anni ho potuto convertire dieci musulmani è il massimo;.. Non dico che non ci fosse una certa influenza cattolica grazie alle nostre scuole dove avevamo fino al 10-15% di musulmani. Non ne volevo di più, altrimenti avrebbero imposto l’islam nelle nostre scuole.
Una volta che sono forti, s’impongono, si mettono a capo del movimento e cercano di convertire tutti gli altri. Quando sono deboli ascoltano e tacciono.
I giovani che hanno frequentato le nostre scuole sono stati certamente influenzati, forse alcuni di loro hanno desiderato il battesimo (il battesimo di desiderio): .. Ma è molto difficile per un ragazzo convertirsi al cattolicesimo, perché viene cacciato dalla famiglia; sa che rischia addirittura di essere avvelenato… convertire qualcuno che è nella sua famiglia è praticamente impossibile. Ispirando la religione islamica, il demonio è veramente riuscito ad impedire la conversione di milioni di uomini.”

Da “il magistero perenne e la condanna degli errori moderni”

Anna

RR ha detto...

La situazione birmana è l'ennesimo esempio di una mia ferma convinzione. non esistono popoli sempre e solo vittime innocenti ed altri, sempre carnefici crudeli. I Buddisti, che da noi passano per estremamente pacifici e pacifisti, spadroneggiano, anche ferocemente, in varie zone del subcontinente indiano. I Mussulmani sono quelli che sappiamo, gli aderenti alla famosa "religione di pace" (direi una definizione orwelliana, se mai ce n'è stata una), e gli Induisti, i Scintoisti, gli Animisti...Appena possono, si scannano tutti alla grande. Come da millenni fanno (cfr anche Africa).
Ma il Male del mondo oggi è l'Uomo Bianco e la sua Religione (il Cristianesimo).
Mah!

RR ha detto...

I Mussulmani birmani sono i nuovi "rifugiati da accogliere perché scappano da una guerra" ? Naturalmente da noi Europei, non dai paesi mussulmani limitrofi (Pakistan, Indonesia, Arabia saudita, Qatar...).

Anonimo ha detto...

Ci strapperanno i crocifissi dal collo, ci costringeranno a studiare l'arabo -mentre abbiamo già abbandonato il latino e il greco - e a rinnegare il nostro modo di vivere, perfino quello di mangiare. No, non succederà in Arabia ma qui a casa nostra. Si chiama islam, sottomissione, ed ecco le prove generali: https://www.google.it/amp/www.corriere.it/esteri/17_agosto_28/londra-bimba-cristiana-5-anni-affidata-famiglia-musulmana-de01730e-8bbb-11e7-b9bf-f9bee7e83ed2_amp.html

Anonimo ha detto...

RR ma che dici? Non vuoi accogliere i 'fratelli' mussulmani? Ahi ahi, a proposito, non bevetevi la balla che i 4 stupratori di Miramare di Rimini siano sconosciuti, sanno benissimo che sono 4 maghrebini, ma non si vuole dire, sai mai che si offendano o ci prendano per islamofobi, d'altra parte dopo il commento dell'idiota di turno su FB, per altro studente a Bologna e con nome arabeggiante.......si salvi chi può. Lupus et Agnus.

irina ha detto...

Passatemi la petulanza: Se ci disfiamo dei nostri sedicenti governanti, contestualmente ci liberiamo dei migranti islamici e non, e dei loro impresari sinistri. Tante sono le case de sinistra radicale, estrema borghese, nelle quali il migrante si troverà a suo agio.La scelta è davvero ampia.Posti esclusivi,prestigiosi, solo per migranti. Offrire i palazzi dei pensionati, impalati sempre, è stato di cattivo gusto. Caspita. Ci sono tanti clubs de sinistra alta a cui non parrà vero di avere il privilegio di aprire le loro porte per le preghiere altrui. Purchè, si intende, non siano cattoliche.

N.C. ha detto...

"Il cardinale Nzapalainga ha più di un motivo di criticare l’accordo. A sua insaputa, un esponente politico centrafricano lo ha firmato a suo nome. Venutone a conoscenza, monsignor Nzapalainga ha ufficialmente smentito di ave mandato qualcuno a Roma né per proprio conto né per conto della Conferenza episcopale. "
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-centrafrica-la-finta-pace-della-sant-egidio-20864.htm

irina ha detto...

VLADIMIR PUTIN PARLA DEL NUOVO ORDINE MONDIALE
Maurizio Blondet 28 agosto 2017 7

Anonimo ha detto...

"Stiamo parlando di circa 20.000 famiglie da anni in graduatoria, a Roma, per le case popolari (Ater), costrettte in auto o in dormitori di fortuna. Famiglie che non tirano bombole di gas e non occupano abusivamente nulla. Per loro, nessuna telecamera, nessuna indignazione, nessun politico pronto a rilasciare dichiarazioni di solidarietà. Costoro possono aspettare, che problema c’è? Unica nota positiva, in questi fatti drammatici e in una narrazione a dir poco tendenziosa, è lo scatto – divenuto presto virale – di un poliziotto che accarezza una donna eritrea. Ohibò, allora pure quei fascisti degli agenti di polizia hanno un cuore. Ma che non si sappia troppo in giro, eh, mi raccomando: perché i cattivi, anche se chiamati a eseguire una sentenza di Tribunale del 2015, sono sempre e solo loro."
https://giulianoguzzo.com/2017/08/26/lo-sgombero-della-realta/#more-12339

Qualche giornalista autentico , che racconta i fatti così come si sono svolti grazie a Dio ancora si trova .
Per il futuro prossimo , PROPONGO , all'esclusivo club politico 5 stelle nostrano , di andare personalmente dagli occupanti , in modo da invitarli ad accomodarsi fuori così come si deve ..... con garbo e savoir faire... offrendo cadeaux e mazzi di fiori alle signore e sigari e Mercedes ai signori . Finalmente assisteremmo ad una signora master class .
I nostri favolosi " amministratori de noantri " vi insegnerebbero "Come si effettua uno sgombero ", rudi poliziotti privi di buone maniere che non siete altro ! A lezioni di galateo bisognerebbe mandarvi .

RR ha detto...

...nessun politico pronto a rilasciare dichiarazioni di solidarietà...

Forza Nuova e Casa Pound, non solo commentano, ma cercano anche di evitare sfratti, trovare soluzioni abitative, prestare opera e denaro. Il più delle volte, dopo occopazioni di municipi ed icnontri con assessori riluttanti e recalcitranti, presidi per strada, manifestazioni varie, regolarmente manganellati dalla polizia, denunciati e messi in galera, la casa la fanno saltar fuori.
Ma loro sono "fascisti", quindi sempre e solo nel torto. Gli altri, invece, i "democratici senza se e senza ma", sono sempre nel giusto.
Quindi, di che lamentarsi ?

Anonimo ha detto...

http://www.ilgiornale.it/news/politica/nuove-rotte-foto-affari-delle-coop-ecco-cosa-cambia-noi-1434875.html

da Fb ha detto...

" La "presidenta" Boldrini, femminista di fuoco, non ha detto una parola sull'ignobile stupro di Rimini. Sempre pronta ad intervenire sui casi di violenza contro le donne, adesso tace e con lei tutti i buonisti nostrani; nemmeno le atroci parole sul presunto godimento "graduale" delle vittime, hanno provocato indignazione. La vicenda è stata opportunamente sgonfiata, nello stesso tempo in cui è successo un putiferio per il sacrosanto sgombero di Roma, con tanto di testa del poliziotto autore di una frase estrapolata ed estremizzata.
La verità è che le "risorse non si toccano". Mentre i bianchi e gli italiani si fanno fuori. Le donne vittime di stupro devono stare attente a che il loro bruto sia bianco. Se è nero, non solo non le caca nessuno, ma vengono colpevolizzate e derise. Alle "risorse" è permesso tutto: violare leggi, calpestare tradizioni e religione, vivere mantenuti e tutelati, pretendere di tutto e di più, rifiutare alloggi gratis a gusto proprio, delinquere e non pagare tasse. Mentre a noi viene tolto tutto, anche la speranza. Il razzismo esiste, è una realtà: è quello che stiamo subendo. La cosa atroce è che in nessun paese ciò sarebbe consentito. Da noi invece, tal massacro, ha pure il favore di tantissima gente. Fra pochi decenni non esisteremo più ed il nostro paese sarà un appendice del Nord Africa. Ma nessuno se ne è accorto."

Anonimo ha detto...

Tante migliaia di uomini giovani e soli sono una bomba ad orologeria. Rappresentano un problema concreto ignorato dal politicamente corretto. Chi si azzarda a valutare questa tragica realtà è etichettato come razzista.

Anonimo ha detto...

FB 17.45

non è vero che in altri paesi non sarebbe consentito, stupri, furti, accoltellamenti ed altre carinerie succedono in tutta Europa, Turku è in Finlandia e anche lì non se la passano bene, ma sono gli stessi governi ad impedire l'uscita delle notizie, per non turbare la pax islamica, se noi diventeremo nordAfrica, Londra Rotterdam e Bruxelles sono già capitali islamiche per non parlare della Francia, quindi......i 4 maghrebini finalmente hanno nomi e cognomi, sono vecchie conoscenze della PS di Rimini e dintorni, spacciatori, ladri e stupratori, vengono da nord per fare la stagione in riviera, arrestati più volte e poi rilasciati, come sempre, e i Rom imperano nel riminese, ma loro sono protetti da una ben nota associazione ong alla santegidio, perciò, come dice RR, di che lamentarsi? Lupus et Agnus.

Anonimo ha detto...

Fate la prova: sulla biblioteca digitale mondiale https://www.wdl.org/fr/ cercando sulla Home i temi (Thèmes) vien fuori solo: "Arabic and Islamic Science and its Influence on the Western Scientific Tradition". Lo stesso nelle versione inglese: https://www.wdl.org/en/, dove inoltre tra i tre esempi di ricerca (sic!) c'è "Islamic architecture". I rinoceronti di Ionesco sono tra noi!

Anonimo ha detto...

Rispondo :
Ognuno dovrebbe svolgere onestamente il lavoro per cui viene pagato , esattamente come fanno le lancette dell'orologio dalle piu' piccole alle piu' grandi che realizzano il piccolo prodigio di segnare l'ora esatta . Cominciamo dall'inizio :
1) ci sono dei dis-graziati che vagano sul territorio alla ricerca di un sito dove poggiare il capo , sono immigrati regolari , irregolari , altro ? Chi e' preposto alla vigilanza del territorio ? I vigili urbani - che hanno il compito di mappare il territorio e riferire tramite i superiori al Sindaco tutte le variazioni subìte dal territorio . Il Sindaco e' a conoscenza di quante persone vivono sul territorio che dovrebbe amministrare (non certamente gratis et amore Dei) ? Il Sindaco e' a conoscenza del numero di famiglie e/o di persone che non hanno la possibilita' di pagare un affitto , che non hanno un lavoro ecc. ?Il Sindaco e' a conoscenza dei tanti esseri umani derelitti che dormono e/o delinquono lungo gli argini del Tevere , sopra la cloaca maxima , a Piazza Pio IX , attorno al Colosseo , nei giardini di Castel Sant'Angelo , a Caracalla , a Colle Oppio e in ogni dove ? E se non lo sa , basta che si alzi presto e faccia una passeggiata ( utilizzando i mezzi pubblici così si fa anche un'idea del funzionamento dei trasporti ) tra le 6 e le 7 del mattino attorno alla Basilica di S.M-Maggiore e si trovera' dis-graziati che dormono perfino nelle fioriere rettangolari del Museo Nazionale d'Arte Orientale .
2) Una volta che il padrone di casa (il Sindaco ) e' informato che fa ?
Si gira i pollici aspettando che Casa Pound o Forza Nuova o altri gli tolgano le castagne dal fuoco ? E' provato che se lasci un terreno incolto giorno dopo giorno alla fine ci troverai spini , serpenti e scorpioni . Allo stesso modo se non curi la citta' giorno dopo giorno alla fine la gramigna delle malepiante prendera' il sopravvento . Roma e' soffocata dentro e fuori le mura anche dai rom e gli " amministratori " che fanno ? Aspettano che qualcuno faccia il lavoro che dovrebbero fare loro ?
Chi lavora in Ospedale conosce perfettamente che per ogni intervento si usa la formula del"PER " che sta per : Preparazione - Esecuzione - Riordino , con la stessa formula pianifichino gli interventi nella citta'.
3) La realta' e' che non controllano piu' niente , non hanno il polso della situazione e la burocrazia e' talmente ipertrofica che non sanno da dove iniziare e detto tra noi forse non ne hanno neanche le capacita', oppure sono talmente legati da lacci e lacciuoli che non possono decidere un passo che sia un passo .
Faccio un esempio : se in qualita' di Sindaco ordino che non si puo' fare il bagno nelle fontane del 1600 tanto deve essere osservato da tutti e sanzionato dai Vigili Urbani o con multe o mettendo l'inosservante a spazzare la citta' fino ad estinzione della pena . Se ordino che non ci devono essere figuranti vestiti da centurioni attorno al Colosseo tanto deve essere osservato da tutti senno' come sopra . Ognuno dovrebbe stare al proprio posto e guadagnarsi lo stipendio con sudore invece di cedere ad ogni ricatto : quello perche' e' straniero , quell'altro perche' non ha un lavoro ma siccome e' un creativo se l'e' inventato .
Ci sarebbe da scrivere un'enciclopedia Treccani a raccontare lo scempio che hanno fatto dell'Italia definita Il giardino d'Europa nei mie libri delle elementari .

Rr ha detto...

Sto rileggendo "Via col vento", in originale, prima che lo proibiscano (di questi tempi non si sa mai). Il Ku Klux Klan, quello vero, originario, non quello che l'estrema sinistra americana dice che esiste ancora, quando sono sempre tutti infiltrati dell'FBI o di altre organizzazioni "sinistre", come anche nel caso di Charlottesville, nacque proprio per proteggere le donne bianche del Sud dalle aggressioni verbali e fisiche fino allo stupro ed omicidio da parte dei Negri liberati, mentre le autorità nordiste, che trattavano il Sud come terra straniera occupata, si giravano dall'altra parte. E, si badi bene, Negri liberati non per amor loro, ma solo per odio contro i Sudisti.
E continuano ad usare i Negri, la' e qua, solo per odio verso i Bianchi, lagli Europei, la loro, nostra, cultura e civiltà, che si fonda sul Cristianesimo, ed in particolare il Cattolicesimo.
Intanto il giudice ha liberato il Marocchino che ha stuprato una17 enne a Jesolo. E tutte le pseudofemministe d'Italai, quelle del " se non ora, quando", tutte agitate perché Berlusconi andava a puttane (tutte maggiorenni, inclusa la cara Ruby), dove sono, ora ?

Anonimo ha detto...

Confesso. Ho qualche difficoltà a chiamare Bergoglio Papa Francesco. Gli manca l’aura del sacro, il carisma religioso, la grazia del Santo Padre. Lo sento più come il presidente di una Ong, a capo di una grande, antica organizzazione non governativa.
Il suo tema cruciale non è il rapporto tra l’uomo e Dio, il mistero della fede e della resurrezione, l’anima immortale e Nostro Signore Gesù Cristo. Ma è l’accoglienza, i migranti, il soccorso ai poveri di tutto il mondo, il dialogo coi non credenti, o coi credenti d’altre religioni, a partire dagli islamici, la voglia di compiacere i media e lo Spirito del Tempo, più che lo Spirito Santo.
È un papa estroverso, cioè ad uso esterno, che avvicina i lontani e allontana i vicini; anzi, a essere più precisi o caustici, che vorrebbe avvicinare i lontani ma intanto allontana i vicini, ossia i credenti e gli ipocredenti, i praticanti flebili e incerti.
Per carità, capisco che un Papa si richiami allo spirito originario del Vangelo e faccia prevalere le ragioni dell’umanità sulla realtà di una nazione, uno stato, una comunità. Lo faceva anche Giovanni Paolo II, e con compassata sobrietà anche Benedetto XVI.
Ma Bergoglio fa un passo in più e si accoda all’ideologia dello sconfinamento di popoli, di culture, di sessi, di ogni limite. Come una qualsiasi Boldrini o un Mattarella, coi quali Bergoglio forma il Trio Accoglienza.
Vuol trasformare l’Italia in un corridoio umanitario e l’Europa in un grande centro di accoglienza, tuona contro i muri altrui e dimentica di vivere nel sicuro recinto dalle Mura Vaticane…
(Marcello Veneziani)

mic ha detto...

tuona contro i muri altrui e dimentica di vivere nel sicuro recinto dalle Mura Vaticane…

Molto diverso da Pio XII che in tempo di guerra soffriva il freddo e mangiava con estrema sobrietà per condividere le ristrettezze della popolazione (ma nessuno lo sbandierava perché era il ritratto della discrezione. Lo si è saputo solo dopo la sua morte dalle memoria di Suor Pascalina)... Inoltre nel quotidiano indossava una veste bianca rammendata; mentre, in pubblico, faceva onore al suo ruolo indossando vesti preziose.

Anonimo ha detto...

Trio Accoglienza non e' male .

Anonimo ha detto...

Quello che e' mio e' mio e quello che e' tuo e' mio .
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-affari-privati-con-soldi-pubblici-un-vizio-italiano-20879.htm

Anonimo ha detto...

Riassunto
http://www.lamadredellachiesa.it/idioti-patentati-di-francesco-carraro/

mic ha detto...

La Questura nega il Colosseo alla manifestazione islamica
"La Questura di Roma ha negato l'utilizzo del Colosseo per la giornata di preghiera, in risposta agli attentati di Barcellona, promossa dall'associazione Dhuumcatu e da altre associazioni di migranti": lo ha comunicato Gianluca Peciola, ex capogruppo Sel in Campidoglio

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/rabbia-consap-manifestazione-islamica-colosseo-oltraggio-1435256.html

Anonimo ha detto...

Non è solo un demente sgrammaticato: ad aver scritto che alle donne, in pratica, lo stupro piace – scritto su Facebook a commento della violenza di Rimini – è un 24enne che si chiama Abid Jee e che vive a Crotone anche se studia giurisprudenza a Bologna. Ma non è solo un demente sgrammaticato e immigrato che si presuppone minimamente istruito: è uno che, intanto, fa anche il «mediatore culturale e operatore sociale» in una cooperativa bolognese che gestisce migranti e che, l’anno passato, ha guadagnato 883.992 euro di utile: dunque costui, con questa mentalità progredita, sarebbe un pontiere tra la nostra cultura e un’altra.

Anonimo ha detto...

" fa anche il «mediatore culturale e operatore sociale» " .
Appunto , percio' come si dice a Roma : " Questo ha svortato " che tradotto :" Ha ottenuto un decisivo miglioramento del tenore di vita , s'e' messo a posto ".

Anonimo ha detto...

Lo stupro come arma di guerra
Il primo componente del genocidio è lo sterminio intenzionale di civili e principalmente di bambini, così da eliminare le generazioni future, il secondo è lo stupro etnico. Lo stupro etnico è stato un’arma di guerra ufficiale nella seconda guerra mondiale, non solo in Europa. L’armata giapponese si è coperta di disonore, prima a Nanchino, poi in tutta la Cina. Lo stupro etnico è stato protagonista in Bosnia e in Rwanda.
"Quando per il favore divino la fortezza fu espugnata, il nemico perdette ogni forza e fu incapace di reagire. Il popolo fedele non incontrò più ostacoli e pose mano al saccheggio in piena sicurezza. Si potrebbe dire che la vista della possibilità di poter fare bottino di ragazzi e belle donne devastasse i loro cuori e i loro animi. Trassero fuori da tutti i palazzi, che uguagliavano il palazzo di Salomone e si avvicinavano alla sfera del cielo, trassero nelle strade strappandole dai letti d’oro, dalle tende tempestate di pietre preziose, le beltà greche, franche, russe, ungheresi, cinesi, khotanesi, cioè in breve le belle dai morbidi capelli, uguali alle chiome degli idoli, appartenenti alle razze più diverse, e i giovinetti che suscitavano turbamento, incontri paradisiaci."
Questa è la descrizione della presa di Costantinopoli da parte di Maometto II. Il brano è tratto da Storia del signore della conquista di Tarsun Beg Kemal, vale a dire che è il racconto ufficiale, quello su cui i bambini turchi studiano la storia. Sicuramente anche i Crociati hanno commesso atti del genere, però hanno dovuto farlo di nascosto: era vietato, almeno in teoria. E punito. C’era la castrazione e il taglio del naso per un crociato che si facesse pescare con le mani su una donna araba. Lo hanno fatto, ma poi non lo hanno scritto e sicuramente dove è vietato viene fatto parecchio di meno. Non commettere atti impuri è non commettere atti impuri. Mai. Non commettere atti impuri blocca anche lo stupro etnico. Tu non desidererai la roba d’altri. Tu non desidererai la donna d’altri. Gli altri sono i forestieri, gli stranieri. Vuol dire che anche fantasticarci sopra, fantasticare sul depredare altri popoli e violentare le loro donne, è un peccato mortale, perché spinge alle guerre di rapina. Sospesa la legge di Mosè, lo stupro ricompare e riempie il secolo XX. Lo stupro etnico lascia macerie e dolore che sopravvivono per generazioni. Il figlio maschio dello stupro etnico spesso non riesce a vivere la propria sessualità perché così facendo diventerebbe simile al carnefice della madre.
Esistono 4 livelli di stupro etnico. 1) Quello uno a una, dove l’uomo, un unico uomo, assume la responsabilità della donna e dei suoi figli, come i greci con le troiane, come succedeva per gli indiani del Nord America, oppure con le sabine: il ratto delle sabine. La donna diventa una schiava, ma sopravvive. L’uomo aumenta la sua discendenza e ha qualcuno che tiene pulita la casa. È un atto brutale, ma non psicotico.
2) Stupro molti a una, e la donna sopravvive e finito lo stupro è libera.
3) Stupro molti a una e la donna non sopravvive in quanto viene uccisa dopo lo stupro o viene deportata in un luogo – bordello, caserma – dove resterà fino alla sua morte. Ad esempio, durante la seconda guerra mondiale, diverse migliaia di donne manciù e cinesi morirono nei bordelli per i soldati giapponesi, e numerose fanciulle polacche cristiane furono prelevate con la forza per servire nei bordelli della Wermacht, salvo finire ad Auschwitz se contraevano la sifilide.
4) donne stuprate a morte (massacro o stupro di Nanchino, 1937). A causa del gran numero di violenze si ha uno sfondamento dei fornici laterali e la morte avviene per peritonite e shock settico. Siamo sempre più fuori dalla fisiologia, più vicini alla follia. La norma tra i mammiferi è che un maschio impedisca ad altri maschi di avvicinarsi alla femmina. Lo stupro di gruppo è contrario all’istinto.
segue.
Silvana De Mari.
da La realtà dell'orco ed Lindau.

Japhet ha detto...

«Bimba cristiana data in affido dai servizi sociali inglesi a famiglie musulmane osservanti lascerà l'ultima famiglia adottiva islamica e andrà a stare con la nonna (...) lo ha deciso il giudice, Khatun Sapnara, anche lui di fede musulmana»

Anonimo ha detto...

Pur di cancellare l'odiato cristianesimo questi malati della sinistra passerebbero sul cadavere della madre .
http://www.ilgiornale.it/news/politica/pd-fa-tifo-macello-islamico-1435371.html

Anonimo ha detto...


-- Il segretario del Sindacato di Polizia, nel chiedere l'annullamento poi ottenuto della manifestazioen maomettana al Colosseo, ha fatto delle considerazioni molto intelligenti
sulla psicologia dei musulmani e sul significato di "conquista" che essi darebbero ad una loro
"preghiera" pubblica in quel luogo. Forse, se possibile, varrebbe la pena di pubblicarlo sul sito, tanto è breve.
Z.

Anonimo ha detto...

La vergine di norimberga ?
https://www.riscossacristiana.it/cara-boldrini-ti-racconto-il-mio-stupro-di-luca-romano/

Anonimo ha detto...

Questa e' "forte" meglio non pubblicare anche perche' non si capisce in quale localita' avvengono quei sacrifici .
https://twitter.com/EraseShitislam/status/902553731291635713/photo/1?ref_src=twsrc%5Etfw&ref_url=http%3A%2F%2Fwww.cantualeantonianum.com%2F

Anonimo ha detto...

Dietro front della Magistratura inglese sulla bimba cristiana affidata ad una famiglia musulmana,dopo che la notizia ha fatto scalpore grazie a ilfattoquotidiano.
Il giudice dopo aver constatato che la bambina è stata costretta ad abbandonare la sua cultura originaria, le è stato tolto il Crocifisso e le è stato imposto di imparare l'arabo, ha revocato l'affidamento, affidandola alla nonna di uno dei due genitori naturali. Dio sia Lodato.
E anche il web ancora una volta con questo risultato dimostra che uniti si può vincere. W Cristo re!