mercoledì 20 agosto 2014

22 agosto. Messa Antiquior Padola di Comelico

2 commenti:

Francesco ha detto...

Mi fa molto piacere: contrariamente a quanto accade nella vicina Baviera, comprese le Alpi Bavresi dove vado in vacanza ogni anno, nelle quali la Messa VO è parecchio diffusa e ci sono parecchi apostolati della FSSP (Garmisch, Mittenwald, ecc...), sulle Dolomiti Bellunesi e nel Veneto in generale l'usus antiquior è ben poco diffuso, ostacolato e ostracizzato in mille modi dal clero e dall'episcopato locale. Auguro ed esorto i fedeli di Padola, del Comelico, del Cadore, dell'Agordino e dell'Ampezzano di organizzarsi e di istituire almeno una S. Messa VO settimanale che copra il territorio delle Dolomiti Bellunesi, dove è attualmente del tutto assente. Auguri, bravi e...fortes in Fide! F.to: gli amici del gruppo stabile di Mirano (VE).

Massimo Tonon ha detto...

Ringrazio gli amici del gruppo stabile di Mirano. L'obiettivo a lungo termine sarebbe quello ma per il momento dobbiamo accontentarci di questa occasione di grazia [assiteranno comunque in choro altri due sacerdoti diocesani].
Ci dispiace della parziale sovrapposizione con l'evento di Cortina ma purtroppo non è stato possibile cambiare la data e l'orario.
Confidiamo nella potente intercessione dell'Immacolata e di San Pio X [il più grande papa della storia secondo p. Pio che prese questo nome proprio in suo onore] un tempo non così lontano molto venerato in queste zone e poi purtroppo - come tante altre cose tra cui la "sua" Messa - cancellato dalla memoria collettiva assieme a tutto quello che rappresentava per sostituirlo - quando va bene - con modelli molto meno "problematici" come GP I e GP II ...[e visto cosa "lo mettono fare" nella diocesi di Treviso e nella natìa diocesi di Vittorio Veneto forse è meglio così]. Grazie ancora anche a Mic per la pubblicazione.
Comunque portae inferi non praevalebunt! Ad multos annos! nella speranza di poterci rivedere in occasioni come l'incontro dei gruppi stabili di verona.
In nomine Domini
Massimo.