martedì 10 dicembre 2013

La petizione contro il commissario Volpi

Il motivo principale per segnalare la petizione che chiede le dimissioni del commissario Volpi è che si continui a discutere pubblicamente dell'accanita persecuzione dei Francescani dell'Immacolata.

Francescani senza derive cripto-lefebvriane.
Infatti a quanto pare gli artefici di tale persecuzione preferirebbero operare nella discrezione delle tenebre (vedi promemoria 1 qui sotto). Per esempio non gradirebbero che si ricordasse ancora una volta che nella Chiesa Cattolica sono continuamente tributati spazi e onori a realtà platealmente eterodosse (cioè la comunità di Bose, il Cammino neocatecumenale, ecc...) mentre l'ortodossia dottrinale e liturgica (il così detto "cripto-lefebvrismo") ha da essere estirpata con ogni mezzo. Letteralmente.

Stando alla lettera del commissario Volpi (vedi promemoria 2 qui sotto), certi squali rischiano di rimanere a bocca asciutta perché molti dei ghiotti bocconcini mobili ed immobili su cui avevano messo gli occhi (dono dei fedeli alla "deriva tradizionalista" dei FFI) sono stati trasferiti a dei laici fidati (per la cronaca: anche don Orione e don Bosco si difesero così dalle avidità dei curiali).

Ovviamente non ci illudiamo che una petizione possa scalfire le ingiustizie (tanto meno una petizione on-line e senza alcun sistema per confermare la veridicità delle "firme"): è però importante che il dibattito prosegua al di là dei donabbondieschi "ma è stato solo applicato il regolamento".


Utile promemoria 1: sul clerico-stalinismo (da Corrispondenza Romana):

Dopo il decreto di commissariamento, dello scorso 11 luglio, padre Volpi, con l’aiuto di un manipolo di scatenati subcommissari, tra i quali il padre Alfonso Bruno e il prof. Mario Castellano, ha iniziato ad abbattere la sua scure sull’istituto. Ha vietato la celebrazione della santa Messa e della liturgia delle ore nella forma straordinaria prevista dal Motu proprio Summorum pontificum; ha deposto l’intero governo generale dell’ordine, a cominciare dal fondatore padre Stefano Maria Manelli, che si trova agli arresti domiciliari senza conoscerne le ragioni; ha esautorato e trasferito uno dopo l’altro i più fedeli collaboratori di padre Manelli, tutte personalità di rilievo intellettuale e morale, attribuendo le loro cariche a Frati dissidenti, spesso incolti e privi di esperienza di governo; ha minacciato e punito i Frati che avevano rivolto una petizione alla Santa Sede e rifiutavano di ritrattarla; infine, con un diktat datato 8 dicembre 2013 ha chiuso il seminario, ha sospeso le ordinazioni sacerdotali e diaconali; ha colpito di interdetto le pubblicazioni dell’editrice Casa Mariana, proibendo di diffonderle nelle chiese e santuari affidati ai religiosi; ha esteso la sua guerra personale ai terziari e ai laici che sostengono l’istituto, sospendendo tutte le attività della MIM (Missione Immacolata Mediatrice) e del TOFI (Terz’Ordine Francescano dell’Immacolata); ha minacciato di commissariamento le suore Francescane dell’Immacolata e ha tolto a loro e alle Clarisse dell’Immacolata l’assistenza spirituale dei Frati; infine pretende imporre a tutti i Frati un “giuramento modernista” di fedeltà al Novus Ordo Missae e al Concilio Vaticano II.


Utile promemoria 2: sulla "ammirazione" (dalla lettera del commissario Volpi dell'8 dicembre 2013, nostre sottolineature):

Permettetemi allora di dirvi con tanta franchezza che c'è bisogno da parte di tutti i membri dell'Istituto di un grosso cammino di fede, di umiltà e di fiducia.
(...)
Successivamente si sono attaccati con accenti anche offensivi i primi cinque religiosi che all'inizio hanno fatto ricorso alla Santa Sede - conforme al loro diritto - e tutti quelli che hanno prestato con buona volontà la loro collaborazione al Commissario (...) Ben per tutti, per me e la Congregazione dei Religiosi, si è prodotto l'effetto contrario! Più erano calunniati e diffamati, più li abbiamo ammirati... (...) ...sono rimasto edificato dal loro amore alla Chiesa e all'Istituto, dalla loro dottrina, dalla loro ricerca di giustizia...

96 commenti:

RIC ha detto...

So che non è bene pubblicizzare dicerie e voci, ma ne circola una particolarmente brutta che se, Dio non voglia, fosse confermata sarebbe peggio di un terremoto: alla Congregazione per il Culto Divino - che, come si va dicendo da tempo, sarebbe riservata all'ineffabile Piero Marini - verrebbe affidato anche il controllo sull'Ecclesia Dei, sganciandola così dalla Congregazione per la Dottrina della Fede. Cosa altro attenderci a questo punto???

Vita est Militia ha detto...

Una petizione ? Ma non ! Non servono a niente ... C'è qualche cosa che funziona molto meglio velo garantisco.

Lei deve mettere in linea sul suo sito-blog una lettera "modello" che ognuno deve ricopiare, firmare e mandare personalemente a piu esempi alle congregazioni e al Papa stesso. Vedra come reagirano !

Fa piu effetto che una firma persa su un foglio o un sito on-line.

Quando certi prefetti di congregazioni o vescovi riceverano piu di 1000 lettere firmate personalemente vedrete come comincerano a stare a disaggio e a pensarci su.

Vita est Militia !

giovanna ha detto...

Sono anch’io, come tutti voi, addolorata e scandalizzata per questa vicenda del commissariamento dei FFI. Perché propriamente di ‘scandalo’ si tratta, di un’azione che divide, sconcerta, innesta polemiche e malcontento, invece che sanare eventuali e mai chiarite ingiustizie.

Tuttavia trovo del tutto inappropriata, ove non controproducente, la via della petizione, raccolta di firme, richiesta di dimissioni. Tutta roba che va bene nelle mani di qualche parlamentare dell’ultima ora, di chi ama la bagarre e le ragioni urlate. Ma non certo adeguata al linguaggio cattolico, o anche semplicemente cristiano. Perché il fine non giustifica i mezzi mai, per nessuno.Va usata la fionda davanti alla forza di Golia, va dismessa la corazza ingombrante delle petizioni e chiacchiere varie. Armati di fede nuda di potere, di amore alla Chiesa umile e confidente. Col cuore purificato da scorie di giudizi indebiti, anche se fondati, vanno cercate, a mio avviso, altre vie di confronto, di incontro con chi di dovere.

Anonimo ha detto...

Non ci resta che pregare non solo per l'Istituto FI ma per la chiesa tutta....l'orizzonte, visto questo "buon giorno/buona sera", non è affatto roseo....

Anonimo ha detto...

La petizione sortirà come unico effetto gli sberleffi dei nemici della Chiesa, perché purtroppo è facile contestarne il numero di firme, è facile ignorarla come ecclesiasticamente ininfluente, è facile catalogarla come borbottio di blogger lamentosi, eccetera. Ed infine, è accessibile solo a chi ne capisce di internèt.

Le iniziative di protesta contro qualcuno producono qualche risultato solo quando ci sono almeno tre circostanze favorevoli:

1) il "qualcuno" non è una pedina di un gioco più grande di lui

2) il "qualcuno" avrà qualche serio motivo di ritenere di aver qualcosa da perderci in caso di grande successo dell'iniziativa

3) il "qualcuno" sta commettendo deliberate ingiustizie (cioè non gli era stato comandato di fare così).



http://letturine.blogspot.it/

Daniele ha detto...

Oggi la Bussola Quotidiana, spero non sia scorretto farne menzione (al limite cortesemente moderate questo messaggio) ha un paio di articoli sulla vicenda...Chiedo al Signore la forza per i Buoni Frati per resistere alla tempesta...e per me per non cadere nella rabbia nei confronti dei Commissari Politici e di coloro che li hanno inviati e ne avallano l'autorità per fare ciò che fanno!
Maria Immacolata e Lauretana li/ci protegga...

Turiferario ha detto...

Abbiamo visto negli anni scorsi sceneggiati televisivi a iosa in cui si denunciavano le vere e proprie persecuzioni subite da padre Pio ad opera di zelanti visitatori apostolici, e ora vediamo che il copione si ripete nella realtà con i Francescani dell'Immacolata. Dai tempi di padre Pio è stata buttata a mare la liturgia, adesso si vuole buttare a mare anche la dottrina e si dice che questa è la "nuova Chiesa", ma l'uso e l'abuso del potere contro chi non è gradito (salvo poi essere fatto santo qualche decennio dopo...) è rimasto esattamente lo stesso.

Luisa ha detto...

Il commissario Volpi dopo aver distrutto la struttura dei FFI, decapitandola e togliendo i pilastri portanti, sta ora costruendo una nuova struttura secondo il carisma che lui avrebbe ritrovato...secondo la volontà, anzi, la Volontà di Dio!
Lo fa, purtroppo, spargendo fiele sui FFI, chi ha letto l`ultima lettera non ha nemmeno bisogno di leggere fra le righe, chiari sono gli attacchi, le insinuazioni, le accuse.
Il ritratto che padre Volpi fa dei FFI è, non solo irrispettoso e farcito del suo personale livore, ma stona in modo stridente con la realtà di chi ha conosciuto i FFI.
Forte della sua nuova autorità e del suo potere, padre Volpi si sente legittimato anche a dipingere quel ritratto menzognero e caricaturale.

Il commissario fa una lezione su che cosa è l`obbedienza e cioè l`assunzione responsabile della volontà di Dio espressa dalla legittima autorità che non deve essere identificata con questa o quell`altra persona, anche se Fondatore..., ma con Cristo stesso che parla attraverso la Chiesa gerarchica di cui il Superiore legittimo è espressione immediata, "in tanto e in quanto questi è fedele alla stessa Chiesa" e Volpi ricorda che nel momento attuale il Superiore è la sua povera persona.
Da notare le parole in corsivo "in tanto e in quanto questi è fedele alla stessa Chiesa" , sottolineatura maligna che vorrebbe insinuare che Padre Manelli non lo fosse.

Il commissario fa dunque una lezione su quel che è l`obbedienza, esalta i 5 frati che, se oggi obbediscono a lui, hanno disobbedito al loro Superiore, e bacchetta chi è stato fedele e obbediente al Superiore Padre Manelli.
Insomma l`obbedienza è a geometria variabile, è reclamata oggi, oggi i FFI devono obbedire alla povera persona del nuovo superiore, la disobbedienza è stigmatizzata.
E la disobbedienza dei 5 frati ora incensati?
Quella era non solo tollerata ma incoraggiata e legittimata?
Se ne deduce che si poteva e si doveva disobbedire a Padre Manelli, in effetti chi lo ha fatto è stato "premiato" , ma non si può e non si deve disobbedire a padre Volpi.
Coerenza, coerenza.

Il commissario Volpi accusa i FFI, quelli che non si sono accodati ai 5 ribelli, di far prova di "una grande povertà spirituale e dipendenza psicologica", di "vivere di paure e di terrore reverenziale verso le Autorità deposte", di mancare di " libertà e responsabilità di pensiero e di azione", esalta i 5 frati ribelli facendone delle vittime, ma che cosa sta esigendo ora, se non di avere ai suoi ordini dei religiosi dipendenti, sottomessi alla sua volontà e al suo potere, intimoriti e privi di libertà e responsabilità di pensiero, di espressione e di azione?

martina ha detto...

SCONCERTATA! Un accanimento che la dice lunga sulla strada pericolosa che in tanti stanno percorrendo convinti di portare aria nuova. Spero in qualcuno che riesca a fermare questa corsa scellerata verso l'auto- distruzione. Il Papa?

mic ha detto...

Concordo con Giovanna sul principio.
Penso che però la petizione, in un momento in cui persino i vescovi tacciono e il coordinamento nazionale summorum - voce dei fedeli penalizzati in una cosa sacra e seria come la vita sacramentale -è stato scorrettamente ignorato, può almeno far capire a questi signori che c'è chi smaschera la loro doppiezza e autoritarismo mascherati da sensus ecclesiae non meglio identificato.

una sola fede ha detto...

@cara Giovanna, concordo in toto con ciò che hai scritto alle 9.26, veramente e in qualche modo già lo avevo postato nell'altro thread come la pensavo su questo argomento, ma visto che stamane viene pubblicato un altro capitolo di questa vicenda...
Pure io cercherei altre vie. E comunque cono convinto che il Signore non mancherà di indicarci QUALI SIANO LE MIGLIORI da seguire, e ci ascolterà e ci darà il meglio, se pregheremo con intensità e cuore il più possibile puro:

"Scompaia da voi ogni asprezza, sdegno, ira, clamore"
(Ef 4, 31)


"Voglio dunque che gli uomini preghino, dovunque si trovino, alzando al cielo mani pure senza ira e senza contese".
(1Tm 2,8)

don Massimo ha detto...

Verificherei la notizia riportata da RIC in alto...
L'ecclesia Dei sotto Marini senior sarebbe la fine di tutto!
E allora appare chiaro il perché di questo pontificato e NUOVISSIMO corso...e, come ha sempre sostenuto..., si schiarisce poco a poco l'orizzonte sulle dimissioni di papa Benedetto.
Anche un cieco non avrebbe bisogno di binocolo per scrutarlo!
A questo punto, un aperto dissenso, anche se rasentasse lo scisma, sarebbe la soluzione. Ma sotto quale autorità? Dietro quale figura/leader, visto che nessuno di fa avanti?
Vorrei sapere il vostro pensiero, grazie

Anonimo ha detto...

http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1350681

Magister sulla riforma liturgica

Anonimo ha detto...

Giovanna ha ragione mic... lo so che vi irrita sentir parlare dei gesuiti,ma quando GPII commissariò i gesuiti,destituendo Arrupe, alcuni prelati avvisarono GPII dicendo: ora i gesuiti non ubbidiranno, faranno cagnara, ci saranno dimissioni in massa, raccolte di firme.. niente di tutto ciò. I gesuiti obbedirono religiosamente pur soffrendo molto, e edificato dalla loro obbedienza il papa concesse loro tre anni dopo di ritornare al loro governo normale.
Ora al Governo della Chiesa c'è un membro di un ordine religioso,per di più gesuita, che sa in cosa consiste l'obbedienza religiosa quindi questa ribellione la vedo male...

mic ha detto...

Non so cosa giustifichi l'illazione che ci irriti sentir parlare dei gesuiti.
Noi non abbiamo pregiudizi nei confronti di nessuno, persone o ordini che siano. Semplicemente denunciamo le ingiustizie le scorrettezze e soprattutto le idee distorte che le alimentano.

Daniele ha detto...

Se mi è concesso (mi affido sempre alla moderazione dei commenti...) segnalerei un interessante "sfogo" del Mastino di papalepapale.com.
Credo che dietro alla maligna azione di divisione/annientamento che affligge i frati dell'Immacolata cominci una azione di unione/supporto di fedeli che, uniti appunto dallo sdegno verso questa repressione, stanno cominciando a far sentire la loro voce...in primis a Dio Onnipotente con la loro preghiera concreta per i buoni frati...poi attraverso i commenti e gli approfondimenti in questo mondo virtuale.
Stiamo fissi nella Fede, non praevalebunt!
In Gesù e Maria
Daniele

Anonimo ha detto...

I dolori di padre Manelli
di Danilo Quinto

10-12-2013

Padre Stefano Maria Manelli, fondatore dei Francescani dell'Immacolata, ordine commissariato dallo scorso luglio, è stato tenuto in totale isolamento per volontà del Commissario apostolico padre Fidenzio Volpi. E' quanto denuncia a La Nuova BQ il direttore sanitario della clinica in cui padre Manelli è stato sottoposto a intervento chirurgico. Le parole del medico smentiscono parzialmente le spiegazioni date da padre Volpi a proposito delle condizioni dello stesso padre Manelli.
...
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-i-doloridi-padre-manelli-7940.htm

Anonimo ha detto...

perchè ti avevo già mandato un commento simile a questo ieri e non lo hai pubblicato, quindi ho pensato quello.. chiedo scusa

Francesco ha detto...

Sull'immagine:l'incontro tra l'american way of life ed il francescanesimo neocat.

Anonimo ha detto...

Certo, non hanno fatto cagnara, però piano piano hanno occupato tutti i posti rilevanti ed importanti delle pontificie università e non parlo solo della Gregoriana, e i risultati degli insegnamenti si percepiscono eccome nei nuovi preti usciti da cotali centri di dis-formazione religiosa....marini sr. è più che un rumor, è realtà, basta aspettare un po' e non mi si venga poi a dire che tutto non è fatto contro il detestato predecessore, per senso di rivalsa e di 'vendetta'....Passante per caso2

Anonimo ha detto...

anonimo il commissariamento dei gesuiti fu nel 1981, se loro hanno potuto obbedire e rifiorire lo possono fare anche i frati

Luisa ha detto...

Segnalo questi articoli :

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-i-doloridi-padre-manelli-7940.htm

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-e-necessariofare-chiarezza-7939.htm

E questo di papale papale:

http://www.papalepapale.com/develop/annientate-i-francescani-dellimmacolata-la-pulizia-etnica-senza-fare-prigionieri-e-iniziata/

Anonimo ha detto...

Per il fondatore peccatore dei Legionari di Cristo, che ha stuprato tanti giovani seminaristi e ha sposato 4 donne, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI ha usato ogni mezzo per salvare il suo instituto...

Per Padre Manelli e Padre Pelletieri che non hanno fatto niente di tale genere, Bergoglio usa ogni mezzo per distruggere il loro instituto...un reato senza precedenti nella Chiesa...

che segnelerà il pontificato di Francesco come il più sospetoso nella storia della Chiesa e che lascierà dubbi sulla cattolicità di lui fino al fin dei tempi...

Romano

Anonimo ha detto...

Leggo questo blog, pur non condividendolo pienamente, per tenermi informata sulla vita della chiesa. E' un blog profondamente religioso, ancorato alla vita della Chiesa amata da Mic e dai commentatori.
Ho dato un'occhiata a Papale papale e mi sembra solo una novella2000 curiale, che trasuda cinismo e giudizi sprezzanti. Non lo leggerò più, ma non capisco come possa essere additato come link serio su questo blog, va beh che hai gusti non si comanda..
Dani

Zag ha detto...

@don Massimo
È da ieri che lo scrivo. I vescovi si devono alzare e denunciare pubblicamente la situazione, dai FI a tutto il resto. E poi accettare tutte le conseguenze, che significa rinuncia alla carriera e confinamento in qualche monastero. Queste petizioni mi fanno sorridere perché non servono a niente. Dove sono i vescovi "apologeti" che sotto Benedetto scrivevano in tutti i giornali?

Stefano78 ha detto...

Mic...e se invece della "petizione" si facesse una......"SUPPLICA"? Da ricopiare e mandare al Vaticano...Quanti più possibile..Capisci cosa intendo Mic? ;)

Anonimo ha detto...

scusate hai con l'acca....
dani

viandante ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
viandante ha detto...

Non illudiamoci di ottenere qualcosa dalla gerarchia neo-modernista. Se otteniamo qualche cosa é grazie al cielo: ma il cielo cerca i nostri sacrifici e le nostre lotte sia spirituali che materiali su cui fare leva!
E mi piace ricordare questa frase letta su un libretto riguardante le apparizioni di Fatima:"Ha proprio ragione la Madonna a Fatima: i laici salveranno la Chiesa dai sacerdoti e dai vescovi".

hpoirot ha detto...

queste petizioni mi suonano sempre molto strane, ancor più da quando Bergoglio ha lanciato
il sondaggio mondiale sulla pastorale familiare...

una domanda: quando il clero austro-tedesco indirà un sondaggio pe avere le donne prete e vincerà al 51% cosa gli direte? che la a Chiesa NON é una democrazia?

Anonimo ha detto...

@ Romano, quello che tu dici non è vero: per quanto riguarda Ratzinger fu lui a combattere, da solo, contro la curia amicissima del suddetto maciel ed alla fine, da papa, sciolse la compagnia e la mise sotto commissariamento e così firmò in calce la sua condanna, i potentati curiali non lo hanno mai perdonato ed alla fine è successo quel che è successo, lui se n'è andato ed i legionari sono tornati in pompa magna in vaticano risorti miracolosamente dalle loro ceneri, il loro commmissionamento non vale come quello dei FI, a quanto pare...non praevalebunt, certo, ma stanno vendendo la pelle a prezzi carissimi, dannando sé stessi e facendo dannare molti altri.Lupus et agnus.

una sola fede ha detto...

...l'idea di Stefano78 già comincia a piacermi di più: mi pare maggiormente in linea con la nostra chiamata ad essere uomini e donne di pace, di perdono, di intensa preghiera e di offerta di dolori e sacrifici, pur con l'obbligo di segnalare il male laddove si annida, ma facendo bene attenzione AI MEZZI USATI per farlo, senza perdere mai di vista lo spirito fraterno e di carità vicendevole che deve contraddistinguerci e che ha fatto dire al Figlio inchiodato sulla Croce: "Padre, perdona loro, perchè non sanno quello che fanno". Credo che alcune iniziative, pur portate avanti con le migliori, anzi, con le ottime intenzioni, talvolta corrano il rischio di scatenare ancor di più il muro-contro-muro e in più di nuocere, più che far bene, a coloro che di questi tempi si trovano purtroppo sotto pressione...
Riflettiamo e preghiamo per capire cosa VERAMENTE lo Spirito Santo ci sta chiedendo di fare per questa situazione. Già l'aiuto economico attraverso abbonamenti alle riviste francescane dell'Immacolata è un qualcosa, così come tutte le nostre preghiere, così come molti degli interventi e articoli su questo blog, ma senz'altro le idee si moltiplicheranno e spunteranno sempre migliori...ne sono certo. Solo, non abbiamo troppa fretta a sottoscrivere petizioni e similari.

Questa, almeno, è la mia idea.

Anonimo ha detto...

Non capisco perché continuate con questa storia dei FI. Petizioni? È come tirarsi la zappa sui piedi. Sarebbe bene che noi tradizionalisti ci occupassimo di cose più importanti come la sciagurata nomina di Piero Marini al Culto Divino...una nomina che sancirà definitivamente la fine del cattolicesimo romano.

Micus

Anonimo ha detto...

Dicono....che Francesco non sa....

Francois ha detto...

http://www.lintraprendente.it/2013/12/vatican-post-bergoglio-batte-don-gallo-anche-in-libreria/

...ammesso che tra i due ci sia differenza. ....
Penso che il dire e il fare dell'uno (papa) sfocia inevitabilmente nel fare dell'altro (gallo)

Vogliamo una chiesa pollaio?

(Bella questa. ....ma è originale. ...non viene da nessuna predica mattutina. ....)

Anonimo ha detto...

" far capire a questi signori che c'è chi smaschera la loro doppiezza e autoritarismo mascherati da sensus ecclesiae non meglio identificato" (Mic).

… incluído o chamado Jorge Maria Bergoglio, suponho eu… Ou estarei enganado ?

Urgentissimo! ha detto...

Sulla pagina dei firmatari della petizione stanno comparendo un mucchio di Paperino, Pinocchio e affini: la petizione avrebbe dovuto registrare la "firma" solo dopo aver almeno avuto una conferma via email (non risolve il problema ma taglia le gambe al 90% dei furbacchioni)... Ah, la fretta! la fretta di andare online!!

viandante ha detto...

Micus, trovi che sia più importante la nomina di Marini? E cosa vorresti fare? La rivoluzione?
La situazione dei FI é invece una storia con la quale ci si può rovinare e da cui é meglio stare alla larga?
Mah, loro qualcosa di concreto lo stavano facendo, per le anime. In curia a Roma non so chi arriva a ottenere ancora qualcosa, a favore delle anime s'intende!
Purtroppo non si é uniti nella risposta da dare per cercare di aiutare i FI, ma d'alttronde "colpirò il pastore e le pecore si disperderanno"...

Anonimo ha detto...

Mas afinal, estes FFI têm tomates ou não têm ?…

O que é que os impede de dizerem "M…" ao Braz de Avis, este farsante brasileiro que não acredita em nada, e de reconstituirem entre si uma nova congregação ?

Sabem somente o que querem ?

edoardo malgarida ha detto...

Un pò off-topic ma non troppo:
ieri il coro di gregoriano del Duomo di Este, Padova, è stato estromesso dal servizio liturgico del neo parroco don Franco Riman, in quanto "ha l'impressione che il vostro repertorio e la struttura del vostro coro si rivolga alla tradizione del passato e sia poco disponibile a guardare al futuro per cui credo non sia opportuno continuare nell'animazione della liturgia".

Se la media dei parroci è questa, perchè stupirsi di vicende come quella dei FFI?

Anonimo ha detto...

Una petizione de tipo democratico non conviene nella Chiesa, inoltre non può avere peso nelle circostanze
presenti difronte alla "governance" ecclesiastica dove verrà soffocata. Di altra forza sarebbe una petizione presentata da vescovi, superiori religiosi, ecc. Però...
Ma prima di tutto, non ha senso mentre i FFI non vogliono invocare loro il diritto canonico e difendersi per fare rispettare i loro diritti a nome di una concezione forse sbagliata dell'obbedienza. Non è vero?

Esistenzialmente Periferico ha detto...

Quei lupi (anzi, quelle volpi) non si arrendono certo di fronte a una petizione o ad un mucchio di lettere di protesta.

Molto divertente la richiesta della tangente da 5.300€ al mese da parte del Kommissario: sarebbe spassoso che l'argomento venisse dibattuto in tribunale, ma la cosa più urgente è salvare il salvabile per quando sarà finita la tempesta.

Nel frattempo io metterei in prima pagina anche l'articolo del Mastino sopra citato...

Luisa ha detto...

Chi, anche su questo blog, invoca il silenzio e critica chi prende alcune iniziative come la petizione, dovrebbe fare un giretto, anche solo oggi, degli articoli che gli ambienti e le persone vicini al commissario Volpi e ai 5 frati ribelli stanno pubblicando sui loro siti che sono altrettante tribune di grande diffusione, ci si è messo anche Izzo dell`AGI, facendolo, è facile osservare in che modo vergognoso stanno facendo passare l`idea che Padre Manelli e chi lo sostiene sono disonesti, si arriva al nodo, ad una questione di soldi!
È doveroso esprimere sostegno e solidarietà ai FFI, certo la preghiera è e resta essenziale e fondamentale, mai mancherà, ma visto la crudeltà di chi sta accanendosi contro Padre Manelli e i sui figli spirituali( vi rendete conto che è stato impedito a Padre Manelli di celebrare la Santa Messa?), i FFI devono sapere che mentre attraversano questa prova, siamo loro vicini e che ci sono persone pronte a dar voce e spazio a chi rettificherà le menzogne, testimonierà e darà informazioni, anche correggendo quel che l`Autorità e i suoi amici diffondono.

Anonimo ha detto...

Scusate se forse vado un po' fuori tema, ma si sta parlando comunque di figli dell'Immacolata.

E allora che dire delle parole di Francesco sotto la colonna dell'Immacolata?:

"Aiutaci a rimanere in ascolto attento della voce del Signore:
il grido dei poveri non ci lasci mai indifferenti,
la sofferenza dei malati e di chi è nel bisogno non ci trovi distratti,
la solitudine degli anziani e la fragilità dei bambini ci commuovano,
ogni vita umana sia da tutti noi sempre amata e VENERATA".

http://www.vatican.va/holy_father/francesco/speeches/2013/december/documents/papa-francesco_20131208_immacolata_it.html

Mi pare tutto un programma introduttivo alla "religione umanitaria" predetta per gli ultimi tempi.

viandante ha detto...

Sono d'accordissimo con te Luisa. Il silenzio non sempre é positivo. Sulla liceità o meno di una petizione si può discutere a lungo. Certamente nel Medioevo il sensus fidei dei fedeli era tale che si sollevavano per cacciare letteralmente i vescovi (e sacerdoti) che non ne erano degni! Senza aspettare ordini da nessuno e senza discutere troppo.

mic ha detto...

Sì Stephanos capisco e condivido, così come sento e condivido quel che ha detto una sola fede.
La petizione con le firme serve solo a far capire che c' è chi non dorme. Ma abbiamo a che fare con dei sordi che in più parlano un'altra lingua.
Penso che la supplica otterrebbe lo stesso effetto della petizione con la differenza di coinvolgere - se si riuscisse - la generalità del popolo di Dio senza dar loro l'impressione, che stanno cavalcando con grande e subdola falsità, che ci siano dei contesti particolari che appoggiano i FI trasformando una questione squisitamente pastorale in una questione ideologica.
E forse questo desterebbe più scalpore che è la cosa che temono di più.

Per il resto occorre davvero affidarsi al Signore e alla Vergine Santa.

Mi trova d'accordo dunque anche Viandante. Sono tanti gli aspetti che si intersecano..
Quanto al caso Maciel; purtroppo non è l'unica pietra d'inciampo del pontificato di Benedetto.

Alessio ha detto...

Ma il Prof. Mario Castellano citato da De Mattei è questo:

http://www.mediatrice.net/modules.php?name=News&file=article&sid=4513

http://www.ildialogo.org/Ratzinger/EnciclicheBXVI_1227792181.htm

http://www.islam-online.it/2010/03/ben-vengano-le-moschee-fattore-di-stabilita-e-sicurezza/

http://www.mediatrice.net/modules.php?name=News&file=article&sid=4554

??

Comunque questo è ciò che si pubblica in questi giorni su mediatrice.net

http://www.mediatrice.net/modules.php?name=News&file=article&sid=5693



Alessio

Anonimo ha detto...

ma chi dice che Marini andrà al culto? è solo una bufala.

RIC ha detto...

Tosatti non demorde e torna sull'argomento

http://vaticaninsider.lastampa.it/vaticano/dettaglio-articolo/articolo/francescani-immacolata-30539/

Anonimo ha detto...

Don Ciotti ricorda don Gallo cantando "Bella ciao" in chiesa
http://www.ilgiornale.it/video/interni/don-ciotti-ricorda-don-gallo-e-canta-bella-ciao-chiesa-974815.html

Cura travestido celebra la Inmaculada
http://pagina-catolica.blogspot.it/2013/12/cura-travestido-celebra-la-inmaculada.html

sono impazziti?

Anonimo ha detto...

E' interessante un'attenta lettura di questo:

http://cattolicitradizionalistimarche.blogspot.it/2013/12/parole-di-ss-papa-francesco-stavolta.html

chissà...forse il papa Francesco è tirato da qualche parte e fa fatica a muoversi...? parole che stupiscono....sottolineate da pochi...

una sola fede ha detto...

@mic che scrivi: "Penso che la supplica otterrebbe lo stesso effetto della petizione con la differenza di coinvolgere - se si riuscisse - la generalità del popolo di Dio senza dar loro l'impressione, che stanno cavalcando con grande e subdola falsità, che ci siano dei contesti particolari che appoggiano i FI trasformando una questione squisitamente pastorale in una questione ideologica."

...ed è questa differenza che è importantissima: non dare l'impressione (perchè solo di impressione si tratterebbe, sia chiaro) di essere degli ideologi FI dipendenti (come qualcuno mi pare avesse paventato già da queste parti), ma far almeno capire che di questione di pecorelle da salvare si tratta, cioè di questione pastorale.

Quindi il punto non è: silenzio sì, silenzio no. Il punto è: adottare con prudenza e discernimento (che non sono brutte parole...) ciò che parrà meglio in questa questione, e, ripeto, lo Spirito Santo con l'intercessione della Vergine Maria (oggi, tra l'altro festa della Vergine Lauretana) non mancherà di farci capire. A meno che pensiamo tutti quanti che gli Atti degli Apostoli sono da prendere in blocco come un racconto di gente esaltata...Sia mai!

Poi, è anche vero, che il consiglio di rimanere nei limiti della moderazione non è cattivo, perchè non è che scagliando pietre un post sì e un post no (quando va bene...) si risolvono le cose, anzi, probabilmente si aggravano. E si mettono ancora più in difficoltà quei fratelli e sorelle dell'Istituto che già hanno il loro bel da fare.

Anonimo ha detto...

Certo che per non essere uno di quelli che definito "tradizionalisti tristi", colafemmina ci e andato giù più duro di voi.

http://www.fidesetforma.com/2013/12/09/proditori-nihil-usquam-fidum/

Zag ha detto...

La cosa che mi lascia più perplesso in questa vicenda è la spudoratezza con cui si sta distruggendo un ordine religioso. Tutto viene fatto alla luce del sole, con tanto di lettere assurde inviate ai quotidiani. Come per dire: "Non mi potete fare niente". E' vero che la petizione non risolverà il problema perché a Volpi succederà un altro come lui (eventualmente), ma convengo sul fatto che è qualcosa che sta pubblicizzando il dramma che stanno subendo i FI. L'altro aspetto incredibile è la dittatura instaurata, perché di vera e propria dittatura si tratta. E come ogni dittatura, ha paura delle idee. A queste viene messo il silenziatore (P.Serafino Lanzetta, P.Siano e altri frati). Perché si ha paura delle idee? Se non le condividi, pazienza, ma lascia almeno che vengano espresse. Lo stesso è capitato a Gnocchi Palmaro con l'estromissione da Radio Maria. Ma io ammiro il coraggio dei frati che si sono dichiarati fedeli, per amore della verità, ai padri fondatori e non hanno ricusato di subire l'esilio, perché di vero esilio si tratta. Prendano esempio da loro i successori degli apostoli che, silenti, vedono queste ingiustizie pur di conservare onori, pregi e ricchezze. E si ricordino di quei martiri che nei primi secoli sapevano morire per amore della Verità.

Anonimo ha detto...

....la presentazione a tutti i francescani dell’Immacolata di un atto di accettazione formale del Novus Ordo e del Vaticano II. Una pratica oscena, vomitevole, pacchiana, stalinista, volgare, inquisitoria, miserabile.

(F. Colafemmina)

Anonimo ha detto...

qualcuno l'aveva previsto:

“CATHOLICS” DI BRIAN MOORE: IL ROMANZO CHE ANTICIPO’ LA FINE DEI FFI

(il romanzo preferito dai volponi vaticani)

http://www.fidesetforma.com

Zag ha detto...

attenti a questo blog, Mic, che prima o poi anch'esso verrà messo a tacere.

Zag ha detto...

Volevo proporre un'intenzione di preghiera a tutti i lettori del blog. Preghiamo per quei cinque poveretti frati che hanno creato tutto questo dramma. Possano tornare all'obbedienza verso i padri fondatori e così incontrare, nell'umiltà, finalmente Cristo.

Luisa ha detto...

Quel che è molto sintomatico, e tristemente rivelatore dell`aria che tira, è il silenzio totale e assordante di quei vescovi che si dicevano vicini ai FFI, di quei Pastori che li hanno fatti venire nelle loro diocesi, che hanno affidato loro in piena fiducia la cura delle anime.
Voglio sperare che, se non osano farlo in modo aperto, dietro le quinte si siano mossi e siano intervenuti presso chi di dovere, in particolare presso il Papa, se sono riusciti a giungere fino a lui, visto quel che sta succedendo, è stato invano.

Luisa ha detto...


"Poi, è anche vero, che il consiglio di rimanere nei limiti della moderazione non è cattivo, perchè non è che scagliando pietre un post sì e un post no (quando va bene...) si risolvono le cose, anzi, probabilmente si aggravano. E si mettono ancora più in difficoltà quei fratelli e sorelle dell'Istituto che già hanno il loro bel da fare."

Non penso che sia quel che succede su questo blog, al contrario, nessuno scaglia pietre, mi sembra, non qui, qui tutti testimoniano affetto, simpatia e solidarietà a chi è ingiustamente attaccato, è il minimo che possiamo fare, è poco ma son certa che sentire l`amicizia di tanti, sapere che molti sono in preghiera con e per loro, non mette di certo in difficoltà i frati dell`Immacolata.

Agnese ha detto...

E si mettono ancora più in difficoltà quei fratelli e sorelle dell'Istituto che già hanno il loro bel da fare.

----------

Sinceramente questa non l'ho capita....... ...NESSUNO mi può obbligare a rimanere zitta di fronte alle ingiustizie.



Taccia chi vuol tacere, o chi è portato a farlo per propria indole e carattere...per fortuna Dio non ci ha voluti uguali e nemmeno fatti con lo stampo....perchè in questo caso diviene persino imprudente e potrebbe ringalluzzire ancor di più i dittatori....mi sembra pure logico ed elementare....

Bravo dott. De Mattei e Grazie!!!!

Zag ha detto...

A proposito di silenzio:
"L'ERRORE CHE VOI NON CONTRASTATE, VOI L'APPROVATE, LA VERITÀ CHE VOI NON DIFENDETE, VOI L'UCCIDETE. NON È SENZA OCCULTA COMPLICITÀ COLUI CHE OMETTE DI AFFRONTARE UN CRIMINE EVIDENTE" (Felice III)

Luisa ha detto...

Condivido Agnese, quel che mi sembra importante è che chi desidera testimoniare la propria solidarietà ai FFI possa farlo secondo la sua sensibilità, chi preferisce il silenzio orante, chi alla preghiera sceglie di unire l`azione e la parola, chi individualmente, chi in gruppo, chi per via privata, chi per via pubblica, modi diversi ma, ne son certa, una sola convinzione, una sola preghiera.

Anonimo ha detto...

una sola convinzione, una sola preghiera.....e una sola fede, che va testimoniata, ma dai tetti, non col silenziatore.

Appunto.

Anonimo ha detto...

"Ora che tristezza! Favori terreni suffragano la fede divina e Cristo appare spogliato della sua potenza, mentre con il suo nome si concilia l'ambizione. La Chiesa atterrisce con esili e carceri, essa che è stata accreditata da esili e carceri. É sospesa al prestigio di coloro che ne fanno parte, essa che è stata consacrata dal terrore dei persecutori.
Manda in esilio i Vescovi, essa che si è propagata grazie ai vescovi esiliati. Si gloria di essere amata dal mondo, essa che non avrebbe potuto essere di Cristo se il mondo non l'avesse odiata".
(Sant'Ilario di Poitiers, Contro Aussenzio n. 4)

Anonimo ha detto...

Io non ritengo che De Mattei abbia fatto bene a scrivere ciò che ha scritto, perchè la sua firma, nonchè il contenutoi della petizione, che inneggia alla disobbedienza, è quanto meno poco opportuna. Diranno: "vedi vedi che è vero che i FI son o criptolefevriani! la petizione di de Mattei lo conferma"
Invece è molto positivo l'intervento di Tosatti.
Io scaricato il primo: cosa hanno fatto i Francescani dell'Immacolata? lo ho firmato e fatto firmare ed inviato alla Domus Sanctae Marthae in vaticano.
Chissa,. se arrivassero tante lettere così! forse qualcosa si muoverebbe.
Segnalo anche libertà e persona che pubblica costantemente lettere ed aggiornamenti sul caso FI sul proprio sito

Esistenzialmente Periferico ha detto...

Invece De Mattei ha fatto bene.

Ti indico alcuni motivi (sono solo "alcuni" motivi, i primi che mi vengono in mente in questo momento):

De Mattei è un laico, cioè non è "ricattabile" dall'establishment clericale. Molti don Abbondio sono tali perché temono di essere spediti in una parrocchietta di periferia, di vedersi azzerati gli incarichi in congregazione, di vedere spazzato via il gruppo giovani da loro così faticosamente creato... Un laico non è "ricattabile" con modi clericali.

De Mattei è uno storico serio e molto documentato. Ha scritto una storia del Concilio Vaticano II (oltre a numerosi altri libri). Insomma: "ha i titoli" per essere ascoltato anche dai clericali più schifiltosi.

De Mattei non chiama alla disubbidienza. Infatti l'obbedienza, per essere una virtù, deve riferirsi ad una "autorità", una "guida". Quando i superiori ti comandano il peccato o l'eresia, tu sei tenuto a disubbidire perché altrimenti ti renderesti complice del peccato e dell'eresia. L'autorità è diversa dall'autoritarismo.

Sei libero di pensare che De Mattei abbia sbagliato nel proporre la petizione. Anch'io lo ritengo: ma solo perché la petizione mi sembra uno strumento perdente e pure male organizzato (infatti ci sono anche firme false).

Ma non puoi dire che inneggi alla disobbedienza. Così facendo applichi la stessa calunnia dei nemici dei FFI, che vedono il pelo nell'uovo anche quando non c'è nemmeno l'uovo.

Infine aggiungo che De Mattei non ha certo l'esclusiva della difesa dei FFI. Io stimo i FFI almeno quanto lui, ma io sono un emerito "signor nessuno": se la petizione l'avessi organizzata io, non avrebbe avuto tanto successo. Ben venga De Mattei, anche se mi risultasse antipatico, purché l'ingiustizia contro i FFI sia portata alla luce. Gli operatori di iniquità, infatti, odiano la luce, specialmente quando illumina le loro opere.

Marco P ha detto...

@Anonimo delle 18.19:
"sono impazziti?"

SI.

una sola fede ha detto...

stiamo un po' più tranquilli però, , perchè se non sbaglio sono stato tra quelli che ho postato le modalità per finanziare le suore francescane dell'Immacolata. E mic ci ha fatto un thred apposta!

Questo per esempio è un modo concreto, ad esempio. Poi, se c'è qualcuno che vuol far polemica a tutti i costi su ciò che di preciso uno ha detto, cioè attenzione a non esagerare con le parole (che sono state tirate fuori e molte in queste settimane, altrochè, e piuttosto forti per COME LA VEDO IO): ok, potete dire non sono d'accordo, ma non farmi scrivere ciò che non ho detto, cioè di doversene stare tutti zitti. Preghiera, contributi concreti in denaro alle suore, parole di solidarietà e affetto, stigmatizzazione del male (ma, ricordiamoci sempre, amore verso il peccatore), e tutto in un ambito cristiano, cioè vedasi le parole evangeliche e di san Paolo (niente asprezze eccessive, ire, contese...miti e umili di cuore).In questo senso i miei interventi devono essere presi. Altrimenti pazienza, io ho detto la mia, e, ripeto, ho messo in evidenza, dandomi da fare, un modo concreto di aiuto immediato. Chi invece pensa che ci vogliono ad esempio le petizioni è libero di farlo e di diffonderlo, mi pare, io non le sottoscrivo, e non per questo mi scaglio contro chi la pensa diversamente da me. Su questo argomento penso di aver detto e fatto (e star facendo) il possibile, in pubblico come in privato, perciò da parte mia la chiudo qua.

Anonimo ha detto...

De Mattei è noto senz'altro, ma i motivi della sua notorietà non sono di grande aiuto ai Francescani: TFP di Plinio Correa de oliveira (una setta), posizione critica sul concilione ( che condivido in toto), argomentazioni identiche a quelle della FSPX in materia di obbedienza/disobbedienza. Pensate davvero che sortirà qualche effetto la sua petizione? Non era meglio che tanti cristiani non così schierati e schedati si rivolgessero con un appello al Papa? Il mio è un discorso di opportunità, cosa volete che me ne freghi della simpatia di de Mattei! Ciò che conta è che De Mattei è considerato un cripto lefevriano e il suo interventoa favore dei FI convalida l'accusa contro questi ultiimi. Come anche l'intervento di Fellay. Su alcuni siti hanno fatto due più
due, e sono giunti alla conclusione che la deriva scismatica dei FI era reale, e che Roma ha fatto bene ad intervenire.NOn era meglio evitarlo? Perchè non essere più accorti? Se si dà battaglia occorre impostare una stategia che dia qualche possibilità di vittoria.Più chiaro di così!
Aggiungo poi che de Mattei non è l'uncia voce nota ad essersi levata a favore dei frati:altri siti e altre persone stanno portando avanti, da tempo, la denuncia sulle gravi ingiustizie subite dai FI. Sono intervenuti, oltre al Mastino, Anche Agnoli, Bertocchi, Luisella Scrosati,e da qualche giorno la Bussola(Quinto e Cascioli), oltre a Tosatti, che evidentemente è stato inerressato da qualcuno. Ad ogni modo preghiamo che questa dura prova di padre Manelli e dei suoi frati finisca presto, e l'Immacolata interceda per la vittoria!

Agnese ha detto...

Come ho già detto Dio ci ha creati ognuno con il proprio carattere e sensiblità, apposta perchè ciò che non riesce a fare uno lopuò fare l'altro.... ognuno dotato di proprie sensibilità, capacità, e coraggio.

Il suo dire e ridire mi perdoni era proprio inteso al silenzio, che io ovviamente rigetto. Così come rigetto le critiche al dott. De Mattei, che ovviamente è sempre preso di mira per il suo coraggio e altissima conoscenza storica.

Ciò che hanno fatto ai FI riguarda tutta la Chiesa e la Chiesa è formata dai fedeli.

Nella storia molti sacerdoti e missionari si son spesi ed hanno alzato la voce contro le ingiustizie degli opressori...se se ne fossero stati più tranquillini chissà cosa sarebbe successo agli oppressi e alla giustizia ....

Esistenzialmente Periferico ha detto...

All'autore del commento delle 13:51...

Il tuo tono saccente mi costringe a perdere tempo e a farti qualche domanda.

Il "legame" di De Mattei con la TFP è stato per caso un fattore che ha inquinato in qualche modo la sua monumentale opera sul Vaticano II e le sue altre opere? sì o no?

Se sì, allora a te spetta l'onere della prova. Se no, allora non puoi criticarlo per la TFP nel momento in cui lui fa qualcosa di buono per i FFI senza che le due cose siano legate tra loro.

Le argomentazioni della FSSPX? Da quando in qua sarebbero "sbagliate" solo per il fatto di appartenere alla FSSPX? Forse che la bontà di un vino si capisce solo dalla confezione della bottiglia? Forse che nella Chiesa le uniche argomentazioni ascoltabili sono quelle contrarie alla FSSPX? (e te lo chiedo io che non c'entro niente con la FSSPX).

Qui abbiamo detto chiaramente che la petizione non sortirà effetto (non hai letto proprio questa stessa pagina? sai, c'era scritto, di mio pugno, che "Ovviamente non ci illudiamo che una petizione possa scalfire le ingiustizie"... non lo avevi letto? vieni qui solo a farci la lezioncina?)

Appello al Papa? Non ti risulta che proprio De Mattei e altri studiosi abbiano inviato un appello al Papa? era documentatissimo, scevro da ogni polemica, canonicamente fondato e zeppo di riferimenti... forse che sia servito a qualcosa? E tu? Quanti appelli al Papa hai firmato fino ad oggi, in difesa dei FFI ? E il Papa? Dopo essersi fatto sgraffignare la firma "in forma specifica", può forse rimangiarsela senza che nessuno approfitti per sfruttare il precedente?

E' facile fare l'allenatore della nazionale il lunedì mattina al bar. Ed è ancora farsi dettare l'agenda dai propri nemici: tu stai affermando che siccome c'è l'accusa (diciamo meglio: la "calunnia") di "cripto-lefebvrismo" allora bisogna rispondere in un modo che non suoni "cripto-lefebvrista" e che non sembri "deriva scismatica". Che illuso: vuoi per forza fare il loro gioco. Pensi di essere più accorto di De Mattei e di tutti gli altri, solo perché "non ti piace" l'etichetta TFP che De Mattei si porta addosso. E magari non sai nemmeno che De Mattei è stato tra i primissimi ad occuparsi della faccenda, mentre altri (compresa la Bussola Quotidiana) si sono svegliati in ritardo...

Agnese ha detto...

argomentazioni identiche a quelle della FSPX in materia di obbedienza/disobbedienza.

----------

Come si possono scrivere certe cose, resta ancora un mistero....

Quelli che chiamano disobbedienza la RESISTENZA AGLI ERRORI ED ORRORI, non sa quel che dice e sinceramente non mi impressionano affatto, dato che per farsi impressionare da tali accuse ed etichette sono solo coloro che non conoscono ciò che ha sempre insegnato la Chiesa....

De Mattei è duramente denigrato da chi vorrebbe essere come lui.

Inoltre, disprezzare uno storico serio e documentato come lui, puntualizzando che non è l'unico che sta prendendo le difese dei FI, è infantile...

Se a suo tempo anche per Mons. Lefebvre, si fossero alzate voci coraggiose ora non avremmo lupi e volpi all'interno del Sacro Ovile.... dato che fu l'unico che prese pubbliche prese di posizioni e salvò S. Messa, la Tradizione, la preparazione cattolica dei seminaristi futuri Sacerdoti, non è un caso che tutti gli istituti post conciliari ad indirizzo tradizionale siano usciti dalla FSSPX.... IBP, FSP etc...

bernardino ha detto...

Ma scusatemi cosa cambia tra le torture inflitte da Padre Gemelli a S.Pio da Pietrelcina e le torture inflitte dalle autorita' attuali a Padre Manelli (vedasi P.Volpi e suoi accoliti e suoi superiori fino alla cima) e gli altri frati F.I.?
Sappiamo per esperienza della storia che la Chiesa di Cristo e cioe' la Chiesa Cattolica Apostolica Romana in ogni tempo e' vissuta nelle mani di Cristo e col sangue dei Martiri e la glorificazione dei Santi.
Oggi i nuovi Santi ed i nuovi Martiri sono questi, i nuovi Padre Pio, e per mezzo di questi Santi ci salveremo da questo demonio che ci perseguita da oltre cinquant'anni.
Dio non ci abbandona, altrimenti il Sangue versato Da Gesu' sulla Croce e i dolori che soffrono questi nuovi Santi (martiri della nuova gerarchia conciliare massonico/protestante) non avrebbe senso e sarebbe anche inutile.
La SS.ma Vergine che imploriamo ogni giorno intercedera' ogni istante presso Dio Padre ed il Suo Figliolo facendo ascoltare il nostro lamento.
Alla fine Dio usera' i metodi che ha usato con l'angelo ribelle, perche' sopra ogni cosa Dio e' giustizia infinita, e nulla lascia senza una sentenza definitiva.
Dobbiamo solo pregare ognbi giorno il Santo Rosario e pregare il nostro Angelo Custode che ci allontani dal maligno che si presenta sotto ogni veste. I tempi odierni parlano chiaro, ci hanno dato una gerarchia al servizio di chi va' controcorrente, al servizio del maligno.
Anche Pietro rinnego' il Suo Signore e lo consegno' ai carnefici, anche Giuda Lo tradi' vendendolo per trenta denari - uno si e' impiccato, l'altro si e' pentito ed e' diventato la roccia di Cristo.
Qualcuno dovrebbe rileggersi davvero il Vangelo e non dire piu' la parola rievangelizzare.
Il Mondo e' gia' stato evangelizzato e non c'e' bisogno di cambiargli la Dottrina con un'altra dottrina eretica.
Sarebbe il caso di non dare troppa pubblicita' a questa gente che predica una dottrina corrotta, le petizioni vanno fatte a Dio e non a questa gerarchia che ormai e' lontana milioni di miglia da Dio ed e' al servizio di mammona.

Anonimo ha detto...

Esistenzialmente periferico, non capisco se leggi ció che gli altri scrivono o vedi rosso e non capisci più niente quando vedi che qualcuno non concorda con te. Ho scritto che condivido ció che de Mattei ha scritto sul concilio. Dove ho mai sostenuto che abbia sbagliato? Quanto alla Tfp il discorso é più complesso, perché se la Tfp é una setta, come ho letto e come temo sia vero , é chiaro che la sua appartenenza a tale gruppo crea qualche imbarazzo. Chi ha detto che gli argomenti della fspx sono sbagliati? Ritengo che sia inopportuno usarlo in questo momento. E te lo dico io, che ho legami con la fraternità e ho incominciato a frequentarla 22 anni fa, quando i tradizionalisti non esistevano, se così si può dire. Non ho fatto una lezione , non ti ho giudicato né ho giudicato De Mattei , sei tu che giudichi me chiedendomi cosa ho fatto, cosa ho firmato, se so e se non so.

una sola fede ha detto...

"il suo dire e ridire mi perdoni era proprio inteso al silenzio"

Ritorno solo un attimo sulla questione, visto che mi si cita: io la perdono (non ho nessun problema a farlo) ma il mio dire non parla di esclusivo silenzio, parla di trovare le modalità più idonee per dire la propria e l'ho espresso fino alla nausea, chi non vuol recepirlo, pazienza...Ma è anche vero che dopo mesi e mesi di discussioni, diatribe, accuse, parole piuttosto accese un po dappertutto in giro su questa vicenda, quanto ho appena ribadito (cioè che non scrivo di starsene zitti e buoni) ciò non esclude che OGNI TANTO anche un po più di silenzio, qualche riflettore in meno puntato sui francescani, e un po più di riflessione (e di umiltà da parte di tutti noi) e di pura preghiera non guasta mai. Talvolta lo Spirito Santo gradisce questo atteggiamento e può consentire una minore dispersione di energie, e permette ad alcune situazioni di sbloccarsi, più che non le innumerevoli dispute e contro-dispute che, quando continuano da tempo immemore, possono lasciare più macerie che altro e mi pare che finora lo stiano facendo, più che costruire qualcosa... Abbiamo più volte segnalato, anzi direi spessissimo, tutto ciò che sta succedendo e anche io ho detto la mia e non una volta sola, ripeto, ho anche segnalato parallelamente le modalità per contribuire economicamente alle necessità delle sorelle francescane (vedasi incipit di quel thread con le parole di mic), perciò non può essere proprio il sottoscritto ad essere tacciato di starsene lì a fare colui che si disimpegna.

L'obiettivo, insomma, e l'affetto per l'Istituto credo siano comuni: il fatto di distinguersi poi sul da farsi, non li cambia; ma la tolleranza e il rispetto per le posizioni altrui dovrebbero essere massimi (e questo però sempre considerando, alla fin fine, le parole che Gesù ci ha lasciato: "senza di me non potete far niente").

Agnese ha detto...

E te lo dico io, che ho legami con la fraternità e ho incominciato a frequentarla 22 anni fa, quando i tradizionalisti non esistevano, se così si può dire. Non ho fatto una lezione , non ti ho giudicato né ho giudicato De Mattei , sei tu che giudichi me chiedendomi cosa ho fatto, cosa ho firmato, se so e se non so.

------------

Ma tu guarda che coincidenza.... questo anonimo ha alluso alle stesse cose di un altro blogger che frequenta un certo blogaccio gestito dal duo cirenaico menestrello.... qui su questo blog alle 13.51 .... alle 13.15 invece il commentuccio su quel sitarello... ma che strana coincidenza......

Solidale con E. Periferico, che ha capito benissimo ciò che ha postato lei, tant'è vero che le avrei risposto lo stesso se non mi avesse preceduto....

@ al blogger "una sola fede" guardi che non ho nulla da farmi perdonare mi dispiace per lei...

Lei forse non si accorge, ma sta continuamente ( anche in questo caso) elargendo " consigli" puntando il dito....

Per di più allude, che in questo blog ci sono interventi duri e offensivi .... per favore ....lei ha il suo carattere e la sua indole ha espresso un suo parere, liberi gli altri a fare altrettanto....a moderare c'è la titolare del blog e il buon senso dei commentatori, buon senso e in moltissimi casi preparazione.

Le rammento il Catechismo S. Pio X
n. 247.

Come si dà prova della fede?

Si dà prova della fede confessandola e difendendola, quando occorra, SENZA TIMORE E SENZA RISPETTO UMANO, e vivendo secondo le sue massime: «"la fede senza le opere è morta"».

Esistenzialmente Periferico ha detto...

L'inganno in cui casca molto volentieri il commentatore delle 15:43 è quello tipicamente mediatico: "il nome X è da taluni associato all'etichetta Y... dunque è obbligatorio dedurre che X=Y". Che non è matematica, nè logica, nè ragionevolezza.

Una delle principali caratteristiche della cialtroneria è il divagare in tutte le direzioni tranne quella giusta. Proviamo anzitutto ad elencare ciò che chiunque può verificare:
- in questa pagina si parla della petizione contro il commissario Volpi (in questo blog abbiamo segnalato un mucchio di articoli e iniziative da diversi autori)
- la pagina comincia col dire che "il motivo principale per segnalarla è che si continui a discutere della persecuzione dei FFI"
- la pagina dà altre informazioni sul caso FFI, indicando le fonti
- nella pagina si precisa che "non ci illudiamo che una petizione possa scalfire le ingiustizie".

Per contrasto, ecco le affermazioni dell'ennesimo allenatore della nazionale da bar sport venuto ad illuminarci dall'alto della sua ineffabile sapienza, sparando in tutte le direzioni tranne quella giusta:
- l'autore della petizione sarebbe un settario che non è di aiuto ai FFI
- l'autore della petizione è noto anche per il "cripto-lefebvrismo" che tanto tanto dispiace agli squali che vogliono distruggere i FFI
- l'autore della petizione non è l'unico ad aver tentato qualcosa a favore dei FFI
- la petizione sarebbe inutile e sarebbe stato meglio fare un appello al Papa
- tutto il resto è inopportuno ed andava evitato ma solo lui, il nostro caro anonimo saggio perspicace, solo lui se n'era accorto
- solo lui sarebbe stato capace di impostare una strategia (perbacco! una strategia!) che dia qualche possibilità di vittoria alla nazionale
- solo lui ha diritto di elucubrare su FSSPX FFI TFP eccetera perché ha cominciato a frequentare la FSSPX ben 22 anni fa (diconsi ventidue, perbacco! questo sì che gli fa discernere le cose meglio di ogni altro)
- solo lui è quello pacato equilibrato e ottimizzato e che non vede mai "rosso"
- e tutto questo non sarebbe una "lezione" e nemmeno un "giudicare De Mattei".

Le sacrosante proteste, quando vengono inquinate da lamentazioni da bar sport, perdono di efficacia.

Per i nemici della Verità non c'è niente di meglio che avere a che fare con un esercito di lamentosi che per affermare se stessi ("ehi, esisto anch'io!") si cimentano in quisquilie del tutto secondarie, si danno addosso l'un l'altro, gareggiano nello screditare i loro elementi migliori (per di più facendo propri gli slogan avversari!), distribuendo le proprie lagnose omelie a destra e a manca (alle 13.51 e alle 15.43 di oggi, in questa stessa pagina), perfezionisti a parole e inani nei fatti, e soprattutto permalosi fino all'inverosimile (cfr. il fervorino finale "preghiamo per i FFI" del suo arguto sermone delle 13.51, "tu dunque critichi me che chiedo di pregare per i FFI?").

Luisa ha detto...

http://www.campariedemaistre.com/2013/12/risposta-padre-volpi-e-alla-sua.html?m=1

Luisa ha detto...

E:

http://www.libertaepersona.org/wordpress/2013/12/un-laico-della-mim-scrive-a-padre-fidenzio-volpi/

Luisa ha detto...

Ancora:

http://www.campariedemaistre.com/2013/12/risposta-padre-volpi-e-alla-sua.html?m=1

Michela ha detto...

Anche io ritengo che sarebbe stato meglio che persone già "schedate" dalla diabolica opera distruttrice giornalistica (che è riuscita ad affibbiare loro il titolo di tradizionalista in senso scismatico e spregiativo) non fossero intervenute firmandosi con il loro nome, perchè così hanno ottenuto l'effetto opposto a quello voluto.
Non è opportunismo, ma semplice astuzia evangelica, "miti e astuti!!!"
Forse papa Francesco ha ragione, occorre DISCERNIMENTO!
Prima di entrare in battaglia, studiare il terreno e usare le armi adeguate!
Comunque, Dio Solo è l'Onnipotente!
Se Egli vuole, PUO'!!!!

rosa ha detto...

michela, il Nemico scheda le persone proprio per che' spera di ridurle al silenzio. Prima scheda Caio, e Caio sta zitto, non sottoscrive petizioni, se no le rivina, poi viene schefato tizio, che sta buonin buonino, poi Sempronio... alla fine son tutti schedati, e non parla piu' nessuno. Capito?
smettiamola di aver paura delle loro schedature, smettiamola di farci dettare da loro le regole del gioco, e parliamo, anzi gridiamo dai tetti. e come ho gia' scritto, smettiamola di dar loro soldi.
Rosa

Zag ha detto...

Vorre ringraziare Esistenzialmente periferico e gli altri collaboratori del blog per lo spazio che date al dramma che stanno vivendo i FI. Vi invito a continuare ogni giorno perché i mass media lo stanno occultando alla grande. Spero che Socci possa dare una mano alla causa della giustizia con qualche articolo di peso, visto che i vescovi, per viltà, stanno dormendo. A lui, che aveva tanto criticato il card. Martini per il "flirt" con la stampa, vorrei chiedere cosa ne pensa del fatto che ora il papa è stato nominato da "Time" come "uomo dell'anno". E' normale tutto questo? Mi manca Benedetto XVI, ma soprattutto mi manca Leone XIII, anche se non l'ho conosciuto personalmente. Suggerisco a mic di fare un articolo sull'enciclica "Inimica Vis", stranamente presente sul sito del Vaticano solo in inglese. Guardate in che modo parla della massoneria e soprattutto immaginate a cosa starà pensando, da lassù, dell'attuale pontefice.

Esistenzialmente Periferico ha detto...

Luisa, Grazie per le segnalazioni.

Michela, la frase "se Dio vuole, può" è purtroppo incompleta.

Dio non ha gradito che Caino ammazzasse Abele: poteva evitarlo, ma non lo ha fatto. Ma dunque di fronte a quell'omicidio dobbiamo avere la "mitezza" di tacere?

Una grande eresia della nostra epoca è quel bizzarro fatalismo del considerare le "cattiverie degli uomini" come un risultato della volontà di Dio. Per una gravissima pigrizia spirituale ci nascondiamo dietro queste frasi da Baci Perugina: "se Dio vuole, può!": quest'espressione è vera ma serve per evitare di chiamare col proprio nome le cattiverie umane.

Non ci sono solo le cattiverie: c'è anche quel perbenismo, quel cattolicesimo salottiero che disquisisce di persecuzioni senza avvertire nessun dolore, ponendo anzi il discorso sullo stesso piano delle altre notizie di cronaca ecclesiale. Sono tiepidi e fieri di essere tali. Molti di quelli che si stanno accuratamente preparando per finire dritti dritti all'inferno, nel giorno del Giudizio si lamenteranno: Signore, ma quando mai non ti abbiamo visitato, curato, dato da mangiare? Quei "tiepidi" che il Signore vomiterà via sono anzitutto coloro che professano quel fatalismo travestito da imperturbabile fiducia nella Divina Provvidenza: "se Dio vuole, può!" (e dopo aver pronunciato questa frase, cambiano discorso). Cattolici imborghesiti, che fanno la vita comoda, che in confessione mugolano solo "ho dimenticato di fare gli auguri di compleanno a mio cugino", che ad ogni discussione scomoda dicono "ma i problemi sono ben altri!", che etichettano come "esagerato" chiunque non sia moderato come loro, che credono che la battaglia della fede consista in qualche arguta cliccata su Facebook...

Per un lungo periodo della mia vita ho avuto come confessore un francescano dell'Immacolata. Conosco la loro spiritualità, la loro liturgia, le loro case, i loro volti, i loro discorsi, le loro preghiere, la loro tensione verso le virtù cristiane: al punto che mi domandavo quanto altro tempo ancora sarebbero stati lasciati in pace. Qualche tempo fa, trovandomi a Napoli, scoprii che uno dei FFI di stanza là diceva pubblicamente che padre Manelli era vecchio e rimbambito e che non contava più niente (non conosco il suo nome ma temo proprio di aver conosciuto uno dei 5+1 traditori). Capii allora che per i FFI era cominciata la persecuzione, perché come dice il proverbio la prima gallina a cantare è sempre quella che ha fatto l'uovo, un ringalluzzito traditore comunica con quella spavalderia che il destino del tradito è segnato.

Vi prego, non chiamiamo "volontà di Dio" quella che è solo cattiveria degli uomini che Dio temporaneamente sta tollerando (e che noi pagheremo cara, molto cara, perché ne siamo vittime: chi non prova dolore di fronte alla vicenda dei FFI, non li merita).

Anonimo ha detto...

anche il sito web libertà e persona (praticamente è di CL) sta dando molto spazio alla vicenda:

http://www.libertaepersona.org/wordpress/?s=Manelli

Anonimo ha detto...

Cerco un vignettista che possa disegnare una vignetta sul "Superconcilio" e la "Criptolefevrite" che gli toglie i poteri e che deve essere scovata e distrutta in ogni dove...

Scusate il tentativo di humor... :-)

Continuo nella preghiera per i frati FFI...

Daniele.

Furia - 14 ha detto...

Manelli, dopo la nomina del commissario pontificio, e quindi quando aveva perso ogni ruolo e ogni potere legale, ha trasmesso abusivamente, senza titolo e contro legge, beni mobili e immobili dell’Istituto a laici, guarda caso, legati a lui da rapporti di parentela o di amicizia. Padre Fidenzio Volpi, com’era giusto, si è limitato a denunciare, l’8 dicembre, in una lettera ai frati, l’abuso operato illecitamente da Manelli. Questa operazione disonesta di appropriazione indebita dei beni mobili e immobili dell’Istituto, per trasferirli a parenti e amici, si chiama imbroglio e voi addirittura giustificate e difendete un imbroglio. Come può essere credibile Manelli?

rosa ha detto...

Furia 14, fornisca per favore nomi, cognomi, date, protocolli, copia di atti giuridici. A gettate il sasso e ritirar la mano, siamo bravi tutti
Rosa

Esistenzialmente Periferico ha detto...

Ammettiamo pure per assurdo che Furia-14 dica almeno qualcosina di sensato, La prima obiezione, già esposta nello stesso articolo, è che don Bosco e don Orione (e chissà quanti altri santi) hanno dovuto difendersi dalle brame dei curiali, che sono sempre stati più avidi degli stessi laicisti. Sempre in questa stessa pagina c'è scritto chiaro e tondo che le donazioni fatte ai FFI sono evidentemente dovute al loro essere "cripto-lefebvriani", cioè al motivo per cui i FFI vengono perseguitati. Sempre in questa stessa pagina nella prima riga viene citata una lettera di un laico, ingegnere, membro del TOFI, che, contro la "disgustosa accusa" di Furia-41 e del Commissario Volpi, annuncia che ricorrerà nelle "sedi opportune".

In parole povere: Furia-14 è un altro di quelli che commentano ciò che non hanno letto e condannano ciò che non conoscono. La stupidità e l'ignoranza non sono peccato, ma la maldicenza e la diffamazione sì.

Razionalità ha detto...

Anche se non pubblicate i commenti scomodi, li spediamo lo stesso.
Persino i fanatici di Manelli capiscono che questa raccolta di firme, non solo non servirà a niente, ma peggiorerà la situazione del vostro ingenuamente amato Manelli. Riflettete su queste indicazioni utili pubblicate sul vostro sito: giovanna ha detto: “….trovo del tutto inappropriata, ove non controproducente, la via della petizione, raccolta di firme, richiesta di dimissioni”.
Anonimo ha detto: “ La petizione sortirà come unico effetto gli sberleffi dei nemici della Chiesa, perché purtroppo è facile contestarne il numero di firme, è facile ignorarla come ecclesiasticamente ininfluente, è facile catalogarla come borbottio di blogger lamentosi, eccetera. Ed infine, è accessibile solo a chi ne capisce di internèt”.
Anonimo ha detto: “Non capisco perché continuate con questa storia dei FI. Petizioni? È come tirarsi la zappa sui piedi”.
Inoltre ho saputo di “gente vostra” che chiama amici che non sanno nulla del caso Manelli e chiede loro di firmare a scatola chiusa. Questo si chiama imbrogliare!

Luisa ha detto...

http://www.corrispondenzaromana.it/raggiunte-le-5-mila-firme-in-pochissimi-giorni-per-chiedere-le-dimissioni-di-padre-volpi/

mic ha detto...

Avevo pubblicato l'ultimo sgradevole commento con l'intento di fare una sentita replica che posso formulare solo ora.

Noi non siamo "fanatici di Manelli" né suoi difensori d'ufficio, ma nemici della menzogna e dei sopprusi.
Dunque non difendiamo Manelli, ma un'opera cattolica e i diritti calpestati di sacerdoti FI e loro fedeli.
E con questo uno stop alle capziosità di questo genere, dettate da evidente malanimo.

rosa ha detto...

La petizione sarà una stupidata, però in seguito a questa si è interessata della vicenda l' Associated Press, non proprio l'ultima agenzia di stampa internazionale. Sempre più riflettori...P. Volpi sarà abbagliato da tanta luce P.Bruno non vedrà l'ora di conferire con giornalisti di prestigio internazionale
Rosa

Luisa ha detto...

Il blogger che si è scelto come nick la " razionalità" anzi, pardon, la "Razionalità", di razionale ha ben poco, perchè non "Malignità"?
Gli andrebbe a pennello.
A quel poco razionale ma molto malevolo blogger interessa poco o niente l`iniziativa che è solo un pretesto per rigurgitare un pò di fiele su Padre Manelli.

Mazzarino ha detto...

n attesa di poterne firmare una contro il mandante Bergoglio. ho firmato volentieri la petizione contro il sicario Volpi. La violenza conciliare produce martiri veri e santi senza miracoli. Non credo vi siano dubbi su come andrà a finire.