martedì 11 settembre 2012

Torna a riecheggiare la celebrazione dell'anniversario della Riforma...

Torna a riecheggiare dai media (Vatican Insider di ieri) il problema delle celebrazioni dell'anniversario della Riforma, del quale abbiamo già parlato ripetutamente. Già ci appare paradossale - per non dire altro - che la Chiesa "celebri" un evento che ha segnato un china forse irreversibile della crisi dell'occidente cristiano. A furia di presentarceli in maniera acritica e come eventi 'normali', credono di poterli far passare sulle nostre teste, come la maggior parte delle innovazioni frutto dell'ormai smascherato gegen-geist/contro-spirito conciliare. Di quel che pubblico sotto, oltre al fatto in sé, mi allarma questo passaggio in riferimento al concilio di Trento:
La storia non si può cancellare, ma può cambiare la sua interpretazione, il modo con cui si giudicano i fatti”. Su questo concordano gli storici, in particolare quanti si occupano del Concilio di Trento, il Concilio della Controriforma.
Ebbene, alla luce del Vaticano II, nuovo faro di ermeneutica che ha creato la neo-chiesa, dovremmo forse reinterpretare anche il Concilio di Trento? Ditemi che mi sto sbagliando! 

Avuto riguardo alla fonte non dovremmo allarmarci troppo, ma la frase virgolettata attribuita a padre Horn mi pare vada in questo senso...

C’è un’idea che circola ancora sottovoce in quel di Roma, ma sono anni che nel mondo tedesco è ben radicata soprattutto dopo l’ultimo viaggio in Germania del papa con la precisa scelta di tappe e incontri che indicavano la volontà di ben più di un dialogo ecumenico.

Così, mentre anche qui si è parlato molto dell’annuale seminario di studio fra il vecchio professore e i suoi ex alunni – svoltosi a Castelgandolfo a fine agosto – altrove non è sfuggito quanto dichiarato dal presidente del Ratzinger Schülerkreis, padre Stephan Horn in poche battute a Radio Vaticana, rilanciate da France Press.

Tra 5 anni in occasione del 500° anniversario dello scisma di Lutero (1517) potrebbe concretizzarsi una sorta di mea culpa da ambo le parti, per togliere veleni e riappacificare gli animi dopo antichi conflitti.

“Il Santo Padre ha sempre avuto l’idea che una purificazione della memoria sia necessaria” ha detto Horn. “La storia non si può cancellare, ma può cambiare la sua interpretazione, il modo con cui si giudicano i fatti”. Su questo concordano  gli storici, in particolare quanti si occupano del Concilio di Trento, il Concilio della Controriforma.

In vista dell’anniversario molte sono già le iniziative programmate per il 2017 e questa potrebbe essere il coronamento del tutto  e sono in molti a sperare che sia proprio un  papa tedesco a realizzarla. Gli ospiti luterani presenti all’incontro e le espressioni del papa in Germania 2011 indicano una strada precisa.

42 commenti:

hpoirot ha detto...

Il 2017 é innanzitutto il centenario delle apparizioni di Fatima e un'occasione unica per riaffermare mondialmente la dottrina cattolica:

1) ribadendo l'esistenza dell'inferno "stagno di fuoco" che fu visto dai tre bambini

2)organizando in ogni parrocchia una catechesi sul peccato mortale e la vita della grazia nell'anima (con le citazioni di grandi santi)

http://it.gloria.tv/?media=330091

3) organizzando un periodo mondiale di preghiera per la conversione dei peccatori come chiesta dalla Madonna di Fatima Pregate e sacrificatevi, perché molte anime vanno all'inferno perché nessuno si sacrifica e prega per loro

Poi invitiamo cordialmente i luterani, cosi' il dialogo assicurato...

Azzurra ha detto...

Cara Mic, le parole di questro Horn religioso salvatoriano e presidente dell'associazione "Ratzinger Schülerkreis", ovvero un'associazione altamente ecumenica, dove a porte chiuse decidono dell'avvenire delle anime, studiando modi, parole folosofiche e tempistiche di una "nuova evangelizzazione" tanto nuova, che Gesù Cristo viene identificato come la Torah vivente..... beh! risponde alla seguente "spiritualità":

1) La Società del Divin Salvatore è un istituto religioso apostolico di sacerdoti e fratelli approvato dalla Chiesa Cattolica.

2) Attraverso i voti di castità, povertà e obbedienza, ci dedichiamo completamente a Dio e al suo servizio nella Chiesa.

3) Viviamo in comunità religiose e svolgiamo opere di apostolato.

4) Mostriamo al mondo la bontà e la gentilezza di Cristo, nostro Salvatore con l'esempio, per mezzo della parola scritta e parlata, e con tutti i mezzi che ispira l'amore per Cristo.

5) La nostra Società è dedicata al Divin Salvatore e i suoi patroni sono Maria, Madre del Salvatore, gli Apostoli, San Michele e San Giuseppe.

6) Collaboriamo con gli altri membri della Famiglia Salvatoriana e con altri gruppi per promuovere la conoscenza di Cristo Salvatore.

Bene, se uno è cattolico e conosce anche le sole basi del Catechismo, della Chiesa, troverà che nella loro "spiritualità" c'è un qualcosa che non va.....

Il punto 4 ad esempio!!

Come possono costoro definirsi veri cattolici e "predicare" Gesù Cristo, quando nel loro "apostolato" includono espressamente solo BONTA' e GENTILEZZA? che vorrà mai dire, bontà e gentilezza? Dove la Divinità di Gesù Cristo Risorto? e come può la Chiesa approvare una "spiritualità" del genere sulla scia dei ultra modernisti e maniacali ecumenisti dei focolarini e dei sant'egidio?

Ecco che appaiono chiare ed esplicite, le parole virgolettate del religioso salvatoriano Horn.

Inoltre non nutro dubbi circa la vera intenzione di riscrivere e reinterpretare il Concilio di Trento, che fu DOGMATICO e NON pastorale.

Una tattica assai nota, fin dai tempi della condanna del Concilio di Trento. Quindi reinterpretare la storia....e con essa tutto il Deposito della Fede.

Ci riusciranno? Non lo so, ma so che NON riusciranno MAI a distruggere la Chiesa di Cristo, infatti il VERO Spirito Paraclito, susciterà persone che glielo impedirà e già saper distinguere Simone da Pietro è azione dello Spirito Paraclito.

viandante ha detto...

Non si sbaglia carissima mic: ha letto bene.
Anzi sarebbe utile farsi un promemoria delle cose che andrebbero rilette e su cui ci si dovrebbe aggiornare per non essere degli integralisti e fondamentalisti rimasti indietro di 200 anni (come un eminenti cardinale sosteneva).

Ironia a parte, pensiamoci su un attimo. Non sarà difficile arrivare alla conclusione che purtroppo sarebbe più semplice dire a cosa possiamo ancora credere di tutto quanto ci era stato insegnato e che la Chiesa insegnava: quasi niente. Tutto va reinterpretato alla luce del Concilio e delle sue aperture al mondo. E poi si parla di continuità! Per favore…

E tuttavia è proprio vero che la nebbia si sta rarefacendo ed è proprio vero che la falsa chiesa sta lentamente gettando la maschera che per 50 anni ha illuso mezzo mondo (compreso il sottoscritto).

Cerchiamo almeno di mantenere la capacità di dire no, quando ci accorgeremo dell’inganno, perché è troppo comodo, mortalmente comodo, cullare la tranquillità.

viandante ha detto...

Cara Azzurra,
ti chiedi se riusciranno a reinterpretare la storia... e con essa tutto il deposito della fede .
Poi però dici Non lo so, ma so che non riusciranno mai a distruggere la Chiesa di Cristo.

Ebbene, dal momento che la Chiesa c'è per custodire la fede in Gesù Cristo, appare chiaro che scardinare totalmente la fede in Gesù Cristo é distruggere la Chiesa.
D'altronde perché il demonio combatte la Chiesa? Per distruggere la fede in Gesù Cristo Nostro Salvatore.
Non é sufficiente per lui combattere la fede in modo asettico con argomentazione pseudorazionali, deve combattere anche la Chiesa che trasmette la Grazia salvifica e custodisce la fede.
Quindi le due cose vengono a coincidere: si combatte la Chiesa per combattere la fede e se Nostro Signore ha detto che le porte degli inferi non prevarranno sulla Chiesa, vuol dire che anche la fede che essa proclama sarà preservata.
Attenzione però a non confondere la Chiesa con gli uomini di Chiesa (pensa all'arianesimo): costoro potranno anche soccombere, ma non la Chiesa e la fede.

E non perdiamo la speranza o come dice Maurizio Blondet in un suo bell'articolo di questi giorni, "per una volta, mettiamoci dalla parte del Vincitore"!

Azzurra ha detto...

Carissimo Viandante, volevo dire proprio quello che lei ha detto....solo che magari mi sono espressa male.

Ieri a Sarajevo, il tecnico Monti ha fatto una dichiarazione che trovo di una GRAVITA' senza pari, indegna di un uomo che è alla guida di una Nazione Democratica, ma che avrebbe smascherato definitivamente i suoi intenti.

Per inculcare ed imporre l'europa unita, che sappiamo bene da chi sia stata voluta, senza alcun rispetto per l'altrui intelligenza è uscito con testuali parole:

" bisogna continuare con la manutenzione psicologica e politica"

Parole gravissime ed allarmanti, che non hanno trovato eco nei mass media.

Idem la chiesa post conciliare... da subito, hanno dato il via ad una massiccia e feroce manutenzione psicologica, uccidendo psicologicamente e socialmente chi aveva scoperto trame e pericoli... hanno ottenuto ottimi risultati.... ma la parola fine spetta a Cristo, se lo ficchino in testa!!

Un caro saluto

Anonimo ha detto...

A 90 anni ce la farà? Penso che la Madonna di Lourdes non permetterà tale abominio ma gli apostati ormai sono tanti specialmente nelle alte sfere di quella che fu la Una, Sancta, Catholica et Apostolica Ecclesia.Va bene cercare quelo che ci unisce, ma su "qusquiglie" come la transustansazione, i sacramenti, la verginità di Maria, l'inissolubilità del matrimoni e sul sacedozio come la metteranno? Oltre che sul primato di Pietro.

hpoirot ha detto...

In data 8 SETTEMBRE… NATIVITA’ DELLA BEATA VERGINE MARIA, una Grande festa cattolica per la Madre di Dio, c'é stata la prima manifestazione del RnS con Gad Lerner nel ruolo di ...catechista

Dieci Piazze per Dieci Comandamenti, é l'ultima iniziativa del "Rinnovamento nello Spirito Santo" che ha preso il via a Roma, l’8 settembre.

Nel corso della serata di evangelizzazione, Lerner ha parlato di Dio che ha fatto uscire Mosè e il suo popolo dal paese d’Egitto dalla condizione di schiavitù, ha esaltato la bontà misericordiosa del Signore e ha concluso dicendo: “E' per questo io non ho bisogno dell’Incarnazione”

La serata dell'RnS patrocinata dal Pontificio Consiglio perla Promozione della Nuova Evangelizzazione, sotto l’egida della CEI, é nata (secondo loro) come momento di testimonianza di "fede" ??!!??

Solo che chi ci va rischia di perderla...

Azzurra ha detto...

Infatti uno dei fondatori di quel RnS è stato un certo Martini, uno che apertamente e senza nessuna vergogna, è andato contro Chiesa e Magistero....facciamoci due conti....

Movimenti che sono sette all'interno della Chiesa, un continuo schiaffo a Cristo.

La colpa di tutto questo, 50 anni di infiltrazioni all'interno della Chiesa Cattolica, di appartenenti alla credenza ebraica e protestante, innanzitutto e che corrispondono, ai cosidetti modernisti lasciati liberi di scorazzare e di dettare ordini e leggi, grazie al troppo lungo pontificato di GP2, il quale con massimo ardore ed urgenza, ebbe a togliere ogni barriera contro errori e falsi maestri e maestre.

Nemmeno S. Francesco, quando decise, di ricostruire la Chiesetta di S. Damiano, ebbe a trovare una situazione come la nostra.

Dante Pastorelli ha detto...

E' chiaro che interpretar meglio la storia significa che la Chiesa deve riconoscer non solo le sue responsabilità, che pure ci sono da parte dei suoi uomini, ma le ragioni di Lutero, la sua spiritualità (!) e la sua dottrina come via di salvezza.
Se il Capo della Chiesa riconoscerà l'eresia luterana come via di salvezza è evidente che non potrà parlare come Vicario di Cristo trafitto da Lutero, ma soltanto come dottore privato
colluso con l'eresia.
La Chiesa non cadrà neppur in questa sciagurata evenienza. Come sempre dico, lo Spirito Santo si farà sentire.
La mia paura è che le posizioni non saran nette, ma fumose, come certi documenti conciliari, e così ciascuno potrà tirarle da una parte e dall'altra.
D'accordo con Poirot e Azzurra.
Ebbene, nel 2017 celebriamo Fatima e nelle nostre chiese e cappelle celebriamo le Messe con l'intenzione che si manifesta nelle Litanie dei Santi: "Ut domnum Apostolicum et omnes ecclesiasticos ordines in sancta religioneconservare digneris, Te rogamus, audi nos."

Azzurra ha detto...

Se il Capo della Chiesa riconoscerà l'eresia luterana come via di salvezza è evidente che non potrà parlare come Vicario di Cristo trafitto da Lutero, ma soltanto come dottore privato colluso con l'eresia.

La Chiesa non cadrà neppur in questa sciagurata evenienza. Come sempre dico, lo Spirito Santo si farà sentire.
----------------------------


Parole sante, le sue carissimo Dante....parole sante!

Un caro saluto

Anonimo ha detto...

"celebreremo" ?
ma noi mica siamo sacerdoti col potere di decidere che cosa celebrare...
Intanto non siamo noi laici, ma è il Papa che si accinge a commemorare il sig. Lutero, ritenendolo venerabile maestro spirituale . E chi avesse qualcosa in contrario si dovrà adeguare, la Chiesa viaggia verso il grande abbraccio ecumenico con i grandi eretici, ritenendo più importante "ciò che unisce" di ciò che divide.
Per Poirot: da qualche parte sul web leggevo che le apparizioni di Fatima sarebbero frutto di allucinazioni di tre psicopatici, invenzioni di fantasie malate, dunque non vedo come si possa credere a certe presunte "visioni" private, che molti ritengono "specie di eresie millenariste" che non servono alla fede, ma per lo più sconfinano nella superstizione.

Anonimo ha detto...

circa la bella serata citata da hpoirot,
adunanza dell'RnS patrocinata dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, sotto l’egida della CEI, che sarebbe "momento di testimonianza di "fede"",(!?!) il Papa è al corrente della festa, in cui un ebreo proclama di NON AVER BISOGNO dell'Incarnazione, con la APPROVAZIONE dei Vescovi e fa ottima SCUOLA DI APOSTASIA per i cattolici che lo stanno a sentire ? e lo ritiene ben inserito e coerente nel suo già proclamato "anno della fede" ? ? visto che è promossa da un Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione !
del resto abbiamo capito ormai che "nuova evangelizzazione" ormai formazione cristiana secondo Kiko-Carmen-Lubich-pentecostali riuniti e multicarismatici ecc....

al blogger che parlava di "erigere muraglioni" a difesa della fede contro il protestantesimo avanzante per merito dei vertici....se sta leggendo, faccio notare gli accadimenti, in aumento esponenziale, e chiedo: questi fatti testè citati da poirot sarebbero i pali di FONDAZIONE del famoso "muraglione difensivo" che ci vantiamo di erigere prontamente, magari con l'aiuto dei vescovi e del papa benedicente ? ?

Anonimo ha detto...

Spirito Santo si farà sentire.
La mia paura è che le posizioni non saran nette, ma fumose, come certi documenti conciliari, e così ciascuno potrà tirarle da una parte e dall'altra.


appunto. E allora ?

SE fosse vero che lo Spirito Santo si è fatto sentire dal concilio a oggi, come mai non ha avuto il potere sufficiente a sventare la nefasta AMBIGUITA' anarchica e caotica, dottrinale e pastorale, in cui la Chiesa sta affogando? COME MAI non ha impedito l'entrata del fumo di satana in cui la Chiesa sta soffocando, cioè quel luciferino relativismo dove verità ed eresia sono ritenute di pari valore ? questa convinzione, ormai diffusissima nell'orbe, l'ha promossa e propagata lo Spirito Santo ?

Lo Spirito Santo non si serve nè si compiace di AMBIGUITA' o parole fumose, poichè E' lo Spirito di Cristo, che ci comanda di parlare il Sì Sì no no ed insegna a dire le cose chiare, non fumose e sibilline.
(un blogger, credo Thibaud, ha pregato poco fa il Papa di non usare frasi sibilline, tipo "nuova evangelizzazione", ma il linguaggio è sempre quello lì....sempre conciliare e ambivalente, quindi che c'entra lo Spirito Santo, come "si fa sentire" con certe espressioni fumose?)
Lo Spirito Santo non si compiace affatto nè mette la FIRMA sotto un concilio che demolisce la Chiesa pezzo a pezzo nelle sue applicazioni e conseguenze sempre più chiare di apostasia, nei vertici e nella base, da essi trascinata con il modus vivendi di "voler servire due padroni": Cristo e il mondo, schiavo di satana.

Gederson Falcometa ha detto...

Queste scuse e questi "mea culpa", mi fanno pensare nel Confiteor pregato per tutta la Chiesa nella Messa tridentina per quasi 5 secoli. Se prendiamo in considerazione questo Confiteor, non me sembra il bisogno di un'altro "mea culpa". Considerando anche il Salmo 42, sembra che ora stiamo vivendo in mezzo a un popolo santo al quale tutte le età dovrebbero dare soddisfazione...

Anonimo ha detto...

E' vero quello che leggo su messainlatino?

"che strano, al punto 4 delle motivazioni del Pellegrinaggio SP a Roma da ieri a oggi è sparita parte del testo: <<4°. Infine, sarà un’espressione di partecipazione alla missione della Chiesa. Vorremmo apportare alla nuova evangelizzazione che il Santo Padre intende promuovere con l’Anno della Fede il contributo della sempre giovane liturgia tradizionale.>>

hpoirot ha detto...

Il vescovo di Pavia è “in comunione di fede” con i musulmani
(di Gnocchi e Palmaro)

http://www.corrispondenzaromana.it/il-vescovo-di-pavia-e-in-comunione-di-fede-con-i-musulmani/

E' dunque questa la nuova evangelizzazione lancianta con l'anno della fede: un non cattolico che ci spiega il 1° comandamento in una serata sulla fede e un vescovo che afferma che siamo in comunione di fede con l'islam...

qui tirare fuori un preambolino no é?

Dante Pastorelli ha detto...

Celebrare Fatima non significa celebrar la Messa. Tutti noi possiamo partecipar a celebrazioni, anche ad opera di semplici fedeli, delle apparizioni di Fatima, riunendoci in chiesa a dir il rosario. Celebrar il centenario di XY significa celebrar la Messa?
Quando si vuol, da bravi sedevacantisti anonimi, trovar il pelo nell'uovo, si scivola sul guscio. Per questo vile anonimo il verbo celebrare deve aver un solo significato.
Su altri commenti dello stesso anonimo sedevacantista non mi pronuncio fino a che MIC non avrà imposto quel chiedo inutilmente da troppo tempo: SOLO BLOGGERS CON NOME E COGNOME.
Di più, è VENUTO IL MOMENTO DI LASCIAR QUESTO BLOG DOVE SI CONSENTE DI PUBBLICAR LO STERCO D'OGNI MENTECATTO DI PASSAGGIO protetto dall'anonimato
ARRISENTIRCI IN TEMPI MIGLIORI.

Anonimo ha detto...

Dante, ora neanche Mic le sta bene! Questa è ingratitudine per tutta la deferenza che Mic le ha dimostrato!

mic ha detto...

Anonimo, non credo proprio che Dante si riferisse a me, ma ad una coda di conversazione presente su un altro thread.

Anonimo ha detto...

E' ormai impossibile negare un'evidenza di fatti inaccettabili per i veri cattolici, cioè che un pontefice del 3. millennio si prepara a festeggiare i 500 anni di un grande eresiarca ( tra l'altro dannato, come riferito da Caterina63 sul web più volte, svelato a una mistica ), colui che ha causato la più grande spaccatura della Chiesa Cattolica e la sua decadenza ora anche interna, per influsso accolto fin nel concilio e nella riforma della Messa di Paolo VI-Bugnini.
Rilevare questo con sgomento, come spesso fatto da hpoirot e tanti altri su internet, è motivo per essere bollati di sedevacantismo e pazzia, come accade anche in vari altri siti tradizionalisti, dove però tali ricorrenti insulti GRATUITI, (visto che gli insultati nessuno li conosce di persona), vengono lanciati da NC o modernisti vari, ma qui l'etichetta offensiva viene imposta con forza da grandi tradizionalisti, incredibile....contro persone di cui non si conosce la vera forma mentis.
Sarebbe interessante sapere precisamente che cosa hanno detto or ora quegli anonimi per essere definiti mentecatti ecc.
La realtà sottolineata che negli eventi si legge è semplicemente la seguente: se si onora la Madonna NON SI PUO' allo stesso tempo onorare un suo nemico e seguaci odierni, che odiano i Santi e la Madonna. Non è possibile far omaggio alla Madre di Dio mentre si fa omaggio a un nemico di Cristo qual'è Lutero.
Celebrare un dannato eresiarca sarebbe cosa da conciliare con la celebrazione (in senso lato) della Madre di Dio Maria SS.ma ?
Situazione assurda e inaccettabile di molteplicità (o compromesso morale e spirituale...)
Oggi sottolineare queste assurde empietà (poichè tali sono) ci guadagna l'accusa inaudita di pazzia e sedevacantismo. Hpoirot e tutti quelli che si scandalizzano delle riunioni scandalose come quella con Lerner "catechista" sarebbero sedevacantisti e mentecatti ? a me pare questa accusa, insieme con l'iracondia annessa, una cosa del tutto incomprensibile.

Riporto qui la giusta amara considerazione di un altro anonimo blogger, circa la confusione grottesca nel citato pellegrinaggio prossimo:

"Ecco cosa succede quando l'Autorità se ne lava le mani. Ditemi voi se le messe devono essere organizzate dai laici. Il dramma è proprio e sempre quello indicato da Amerio: la desistenza dell'Autorità. E io aggiungo: pure la latitanza di questa Autorità ecclesistica.
Dio ci aiuti, ma ho l'impressione che se l'Autorità non riprende subito in mano tutte le redini della Chiesa, il futuro cattolico sarà sempre peggiore e anarchico."

Sottoscrivo con dolore le realtà innegabili per chi voglia tenere la coscienza vigile.
Ecco il punto dolentissimo: la DESISTENZA dell'Autorità, lamentata già da Amerio. E sua LATITANZA palese di fronte a fatti gravi e gravissimi. Semplicemente.
Chi allora si deve adirare e perchè adirarsi se ricorrono tali dolenti note ?

adn

mic ha detto...

Caro Anonimo, è così difficile darsi un nick che renda distinguibili nell'anonimato, che con questi strumenti è comunque consentito e che ha diritto di cittadinanza anche su questo blog se non contiene insulti o cose davvero deprecabili?

A ben rileggere devo darle ragione. Quasi quasi non volevo crederci e penso che sia giusto irrigidirsi su altri elementi. Del resto, ripeto, questo strumento consente di esprimersi con più libertà a chi, per qualunque ragione, abbia difficoltà a esporsi.
Per quanto riguarda me, ad esempio all'inizio il mio nick mi si era imposto per ragioni prudenziali (ora più che altro ci sono affezionata), per il tipo di contesto e di denuncia in cui è nato. Poi, nel corso del tempo, quando è maturato il momento di metterci la faccia, non ho esitato a farlo. Ma si può capire se qualcuno ha delle resistenze.

L'importante penso siano i contenuti e la possibilità di esprimersi e confrontarsi con libertà fluidità e rispetto reciproco. Si avverte quando la comunicazione è sentita e si apprezzano i contenuti costruttivi e partecipativi! Il resto è secondario...

In ogni caso, messaggi sedevacantisti non ne passano molti e, quando li si lascia passare è perché il problema esiste ed è giusto parlarne, prenderne le distanze ed aggiustare il tiro, se serve. Credevo che questa mia visuale fosse chiara e non deprecabile...

mic ha detto...

SE fosse vero che lo Spirito Santo si è fatto sentire dal concilio a oggi, come mai non ha avuto il potere sufficiente a sventare la nefasta AMBIGUITA' anarchica e caotica, dottrinale e pastorale, in cui la Chiesa sta affogando? COME MAI non ha impedito l'entrata del fumo di satana in cui la Chiesa sta soffocando, cioè quel luciferino relativismo dove verità ed eresia sono ritenute di pari valore ? questa convinzione, ormai diffusissima nell'orbe, l'ha promossa e propagata lo Spirito Santo ?

E' impossibile pensare che ciò sia stato opera dello Spirito Santo. Di certo, se il Signore lo ha permesso è per la nostra tepidezza e anche per costringerci a rimaner desti e ad approfondire la nostra fede e, allargando lo sguardo, molte ragioni necessariamente ci sfuggono. Non devono tuttavia sfuggirci le cause e i fattori in campo. Individuarli e denunciarli non significa essere sedevacantisti; ma credenti che cercano di vivere l'equilibrato connubio tra fede e ragione, tra spiritualità e adorazione insieme a studio e ricerca...

Luisa ha detto...

Dante, a parte dirti che spero che non metterai ad esecuzione la tua intenzione di lasciare il blog, vorrei dirti che capisco la tua intolleranza verso l`anonimato, te lo dice una che è stata presa di mira da codardi e volgari anonimi, liberi di agire, immuni da ogni censura, ma non mi spingo fino a pretendere che i blogger diano nome e cognome, un nome, un nick, potrebbe bastare MA chi gestisce il blog DEVE conoscere l`identità del blogger, dunque iscrizione obbligatoria.

In realtà se ci pensi bene, sono anonimi anche i gestori e moderatori di molti blog e forum, chi conosce ad esempio l`identità dei gestori e moderatori di Mil? Non i blogger, solo gli adetti ai lavori e chi è dentro il sistema.
Se si vuole sopprimere l`anonimato bisogna che comincino a farlo i gestori di siti e blog.

Posso anche capire che per alcuni l`anonimato è una scelta di prudenza, non è una questione di non aver coraggio ma una scelta riflettuta e che la situazione impone, tu dirai che allora dovrebbero scegliere il silenzio, io invece penso che la loro testimonianza, in quella forma, è forse un primo passo, un bisogno di condividere la loro esperienza, per uscire dalla solitudine , anche se è un sentirsi meno soli molto virtuale... , per far sapere, per unirsi ad una riflessione.
Credo che conosciamo in molti i nomi di sacerdoti che hanno pagato caro, molto caro, il prezzo del loro "coraggio", che è forse stato piuttosto un`imprudenza.

Come te penso che non dovrebbero passare commenti scritti da sedevacantisti, anche se poi mic risponde, penso che sarebbe preferibile non lasciarli passare, tempo guadagnato per mic.
Sono tanti gli sguardi ostili che vengono su questo blog, anche dicendo che non ci vengono, non scrivono, ma vengono, leggono e poi vanno altrove sparlando di mic e del blog.

L`impegno, la passione, la generosità di mic sono ammirevoli, grande è la sua competenza, gestire un blog non è facile, c`è la ricerca delle notizie, ci sono le traduzioni, le riflessioni personali, e poi ci sono i blogger con i loro commenti che contribuiscono a dar vita al blog, tu DANTE sei un riferimento FIDATO e SICURO, spero che non priverai mic del tuo supporto e della tua presenza su questo blog!

Un caro saluto.

Luisa ha detto...

Per quel che riguarda il 50° del Vaticano II, non temo di dire che di certo non lo festeggierò, come posso festeggiare un evento che ancora oggi ci viene detto che non è stato capito quando da 50 anni tutti gli sperimenti, le invenzioni, le libertà prese con la Dottrina e la Liturgia, son stati fatti in nome di quel Concilio?


Non mi pone nesun problema dire che sono scioccata quendo leggo che alcuni prelati della Chiesa cattolica ( fra i quali il card. Koch) si stanno preparando per celebrare (!!) il 500° anniversario della Riforma.
Dicendolo sono fuori della Chiesa? Sono contro il Papa?

Dante Pastorelli ha detto...

Allora rilegga quel che scrive lo stimabile Dante. Lei lascia scrivere secondo lui sedevacantisti sul blog quindi afferma che lei è complice! Stia sicuro che è comunque quel che pensa e quel che andrà a dire in giro.
-------------
Rispondo per l'ultima volta perché MIC capisca con chi ha a che fare, l'altezza morale, cioè, dell'anonimo.
La mia posizione le è nota, e non da oggi. Non ho mai pensato a MIC sedevacantista o complice di questa schiatta. Abbiamo combattuto qui e altrove insieme per la Chiesa con e sotto Pietro. E mai andrei in giro a parlarne male di lei che ben conosce l'amicizia e la stima che le riservo. E non è mio costume far pettegolezzi di qualsiasi genere. Ma non ho mai neppure, proprio da amico ed estimatore, nascosto il dissenso sulla pubblicazione di certi commenti anonimi. Io sono chiaro con tutti e ci metto la faccia. L'anonimo quale parte del corpo ci mette?
MIC legittimamente ritiene utile “aprire” ad alcuni commenti sedevacantisti che a lei appaion utili spunti di riflessione; a me che queste posizioni non approvo, sembra che se ne siano già passati troppi per continuar spalancar l'uscio.
Il dissenso sta in questo, in un per me eccesso di "generosità" di valutazione che poi dà motivo agli estremisti di parlar di blog non cattolico. Il che nella sostanza non è vero, ma i malignmi gli appigli li vedono e vi si attaccano. MIC fa tutto in buona fede ma gli anonimi seminan zizzania, qui e altrove.

Leggi MIC, leggi come mi presenta questo anonimo che tu accogli: e se sia accettabile un commento di tal fatta lascio a te ed agli altri amici giudicare. Al linguacciuto e vigliacco anonimo dico che ognun dal proprio cuor l'altrui misura.
A te dico che s'io fossi un amministratore di un blog un commentatore che parlasse di te in tali termini lo prenderei a calci nel sedere.
Al dissenso sulla pubblicazione di certi anonimi denigratori della Chiesa (che poi son quelli che blaterano che la verità si deve gridar dai tetti) si aggiunge la libertà di offendere impunemente.
Le conclusioni già tratte a maggior ragione vengon confermate.
Un saluto cordiale a tutti.
12 settembre 2012 18:07

mic ha detto...

E' vero quello che leggo su messainlatino?

"che strano, al punto 4 delle motivazioni del Pellegrinaggio SP a Roma da ieri a oggi è sparita parte del testo: "4°. Infine, sarà un’espressione di partecipazione alla missione della Chiesa. Vorremmo apportare alla nuova evangelizzazione che il Santo Padre intende promuovere con l’Anno della Fede il contributo della sempre giovane liturgia tradizionale."


A me non risulta affatto.

Anzim l'intero punto suona così:
4°. Infine, sarà un’espressione di partecipazione alla missione della Chiesa. Vorremmo apportare alla nuova evangelizzazione che il Santo Padre intende promuovere con l’Anno della Fede il contributo della sempre giovane liturgia tradizionale. È ben chiaro che essa è il sostegno di un gran numero di famiglie cosi come di tante organizzazioni e iniziative cattoliche, specialmente rivolte ai giovani (oratori, scuole, corsi di catechismo) e che è fonte di vocazioni religiose e sacerdotali in costante crescita, cosa che oggi, nel mondo occidentale, si rivela estremamente preziosa.

mic ha detto...

Dante,
avevo letto solo la prima parte del commento, che ora ho cancellato.

Non ho bisogno di giustificarmi se non di una disattenzione, perché oggi tra l'altro scrivo non dalla mia postazione perché ho problemi col mio computer e, quindi, un po' di approssimazione (dovuta alle incursioni troppo rapide) non dovrebbe esserci ma può esser compresa.

Comunque, se sono in un mirino malevolo, è più difficile stornare i rischi di fraintendimento, che conosco bene e sto fronteggiando da anni, se chi dovrebbe affiancarmi si accende subito come un fiammifero.
Capisco che quando viene toccata la propria persona ci si resta male. E, tu Dante sai bene quanti insulti a attacchi ho fronteggiato argomentando e non "prendendo d'aceto", proprio per non abbandonare il campo di battaglia.

Mi sono arresa in un contesto ben diverso e proprio per dignità personale, di cui non ho fatto un assoluto, ma che è un valore da non lasciare in pasto alle fiere...

Non mi pare che questo contesto assuma aspetti del genere, a parte l'uscita davvero maligna dell'Anonimo che mi era sfuggita.

E, comunque, mi arrendo. Vado avanti per la mia strada e fate come vi pare...

mic ha detto...

... aggiungo (e parlo di MiL) che mi sono arresa dopo anni e neppure del tutto!

giovanna ha detto...

Ma vi prego: non permettete che chi viene qui solo a seminar zizzania raggiunga il suo scopo. Concordo sulla opportunità di una maggiore severità nella moderazione, proprio per proteggere questo spazio di confronto. Ma poi e in ogni caso la forza del pensiero e la saldezza della fede di chi gestisce questo blog e di chi vi collabora stabilmente devono bastare a mettere in fuga i perditempo e simili, tanto più se anonimi. Devono bastare a neutralizzare chi ‘sporca’ le discussioni insinuando pensieri che di cattolico non hanno nulla. La buona Battaglia che si cerca di combattere merita una indomita pazienza e perseveranza e un ricominciare ogni volta. E merita tutti i magnifici combattenti che qui abbiamo il piacere di incontrare.

Per questo, oltre che per puro egoismo, prego Dante, per quel che può valere, di soprassedere e confermare la sua preziosa collaborazione.

Thibaud ha detto...

No! Chi cattolico dice che non festeggierà il 50° anniversario, di un concilio che ha cambiato la Chiesa, anzi ne ha distrutto le fondamenta millenarie, non è mettersi fuori dalla Chiesa e nemmeno è da considerarsi contro il Papa.

Sono i modernisti, che sono contro la Chiesa di Cristo e contro il Primato Apostolico del Beato Pietro, sia chiaro una volta per tutte!

Per amor di verità, preme fare una considerazione circa le accuse di sedevacantismo, rivolte contro chi lamenta e soffre la grave crisi della Chiesa saltate fuori in questi frangenti.

A me pare, che i modernisti (e vale la pena ricordare essere un'accozzaglia di credenze eresiarche e scismatiche, già condannate dai Papi precedenti al concilio Vat.2), siano riusciti nel loro intento.

Inculcare odio ed isolare fino alla morte sociale, quelle persone che molto onestamente, senza giri di parole e doppio linguaggio, (tipico invece dell'accozzaglia modernista) non riconoscono i Papi post conciliari che con cambiamenti epocali, forse senza volerlo, hanno portato la rovina della Chiesa, non mi sembra affatto cristiano.

Personalmente non sono d'accordo con la tesi di Cassicianum, ma alcune domande mi sorgono spontanee:

A)il sedevacantismo attuale è sorto prima o dopo il concilio? Se è sorto dopo e prima non esisteva, di chi la colpa?

B)perchè la Chiesa post conciliare preferisce, dialogare e quindi prostituire la propria fede, con chi nega la Divinità di Gesù Cristo, la Verginità di Maria, i Dogmi della Chiesa, il Magistero Petrino organizzando incontri, cene, elogi come fossero in totale unione di pensiero e di fede, mentre con questa netta minoranza ha decretato la morte sociale?

Possono Papi che predicano e attuano ecumenismo senza frontiere, fino ad arrivare ai giorni nostri, celebrare un eresiarca come Lutero, che ha contribuito alla morte atroce (torturati e squartati) di moltissimi religiosi,ed essere intollerante nei confronti loro?

Può una Chiesa post conciliare, che predica amore tolleranza pace unità con tutti, agire a questo modo?

Risposta: NO, c'è qualcosa che non torna.

In conclusione, a mio avviso per la fede cattolica sono meno pericolosi i sedevacantisti dei modernisti, in quanto i primi parlano chiaro e dicono ciò che pensano, con ciò la persona può decidere se stare o non stare, i secondi appartengono a quell'accozzaglia pericolosa che mente ed inganna, e la persona ingannata credendo stare dalla parte dei veri cattolici, perchè apparentemente in comunione con il Papa, in realtà sono proprio costoro, che fanno perdere la Fede cattolica.

Non a caso, il semplice fedele, che voglia conoscere notizie storiche atti o documenti della Gloriosa Chiesa ante concilio Vat.II, li trova spesso e volentieri da questi "mostri e appestati" sedevacantisti.

Gli anni successivi al ConcilioVat.II tutto quello che prima era, da custodire con amore e diligenza, è stato gettato nelle immondizie.

Spero di non aver scandalizzato nessuno, ma non sopporto i due pesi e due misure.

mic ha detto...

Gli anni successivi al ConcilioVat.II tutto quello che prima era, da custodire con amore e diligenza, è stato gettato nelle immondizie.

Certo questo spiega ma non giustifica il sedevacantismo.
In ogni caso in questi ultimi tempi stiamo assistendo ad una escalation di notizie e affermazioni allarmanti e sempre più aderenti al famoso contro-spirito del concilio che non accenna ad attenuarsi, anzi !

Questo ci induce a non abbassare la guardia a a chiedere con sempre maggiore insistenza la Grazia del custodire, ma anche del diffondere la retta Fede...

mic ha detto...

Sono all'opera i mestatori di professione, che in ogni caso qui non hanno voce...

Per darvi un piccolo saggio e la dimostrazione di quanto poco di cristiano a quanto di infantile se non di maligno ci sia in costoro, l'ultimo dice (pubblico solo la prima parte il resto ovviamente no):

Sono stato castigato, bene! Ma si castighino tutti quegli interventi di Dante dove insulta e augura la morte a don Augè...

Certo che non è stato pubblicato, visti i contenuti e lo stile... Le faccio notare, però nell'ipotesi forse ingenua che abbia preso un abbaglio e sia in buona fede, che le precise parole di Dante sono state, al riguardo:

Quanto all'eventuale futuro Messale frutto della riforma della riforma la valutazione non può esser preventiva. Chi vivrà vedrà e giudicherà. Auguro ad Augè d'esser allora ancora in vita per deliziarci coi suoi commenti.

Anonimo ha detto...

Pastorelli non ti crucciare.Delle opere di misericordia quella di sopportare le persone moleste è certamente tra le più difficoltose(a me non riesce quasi per nulla).Ma (concordo con Giovanna) bisogna cercare di non farsi condizionare dai provocatori.Da quel che ho capito tu vivi nella meravigliosa Firenze.Cos’è,non passi più da Piazza della Signoria se un giorno dovessi imbatterti in qualche maleducato?Mi pare che il livello medio di civiltà in questo blog sia più che accettabile.
Psig
Che poi sarebbe Sebastiano Lucifora (non voglio passare per un anonimo vgliacco).

Azzurra ha detto...

Non mi pare che questo contesto assuma aspetti del genere, a parte l'uscita davvero maligna dell'Anonimo che mi era sfuggita.

-------------------------------

Cara Mic, non pare nemmeno a me che questo blog, stia assumendo aspetti sedevacantisti, ma stiamo scherzando? Perchè queste accuse? Non mi sembra di aver letto nulla di così pericoloso da dover allarmarsi così, tanto. Anzi penserei ad altro, sto pensando che si voglia far zittire difetti e problemi che sono in parte colpa di chi dovrebbe guidarci, ma non capiamo che così facendo, non saremmo credibili, ci metteremo noi stessi nella condizione di essere ridicoli e patetici, come da secoli il mondo laicista e protestante ci accusa. Non che me ne importi di loro, se solo se ne stessero nelle loro steppe, ma purtroppo la Chiesa il Papa li accoglie come fossero figli suoi. Quindi a che gioco stiamo goicando?

Non siamo delle marionette e nemmeno numeri, dobbiamo capire come e quando dobbiamo distinguere la verità dall'errore, anche se proviene da chi dovrebbe essere alla nostra guida, altrimenti è idolatria della persona, come in tutte le sette che si rispettino.

Gesù ha fondato una Chiesa così? No di certo!!!

Seminare zizzania? Le visioni sono molteplici è vero e tutte rispecchiano un po' della personale esperienza,

Anzi ringrazio chi come Thibaud e Hpoirot, mi hanno dato delle notizia che non conoscevo.

Il primo su il magistero petrino e il secondo sull'abominevole incontro del RsN, con il "catechista" Lerner......

Non credo che Mic, abbia bisogno di tanti e premurosi consigli, le cattive intenzioni, anche se sotto anonimato, il vero cattolico le sa riconoscere.

Come Mic anche io guardo al contenuto e se corrisponde al vero, non vedo perchè debba censurarlo a me sembra una contraddizione, innanzitutto e poi una cattiveria.

Thibaud ha detto bene, si dialoga con tutti oramai, ma giammai se capita una persona che scrive pane al pane e vino al vino.

Inoltre sono d'accordo con Luisa quando, supplica Dante a non andarsene e io mi accodo, ma sono altresì convinta che per motivi di prudenza alcuni debbano mantenere l'anonimato. Se poi, questi anomimi scrivono eresie o parole fumose, da scrivere tutto e il contrario di tutto, verrano fermate se non da Mic da altri bravi ed attenti blogger...

Di questo non nutro nessun dubbio, non esistono molti blog veramente cattolici e seri come questo.

Thibaud ha detto...

No! Gentile Mic, io non appoggio il sedevacantismo, porta in se un seme pericoloso, ma altrettanto pericolosi sono i culti non cattolici che sono all'interno della Chiesa.

Ho voluto solo, chiarire alcuni aspetti, sorti nella discussione che mi parevano contradditori, e poco caritatevoli, tutto quì.

L'anonimo che ha cambiato il vero senso della frase scritta dal Signor Dante, merita di non essere considerato, tipico di una persona poco onesta.
Ha fatto bene, a non lasciarlo passare.

mic ha detto...

Ho voluto solo, chiarire alcuni aspetti, sorti nella discussione che mi parevano contradditori, e poco caritatevoli, tutto quì.

Grazie dell'analisi, la condivido.

Quanto agli aspetti contraddittori e poco caritatevoli, purtroppo pare difficile uscire da certi dinamismi di contrapposizione. E' la piaga dei blog, sembrerebbe!

un cattolico attento....molto attento ha detto...

In effetti Mic, spesso bazzico in altri lidi, che pretendono di definirsi cattolici, difensori della tradizione, ma sopratutto in unione con il Papa.

Ecco, il lasciapassare, ecco la panacea di tutti i mali. Io sto con il Papa, Viva il Papa, poi che me frega, faccio quel che voglio io e guai al Papa se si contrappone, io ho i numeri, io possiedo migliaia di adepti che al mio cenno possono crearti problemi caro Papa, quindi attento a come parli, altrimenti......
Condivido l'ottimo commento di Luisa che accennava al grave problema, sorto ovviamente dopo il CVII.

Questi sono i pensieri reconditi, dei modernisti all'interno della Chiesa e proprietari dei movimenti che sono delle vere e proprie sette.

Interessante conoscere la dinamica del loro sorgere(sette)la metodologia del proselitismo, e il culto idolatra verso la figura centrale del capo ben descritto in un articolo della fu dott.ssa Cecilia Gatto Trocchi, che lessi molto tempo fa.

Ebbene, se uno è ben attento si accorge che in queste "isole cattoliche" vige una violenta forma di censura, verso chi ricorda con dati alla mano quello che è il Magistero, ciò che dice ciò che non può essere messo in discussione.

Lasciati passare i primi commenti, subito si moltiplicano i commentatori (o gli stessi con vari nomi), che con sarcasmo, umiliazioni, menzogne, doppio linguaggio, accuse di sedevacantismo o di tradiprotestantesimo, cercano di affossare il povero/a malcapitata, il tutto per provocare una reazione, e far credere al pubblico passivo, che il poveretto/a non fa parte della Chiesa il Papa l'ha scomunicato, non può parlare lui o lei, non hanno diritto alcuno di cittadinanza....

Da qui interviene, il gestore "cattolico magari un vaticanista" che lo richiama all'ordine e lo umilia ulteriormente. Un "cattolico magari vaticanista" che ahimè non lascia passare commenti i quali potrebbero e dico potrebbero destabilizzare l'humus protestante modernista, filo talmudico, il vero il solo ed unico proprietario del blog, ma che si avvale dell'etichetta, io sto con il Papa, Viva il Papa.

Il vero cattolico, colui che non viene remunerato per scrivere o rimanere davanti al blog, ma lo fa per amore di verità e della Chiesa da chi si dovrà guardare? Dai maleducati, dai "mostri sedevacantisti" dai "tradiprotestanti" o da coloro che agiscono d'inganno come gli esempi sopra? Per non sbagliare, guardare al contenuto, se è conforme ai fatti reali, oppure se sono maschere ed inganni.

Mi complimento con Mic, perchè in lei ho scorto in più occasioni, l'onestà intelletuale, la carità fraterna, ma sopratutto la vera libertà dei figli di Dio, i quali sono chiamati ad amarlo, onorarlo e servirlo, non come schiavi settari ma con vera libertà di figli, che possono e devono assumere spirito critico, qual'ora ce ne fosse bisogno.

Al contrario di chi invece vorrebbe, trasformare dei cattolici servi muti ed incapaci di ragionare e porsi delle domande.

Hanno ragione quei blogger, quando ribadiscono, che Cristo non ha fondato una setta ma la Chiesa Cattolica Apostolica Romana, la sola ed unica garanzia e di libertà e di salvezza eterna, checchè ne dicano, i soliti protestanti, talmudisti, gnostici e radical schic.

Thibaud ha detto...

Mi complimento con Mic, perchè in lei ho scorto in più occasioni, l'onestà intelletuale, la carità fraterna, ma sopratutto la vera libertà dei figli di Dio, i quali sono chiamati ad amarlo, onorarlo e servirlo, non come schiavi settari ma con vera libertà di figli, che possono e devono assumere spirito critico, qual'ora ce ne fosse bisogno.

Al contrario di chi invece vorrebbe, trasformare dei cattolici servi muti ed incapaci di ragionare e porsi delle domande.

Hanno ragione quei blogger, quando ribadiscono, che Cristo non ha fondato una setta ma la Chiesa Cattolica Apostolica Romana, la sola ed unica garanzia e di libertà e di salvezza eterna, checchè ne dicano, i soliti protestanti, talmudisti, gnostici e radical schic.

*********

Condivido e faccio mie le parole scritte da cattolico molto attento.

Una posizione che dovrebbero mantenere tutti i veri cattolici, sempre e dovunque.

Trattasi di difendere la fede e dare ragione di Essa, senza essere compromessi dal rispetto umano, il quale ci porta a non essere imparziali e vigili sulla realtà che ci circonda.

mic ha detto...

Vi ringrazio di cuore!

Evidentemenete siamo in piena sintonia perché questa stessa frase l'avevo già quotata per riportarla su un altro thread...

Hanno ragione quei blogger, quando ribadiscono, che Cristo non ha fondato una setta ma la Chiesa Cattolica Apostolica Romana, la sola ed unica garanzia e di libertà e di salvezza eterna, checchè ne dicano, i soliti protestanti, talmudisti, gnostici e radical schic.

Anonimo ha detto...

"Al contrario di chi invece vorrebbe, trasformare dei cattolici servi muti ed incapaci di ragionare e porsi delle domande."

Dio benedica Thibaud per aver fatto questo rilievo.......
e anche lo benedica per tutto ciò che ha detto, che difficilmente avrei saputo dire io, come tanti altri che leggono, muti e trepidanti per gli eventi in corso, quasi sempre oscuri e preoccupanti per i piccoli fedeli inermi.....
Finalmente isorgono nei blog persone di nobile animo, che richiamano al giusto rispetto verso la retta ragione dei cattolici oppressi che si pongono domande per capire, per vigilare....e non accettano più che il Potere (o i suoi eventuali sostenitori) metta il bavaglio a chi vuole ragionare, pur mentre rinnova atti di Fede e Speranza.
Grazie Thibaud (e prima ancora ovviamente alla sig.ra Mic)

(pecora ignorante e confusa)

Thibaud ha detto...

Gentile Anonimo delle 13:55

La ringrazio! Le parole che lei ha sottolineato non sono mie, ma bensì del commentatore Cattolico molto attento.

Le ho riportate nel mio commento,perchè le condivido.

Infatti Gesù Cristo, non ci ha detto di essere dei servi muti, ma di sentirci sempre dei servi inutili, anche dopo aver fatto azioni da eroi.

Il che significa che di fronte al male alle iniquità alla menzogna, bisogna parlare. Questa è la Chiesa Cattolica, questa è la vera libertà dei figli suoi.

S. Giovanni Battista, il primo predicatore che ha sfidato i poteri e servo NON muto.

Anonimo ha detto...

«Cercate ogni giorno il volto dei santi e trovate riposo nei loro discorsi» (Didaché IV, 2)